Parcheggi Miseno e Miliscola: la Polizia Locale ne chiude 15. Non avevano titoli autorizzativi

Sono 15 i parcheggi di Miseno e Miliscola chiusi dalla task-force messa in piedi dalla Polizia Locale di Bacoli. Gli uomini guidati dal Comandante Marialba Leone hanno sanzionato tutti coloro che erano sprovvisti di titoli autorizzatori per poter aprire ed esercitare l'attività di rimessa e parcheggio.

chiusura-parcheggi
Una delle chiusure dei parcheggi

Sigilli, chiusura e verbali da 5.000 euro per parcheggi privi di autorizzazione

Nell’ambito di una programmata attività di controllo per il rispetto delle ordinanze sindacali contro la diffusione del Covid-19, il Comando di Polizia Municipale di Bacoli ha provveduto a porre sotto sequestro 15 parcheggi a Miliscola e Miseno.Gli agenti, guidati sul campo dal comandante Marialba Leone, hanno constatato che nessuno dei titolari dei parcheggi era in possesso di titolo autorizzatorio. Sono scattati quindi i sigilli, la chiusura, e verbali da 5.000 €, per ognuna delle attività controllate. I sequestri giungono a valle di un lungo processo di sensibilizzazione alla legalità, promossa in sinergia tra il Comando di PM e l’Amministrazione Comunale, guidata dal sindaco Josi Gerardo Della Ragione, iniziata nel marzo 2020. Quando, più di un anno fa, il comandante Leone, incaricata dal sindaco anche di seguire il servizio Commercio, aveva diffidato tutte le attività di parcheggio presenti sul territorio di Bacoli. Esortando i titolari, anche attraverso incontri tenutesi in Municipio, ad uniformarsi alla legge. Ed in particolare alle norme commerciali, amministrative, ambientali, tributarie.

A distanza di un più di un anno, stamane, è stato riscontrato che 15 parcheggi esercitavano l’attività senza aver presentato la SCIA.

Nelle prossime ore si continuerà con i controlli a tappeto nello spirito di ripristinare la legalità. E tutelare chi lavora, nel rispetto delle regole.

Devi fare il login per lasciare un commento. Non sei iscritto?

CHI SIAMO

Un gruppo costantemente aperto per chiunque voglia mettersi realmente al servizio del bene comune.

SCOPRI