Fusaro, il Comune vende un altro pezzo di storia: va all’asta la scuola di via Virgilio

Continua senza sosta il piano di vendite di immobili storici della città di Bacoli: ad essere messo a bando, per la cessione a privati, sarà anche la scuola di via Virgilio. A deciderlo è stata la maggioranza che sostiene il sindaco Giovanni Picone, mentre le cifre per l’alienazione sono state definite in giunta. Seguendo un iter che era stato iniziato dall’amministrazione Schiano e bloccato dall’ex sindaco Josi Della Ragione. Il plesso didattico, sede anche di seggi elettorali in caso di elezioni, ha ospitato per decenni classi di scuole dell’obbligo: dalle materne alle elementari.

A crescere tra i banchi della scuola di via Virgilio sono stati migliaia di cittadini, soprattutto delle frazioni di Cuma, Fusaro e Bellavista.

E, dopo aver chiuso l’edificio ai bambini, si passa alla vendita. Senza prevedere un piano di riutilizzo in chiave sociale e culturale, una gestione in fitto o null’altro che non sia la cessione. Così la comunità continua ad essere privata dei suoi simboli storici, oltre che di buona parte del proprio patrimonio immobiliare. Qui di seguito uno stralcio della delibera di giunta che ratifica la scelta dell’esecutivo Picone.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *