Caduti in guerra: restituita dignità e giustizia per altri giovani "eroi" di Bacoli (FOTO e VIDEO)

A Bacoli è stata restituita giustizia e dignità per tutti i caduti della Prima Guerra Mondiale. Perché da ricerche storiche condotte presso l'archivio comunale, è stata rivelata una verità sconvolgente: al Monumento dei Caduti doveva esserci una ulteriore lapide marmorea contenente i nomi di altri caduti e dispersi. Lastra di marmo non più messa e recuperata soltanto oggi, 95 anni dopo.

caduti-guerra
La commemorazione dinnanzi al Monumento di Caduti in Villa Comunale

Letti i nomi di tutti i caduti di Bacoli della Grande Guerra

Alla presenze di tutte le più alte autorità militari di Bacoli e Pozzuoli, oltre alla presenza del Vice-Comandante delle Forze Operative Sud dell'Esercito, il Generale Roberto Angius, si è tenuta la cerimonia di commemorazione delle forze armate e dei caduti di tutte le guerre. Dopo la Santa Messa presso la Chiesa di Sant'Anna, il corteo con la deposizione della prima corona dinnanzi al Monumento ai Caduti in Villa Comunale. Qui si è consumato un momento particolarmente commovente, poiché è stata apposta una lapide con i nomi di ulteriori caduti, tra mare e terra, e dispersi che avrebbe dovuto esserci da sempre, fin dal 1926, data di erezione del monumento. Da ricerche condotte in archivio, è stato scoperto, infatti, che i nomi di tutti i caduti e dispersi della Grande Guerra sono 70 in realtà e non poco più di 40 come evidenziano le altre lapidi storiche affisse al monumento. Inoltre è stata data lettura di tutti i nomi, evidenziando anche la giovane età. Infine il corteo ha proseguito il suo cammino per le vie del centro storico per arrivare a Marina Grande per deporre in mare la seconda corona per i marinai caduti in guerra.

Queste le FOTO e i VIDEO delle celebrazioni

Fonte: Comune di Bacoli

  1. Dal Lunedì al Venerdì dalle 9 alle 19
  2. Sabato dalle 9 alle 13
  3. Domenica chiusi

Devi fare il login per lasciare un commento. Non sei iscritto?

CHI SIAMO

Un gruppo costantemente aperto per chiunque voglia mettersi realmente al servizio del bene comune.

SCOPRI