Mensa scolastica, il Comune al lavoro: nuovo bando triennale dopo l’ok del Ministero al Bilancio

Con delibera n. 25 del 2 Agosto 2019 la Giunta Comunale di Bacoli ha ribadito la ferma intenzione di erogare direttamente il servizio di refezione scolastica per il triennio scolastico 2019-20, 2020-21, 2021-22 e con la stessa delibera ha indicato al responsabile dell’area dedicata ai servizi scolastici di verificare la possibilità di attivare la procedura di avvio e affido del servizio mensa compatibilmente con le risorse finanziarie disponibili nel bilancio di previsione negli anni di competenza.

L’Amministrazione ha quindi espresso chiaramente la volontà di riprendere direttamente il servizio di refezione scolastica per i prossimi tre anni, oltre che per i valori educativi e sociali ma anche per garantire le attività didattiche ed extra-scolastiche, del tempo prolungato, le 40h e quelle della scuola dell’infanzia.

Pertanto, nell’ipotesi di bilancio stabilmente equilibrato, in fase di approvazione da parte del Ministero dell’Economia e Finanza, si è postata la somma di 460.000 euro, con il costo a carico dell’utenza dell’80%, rimanendo inalterato il sistema delle tre fasce di agevolazioni (attraverso presentazione ISEE) e quelle relative alle riduzioni per il secondo e/o terzo figlio.
Si è voluto così rafforzare la funzione sociale del Comune che, attraverso i servizi sociali, potrà continuare a sostenere la politica di aiuto, sostegno e contrasto alla povertà nei confronti di quei nuclei familiari disagiati, anche attraverso esoneri destinati a famiglie particolarmente indigenti.

Quindi, entro i tempi tecnici di approvazione del bilancio, non prima del mese di ottobre c.a., sarà avviata la procedura per un bando triennale attraverso la piattaforma ASMEL, come da delibere n. 26 e 27 del febbraio 2019. I contenuti del bando (capitolato, schema d’appalto, contratto etc…) sono quelli già elaborati nel 2018 dalla Commissione Mensa Comunale di concerto con gli uffici competenti comunali in materia di gare e pubblica istruzione e che saranno aggiornati attraverso il confronto con l’Assessore alla Pubblica Istruzione, Dott.ssa Lucia Basciano, la Commissione Consiliare pertinente e la Commissione Mensa (primo incontro previsto il 3 Settembre 2019, ore 10:00, sede Pubblica Istruzione).

In sintesi con la presente delibera si ribadisce:

– la volontà e l’impegno da parte dell’Ente comunale di riprendere direttamente la mensa scolastica, quale “servizio a domanda individuale”;

– la mensa comunale, per i motivi di cui sopra, dovuti alla condizione di dissesto economico-finanziario, non potrà essere avviata prima di gennaio 2020, in quanto l’impegno di spesa programmato dovrà essere oggetto di approvazione del bilancio (presumibilmente non prima di ottobre 2019) e la conseguente procedura di gara che sarà espletata dall’ASMEL;

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.