BACOLI – Il Comune non poteva aumentare la TASI: revocata l’addizionale dello 0,8%

 

 

Stamattina è giunta in Municipio una nota ufficiale del Ministero di Economia e Finanze che boccia la decisione dell’amministrazione comunale di aumentare la TASI: in particolare l’ammonimento è giunto sull’addizionale dello 0,8%.

Ne abbiamo parlato nei giorni scorsi con un articolo di Alessandro Parisi (CLICCA QUI), illustrando in che modo si andava a mettere nuovamente le mani nelle tasche dei cittadini onesti. Soprattutto commercianti e famiglie, a scapito dei grandi evasori che continuano a non pagare. Determinando il dissesto della città.

Ed avevamo evidenziato come fosse una nuova imposta non solo odiosa ed inopportuna ma anche al limite dell’applicazione.

Di poco fa la decisione dell’amministrazione prefettizia di fare un passo indietro sull’addizionale. A seguito della nota del MEF che dichiara “non applicabile per il 2018 l’aumento della TASI in quanto non era stata applicata negli anni 2015 e 2016”.

Bene. Adesso però c’è da comprendere in che modo si vorrà restituire i soldi a chi già ha provveduto a pagare: senza che gli stessi siano costretti a nuove fila in Municipio o a trafile burocratiche infinite. Invitiamo quindi i commissari prefettizi e gli uffici, di sicuro mossi dalla volontà di non danneggiare la popolazione, a formulare una delibera apposita di indirizzo che possa compensare, per il futuro prossimo, le spese già versate da centinaia di famiglie di Bacoli.

Continueremo a seguire la vicenda con grande attenzione affinché siano tutelati i cittadini onesti e messi alle corde coloro che non vogliono mettersi in regola.

2 pensieri riguardo “BACOLI – Il Comune non poteva aumentare la TASI: revocata l’addizionale dello 0,8%

  • 14 Dicembre 2018 in 10:27
    Permalink

    Come da voi accennato i nostri amministratori , chiunque e si siano , colori di partiti o commissari straordinari. Non si combatte il fenomeno di evasione ma bensì si gratta il fondo di chi pagherà sempre. Da una vita le amministrazioni pubbliche usano sempre e solo aumentare i balzelli di chi paga.

    Risposta
  • 14 Dicembre 2018 in 19:00
    Permalink

    quindi io che ho già pagato la tasicosa devo fare x ottenere il rimborso?

    Risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.