Scuolabus, a Bacoli è sempre stato un “diritto”: ma oggi diventa un “piacere”

scuolabusCaos scuolabus, ma davvero pensate che i genitori siano stupidi?

LO SCUOLABUS E’ UN DIRITTO SEMPRE ESISTITO. NON UN PIACERE.

Viviamo in una città in cui l’amministrazione, sempre più ostaggio del nulla fatto e del nulla di cui si circonda, vuol far passare come ATTO STRAORDINARIO anche il trasporto a scuola per i bambini.

A Bacoli è sempre esistito il servizio SCUOLABUS. Ma oggi viene annunciato come grande conquista sociale, figlia di lotte da applaudire

Ecco come Giovanni Picone, ed i suoi, offendono i cittadini: facendo passare per PIACERE quello che è un proprio DIRITTO, pagato con le tasse.

Il copione, che la cittadinanza conosce molto bene, è sempre lo stesso. Prima non si fa nulla. Poi si subiscono critiche. Subito dopo si comincia ad affermare che c’è crisi, poi ad annunciare tagli, ed, infine, a privare la comunità anche dei servizi essenziali.

In una seconda fase, a ridosso di un’esigenza, restituire i diritti negati al popolo, facendoli passare come privilegi frutto di gran lavoro da parte di chi ci governa.

Ma la gente lo sa, e non ci casca.

I disagi che oggi gli alunni del nostro territorio sono costretti a subire, sono figli di un’estate priva di prevenzione e programmazione. Con un’amministrazione impegnata prima a spartire poltrone e poi a fare i bagni.

Bastava difatti fare il proprio dovere, anche solo ad agosto, per far partire l’anno scolastico senza doversi preoccupare di non avere autisti o accompagnatori da mettere sui pullman.

Così come era necessario muoversi a luglio, per permettere ai bimbi di poter aver il servizio mensa. Ma di questo ne parleremo successivamente.

Non vogliamo dilungarci oltre.

Avvisiamo però la popolazione che di questo passo, se la giunta continuerà ad essere così distante dalla realtà comunale, tra poco tempo leggeremo finanche proclami in cui si vorrà far passare, da parte della giunta Picone, l’erogazione di acqua potabile nelle case, come conquista sociale ottenuta dopo secoli di degrado.

Buona teatro, sempre più tragicomico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.