Torregaveta: i resti della villa di Servilio Vatia tra erbacce e una cloaca di rifiuti (FOTO)

A Torregaveta una situazione di disagio e degrado per i residenti e per la cittadinanza intera

Avete presente quello spazio verde a Torregaveta, alle spalle della Cumana, tra Via Gavitello e Via Spiaggia Romana, in cui persistono i resti archeologici dell’antica villa appartenuta a Servilio Vatia? Bene, oggi quello spazio e quelle persistenze archeologiche, sono abbandonate a sè stesse e, soprattutto, sono circondate da degrado e rifiuti di ogni genere. Si tratta, in particolare, di resti di mura e ambienti in opus reticolatum che sono stati rinvenuti nel 2008 al pari di un bunker della seconda guerra mondiale.

L’intera area, in cui è presente anche una foce di epoca romana del Lago Fusaro, è piena di erba e sterpaglie. La stessa area, non più tardi di qualche anno fa, era stata ripulita da alcuni cittadini volontari residenti della zona.

Da parte di questi ultimi c’era l’intenzione di creare uno spazio pubblico da riqualificare e restituire alla cittadinanza facendo risaltare i resti archeologici di una villa che, millenni dopo, non avrebbe mai pensato di finire nel dimenticatoio e tra i rifiuti dell’epoca moderna.

Queste alcune delle foto pubblicate da Il Mattino:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.