Bacoli, la Prefettura nomina due commissari: uno è per il bilancio 2018 non approvato dall’amministrazione Picone

Il Prefetto di Napoli, Carmela Pagano, ha nominato il viceprefetto Francesco Tarricone, in servizio presso il Ministero dell’Interno, Commissario prefettizio del Comune di Bacoli, incaricandolo della provvisoria amministrazione dell’Ente e avviando, nel contempo, le procedure di scioglimento dell’organo consiliare.

Tra gli incarichi espletati da Tarricone nel corso della carriera si ricordano le gestioni commissariali ai Comuni di Cittaducale(7000 abitanti-Rieti), Labro(400 abitanti- Rieti), Vallecrosia(7000 abitanti-Imperia), Tuscania(8000 abitanti-Viterbo) ,Montefiascone(14000 abitanti- Viterbo), di sub-commissario a Cassino( 33000 abitanti-Frosinone), di componente della Commissione Straordinaria del Comune di Marcianise(40000 abitanti- Caserta) sciolto ex art. 143 T.U.O.E.L., di commissario ad acta a Poggio Mirteto (Rieti), la partecipazione a Commissioni d’esame per pubblici concorsi nonché alcune docenze. In ultimo Tarricone è stato commissario prefettizio al comune di Fiuggi nel 2015 oltre ad aver presieduto la commissione straordinaria del Comune di Siderno (provincia di Reggio Calabria) sciolto nel 2013 per mafia.

Con decreto in pari data era stato, altresì, nominato il dr. Gianfranco D’Angelo, funzionario economico finanziario in servizio presso la Prefettura di Napoli, Commissario ad acta per l’approvazione del bilancio di previsione 2018-2020. Un bilancio – si ricorderà – il cui schema era stato ritirato dall’amministrazione Picone e mai più portato in discussione in Consiglio Comunale (nell’ultimo era stata presentata direttamente la delibera di dissesto, poi bocciata).
Dunque dopo appena 10 mesi torna un commissario prefettizio a guidare provvisoriamente il Comune di Bacoli. E’ il quinto negli ultimi 15 anni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.