Skin ADV
Pubblicato: sab 2 Dic 2017

Bacoli, regole violate per un debito (66.000 €) a favore di un consigliere di maggioranza

Ci troviamo nuovamente costretti, come Freebacoli, a richiedere l’intervento del Prefetto di Napoli, congiuntamente con le altre opposizioni, per ottenere il rispetto delle norme sancite dal Regolamento del Consiglio Comunale.

Un fatto grave se si considera che, in sole poche settimane, è la seconda nota di contestazione che protocolliamo in Prefettura.

Questa volta, addirittura, si è violato uno dei principi più importanti: quello della legittimità della seduta.

Sarà chiaro a tutti, difatti, che senza numero legale non è possibile votare alcun provvedimento. Neanche quando in ballo ci sono 66.000 euro da elargire, come debito fuori bilancio, ad un consigliere comunale di maggioranza.

Qui di seguito, il documento.
Buona lettura.

#echestè

***************************************

AL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE DI BACOLI

AL SEGRETARIO DEL COMUNE DI BACOLI

PEC: UFFICIOPROTOCOLLO@PEC.COMUNE.BACOLI.NA.IT

E.P.C. ALL ILL.MO PREFETTO DI NAPOLI

PEC:PROTOCOLLO.PREFNA@PEC.INTERNO.IT

– ISTANZA DI ANNULLAMENTO IN AUTOTUTELA –

I sottoscritti consiglieri comunali di minoranza Salvatore Illiano, Assunta Di Razza, Vincenzo Salviati, Josi Gerardo Della Ragione, Giuseppe Rosiello e Alessandra Sagliocchi,

PREMESSO

– Che l’ordine del giorno della seduta di consiglio comunale del 27.11.2017, prevedeva tra gli altri punti, il riconoscimento di un debito fuori bilancio a favore di un consigliere di maggioranza, quale liquidazione stabilita con sentenza del Tribunale di Napoli n. 278/2017;
– Che la votazione relativa al predetto punto avveniva in assenza di numero legale, circostanza agevolmente riscontrabile dal semplice computo dei presenti all’atto del voto;
– Che durante l’assise, il conteggio del numero legale veniva richiesto a gran voce dagli scriventi consiglieri, così come previsto all’art. 43 del Regolamento che disciplina il funzionamento del Consiglio Comunale di Bacoli, non appena appurato l’allontanamento dall’emiciclo del consigliere di maggioranza parte in causa nella sentenza relativa al debito in questione;

CONSIDERATO

– Che nonostante, l’espressa richiesta, né il Segretario comunale, né il Presidente del Consiglio ritenevano opportuno: a) procedere alla verifica del numero legale e b) acclaratane l’assenza, (otto votanti su un totale di diciassette) procedere alla sospensione dei lavori dell’assise;
– Che contrariamente a quanto avvenuto, in conformità alla citata previsione di cui all’Art. 43 del Regolamento Comunale, il venir meno del numero legale, avrebbe dovuto comportare l’immediata sospensione della seduta, che è invece proseguita con l’adozione di ulteriori deliberazioni, a seguito del rientro in aula del consigliere di maggioranza in precedenza allontanatosi
Tanto premesso e considerato, gli scriventi, nella riferita qualità

CHIEDONO

che si proceda, in autotutela, all’annullamento della deliberazione relativa al debito fuori bilancio di cui alla Sentenza del Tribunale di Napoli n. 278/17 e di tutte le deliberazioni successivamente assunte, posto che le operazioni di voto in assenza di numero legale ne hanno irrimediabilmente inficiato la validità
I sottoscritti, inoltre, richiedo sin d’ora, l’intervento dell’Illmo Prefetto, al fine del ripristino delle regole di diritto, nell’ipotesi in cui l’Amministrazione dovesse ritenere di non procedere all’annullamento richiesto.

Bacoli, 29/11/2017

F.to i Consiglieri

Salvatore Illiano
Assunta Di Razza
Vincenzo Salviati
Josi Gerardo Della Ragione
Giuseppe Rosiello
Alessandra Sagliocchi

Lascia un commento

XHTML: Puoi utilizzare questi tag html: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>