Skin ADV
Pubblicato: mer 29 Nov 2017

Bacoli, telefono bollente in Municipio: 30.000 euro in più in bolletta (negli ultimi mesi)

Cosa si fa quando si è in difficoltà dal punto di vista economica? Due cose: attivarsi per incrementare le entrate e, soprattutto limitare e contenere le spese. Ovviamente, per quanto riguarda quest’ultime, si fa un inventario su tutto ciò che c’è di superfluo e, soprattutto, si cerca di ridurre e risparmiare quanto più è possibile sui costi da sostenere.

SPESE SUPERFLUE… – A tal proposito, non possono certo ritenersi superflue spese relative ai servizi sociali, scuole ed assistenza a bambini, anziani e disabili, che pure però sono state tagliate dall’amministrazione Picone dopo il Consiglio Comunale dell’altro ieri (e di questo ne abbiamo parlato ampiamente negli articoli precedenti) giustificando col fatto che si tratta di “soldi non spesi finora al 30 novembre” i quali però – aggiungiamo noi – avrebbero potuto essere spesi da luglio fino ad oggi e non è stato fatto (pensiamo, ad esempio, alle tante richieste di intervento di manutenzione

ordinaria nelle scuole, interventi mai avvenuti nonostante gli 8mila euro in bilancio poi tagliati l’altro ieri).

…IL TELEFONO NO! – Ma c’è un altro dato che si evince dalla variazione di bilancio approvata dall’amministrazione Picone: l’aumento delle spese di telefonia (fissa e mobile) di ben 30mila euro rispetto alla norma, ovvero rispetto alla cifra che il Commissario Prefettizio aveva messo in conto ad inizio anno. Un incremento inspiegabile che va a ledere sulle casse comunali e quindi sui conti economici della città.
Ma com’è stato possibile tutto questo, considerando che già due anni fa si provvide ad un contenimento della spesa per le suddette utenze telefoniche?

Insomma, al Comune di Bacoli “non ci sono soldi”, ma la cornetta del telefono resta sempre alzata e la  “bolletta scotta”. A pagare? Come sempre, i cittadini bacolesi.

Lascia un commento

XHTML: Puoi utilizzare questi tag html: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>