Covid-19: Leonardo chiusa, negozi aperti fino alle 18 e l’appello di Vincenzo Salemme ai bacolesi

L’emergenza Covid-19, cosiddetto “coronavirus”, sta inevitabilmente condizionando le nostre vite in questo periodo. In Campania si contano circa 300 contagi, 9 sono le vittime (di cui una a Pozzuoli) ma molte di più sono le persone guarite. A Bacoli, fortunatamente, non c’è ancora alcun caso: tutti i tamponi effettuati finora sono risultati negativi. Tuttavia i livelli di allerta si mantengono comunque alti, anche in ossequio alle misure di prevenzione adottate dal governo e, con grande prudenza, anche dall’amministrazione regionale e comunale.

Sul sito istituzionale del Comune di Bacoli è presente un’intera sezione dedicata proprio al coronavirus in cui c’è tutto quello che c’è da sapere: i decreti, le ordinanze, la modulistica e tutte le informazioni. (CLICCA QUI)

Perfino alcune delle più importanti aziende presenti sul territorio, Leonardo ed MBDA, hanno sospeso (in realtà solo Leonardo) le proprie attività in seguito alle proteste dei sindacati, i quali lamentavano mancato uso di mascherine, nessun rispetto delle distanze di sicurezza e delle altre misure di prevenzione, nonché condizioni di lavoro inaccettabili per l’emergenza che tutto il Paese sta vivendo. Anche il Sindaco Josi Gerardo Della Ragione è intervenuto con un’intimazione a sospendere l’attività ove mai non vi fosse alcun protocollo disciplinante le nuove condizioni dei lavoratori.

Dopo la chiusura di tutti gli spazi pubblici e i luoghi di aggregazione come piazze, spiagge e parchi, è arrivata anche la proroga all’ordinanza n.19 che prevede la chiusura di tutte le attività commerciali (quelle che possono restare aperte con l’ultimo decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri) alle ore 18:00 e della chiusura pressoché totale nel prossimo fine settimana (CLICCA QUI ORDINANZA DI PROROGA). Intanto prosegue senza sosta la sanificazione di tutte le strade della città da parte del personale di Flegrea Lavoro e le forze dell’ordine sono sempre più impegnate, soprattutto alle porte d’ingresso della città, in posti di blocco per evitare spostamenti ingiustificati della cittadinanza.

Dal web è arrivato anche l’appello di un bacolese doc come Vincenzo Salemme a restare a casa:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.