Freebacoli scrive all’EAV: “Ripristinate i pullman per Bellavista e l’ospedale “la Schiana””

È molto bello il treno che porta i turisti all’Acropoli di Cuma: perché lo sviluppo turistico dei Campi Flegrei parte anche dal rilancio del trasporto pubblico.

Ma, per essere completo, deve camminare di pari passo con la cura quotidiana del servizio di trasporti, su ferro e su gomma, riservato ai pendolari. A tutela delle migliaia di cittadini che, da Bacoli o da Pozzuoli, da Monte di Procida o da Quarto, tutti i giorni provano, a volte invano, a raggiungere in orario la scuola o il posto di lavoro.

Per questo, nello spirito di stimolare azioni che migliorino la qualità di vita della popolazione flegrea, abbiamo scritto una nota agli uffici ex Sepsa, ed al presidente Umberto De Gregorio: affinché, oltre a migliorare l’efficienza di Cumana e Circumflegrea, si possano presto ripristinare e potenziare due tratte per autobus di linea che, tra il 2015 ed il 2016, in sinergia tra Comune di Bacoli, dirigenza e sindacati EAV, avevamo restituito alla comunità.

L’autobus che collegava Bellavista, frazione tra le più popolose della città, con il resto del territorio; e la tratta su gomma, con partenza da Torregaveta, che permetteva ai cittadini di raggiungere l’ospedale Santa Maria delle Grazie, località “la Schiana” in Pozzuoli.

Ho avuto l’onore di partecipare all’inaugurazione, nel 2016, del servizio “Cuma Express”. Quello ripartito stamane, con importanti e significative migliorie. E sono certo che, con la sinergia tra tutti gli enti coinvolti, si riuscirà, in un futuro che spero sia prossimo, a fare dei Campi Flegrei una terra turistica. Ma, senza più indugi, deve compiersi ogni sforzo per renderla innanzitutto “vivibile” a chi, già tra troppe inefficienze, la vive ogni giorno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.