Violenza sulle donne: Adriana Di Colandrea e la sua testimonianza in un libro “Finchè amore non ci separi”

Parlare di violenza sulle donne non è mai eccessivo. E soprattutto non è mai banale. Adriana Di Colandrea è una donna di Bacoli che ha vissuto una esperienza di vita che ha deciso di affrontare e di lasciarsela alle spalle non tenendosela per sé ma andando perfino in tv a raccontarla. Lo fece alla Rai, nel programma “I Fatti Vostri” con Giancarlo Magalli (clicca qui per saperne di più).

LA STORIA – Adriana è una donna che è riuscita a reagire al marito, denunciandolo e strappandogli il figlio per poi tornare alla propria abitazione in terra flegrea. Una storia di violenza che si è conclusa con una condanna a sei anni di reclusione per l’ex marito per il reato di maltrattamenti in famiglia e al risarcimento dei danni. Tra l’altro Adriana fu il volto-testimonial di una iniziativa messa in campo nel 2016 dall’amministrazione Freebacoli con l’istituzione di uno sportello anti-violenza “La Ginestra” (clicca qui per saperne di più) in collaborazione con vari professionisti del settore tra psicologi e psicoterapeuti.

IL LIBRO – Adriana Di Colandrea ha scritto un libro, edito dalla NanEdizioni, che si intitola “Finchè amore non ci s(e)pari” ed è “la storia di un femminicidio mancato”, almeno “per ora” come c’è scritto sulla copertina. In collaborazione con l’Associazione Marinai d’Italia (ANMI), il libro sarà presentato Mercoledì 16 Maggio, alle ore 19:00, proprio presso la sede del gruppo a Bacoli, in Via Plinio il Vecchio 147/A. Il moderatore Vincenzo Lucci introduce l’autrice, il giornalista Luigi Ciccarelli, l’avvocato penalista Procolo Ascolese e l’editore Gianni Milano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.