Skin ADV
Pubblicato: lun 13 Nov 2017

Bacoli ha un’altra possibilità per salvarsi dal fallimento: vienilo a scoprire Venerdì 17 Novembre a Miliscola

Sono anni che Freebacoli lotta, in tutte le sedi, contro il fallimento della città di Bacoli a cui, più di qualcuno, guarda paradossalmente con favore a tale ipotesi dimenticando che ricominciare da zero è praticamente impossibile poichè i conti col passato si faranno sempre.

Freebacoli ha sempre lottato affinché i grandi evasori paghino le tasse, affinché ridotti gli sprechi ed affinché venga raddrizzato il bilancio comunale ed il Piano di Riequilibrio Finanziario (dal 2013 auspicato dai revisori dei conti) oggetto di ricorso presso le sezioni unite della Corte dei Conti lo sta a dimostrare. Ma in attesa del ricorso e contro ogni disfattismo, c’è un’altra possibilità, un’altra strada da poter percorrere affinché Bacoli si possa realmente salvare.

Come? Quale? Ve lo spiegheremo in occasione di un’assemblea pubblica che si terrà Venerdì 17 novembre, alle ore 18, al ristorante “Santolillo” di Miliscola.

Si tratta di una battaglia a favore di centinaia di comuni italiani. Una battaglia che Freebacoli sostiene da tempo e che partita da Napoli e promossa dall’ANCI, arriva finalmente in Parlamento con un emendamento alla legge di Bilancio che verrà discussa a Montecitorio nelle prossime settimane. Evitare il dissesto significa salvare ciò che resta dell’autonomia e della democrazia dei territori in questa nazione.

Interverranno, tra gli altri:

Enrico Panini, assessore al Bilancio del Comune di Napoli
Pietro Rinaldi, consigliere comunale “Sinistra Italiana” e membro commissione Bilancio del Comune di Napoli
Salvatore Galiero, già presidente commissione enti locali presso dottori commercialisti ed esperti contabili di Napoli
Alessandro Parisi, ex assessore al Bilancio del Comune di Bacoli
Josi Gerardo Della Ragione, consigliere comunale “Freebacoli”

Lascia un commento

XHTML: Puoi utilizzare questi tag html: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>