Bacoli, la giunta dichiara dissesto: ma Picone non si presenta (e l’assessore protesta)

Questa mattina la giunta, nominata nel luglio 2017 dal sindaco dimissionario Giovanni Picone, ha deliberato di revocare il piano di riequilibrio, proposto dallo stesso escutivo nel mese di febbraio per provare a salvare Bacoli dal fallimento. Un atto che, qualora fosse approvato anche in consiglio comunale, decreterebbe il dissesto della città di Bacoli.

La delibera di G.C. è la n. 92 del 23.04.2018 ad oggetto:” Proposta al Consiglio Comunale di verifica delle condizioni di cui all’art.244 del D.Lgs. 267/2000 ed eventuale deliberazione di cui all’art.246 dello stesso Decreto”.

Limitandoci solo alla cronaca dei fatti avvenuti, che parlano da soli, si segnala l’assenza in giunta, per l’approvazione dell’atto più drammatico della storia del Comune di Bacoli, del sindaco dimissionario Giovanni Picone. A segnalarlo, con dichiarazione messa a verbale, è l’assessore (voluta e scelta dal primo cittadino nel luglio scorso) Beatrice Fabricatore che, per protesta, ha deciso di astenersi dalla votazione dell’atto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *