Skin ADV
Pubblicato: sab 19 Ago 2017

Martina: “Addio Lara, amica mia: ma la morte non cancellerà il tuo ricordo”

Cara Lara, è proprio in questi momenti che mi sento triste e sola, come se un vuoto profondo mi riempisse il cuore, un vuoto che niente e nessuno potrà colmare, perché ci sono dolori che non si possono né evitare né cancellare. Esistono. Possiamo solo affrontarli e cercare di fare di tutto affinché non ci devastino.

Eppure è così difficile. Non basta fare “come se” niente fosse successo perché la vita continui come prima. Sai, è impossibile essere come prima, ma si deve comunque riuscire ad organizzare la propria vita in modo diverso. Come quando perdi una persona cara. Talvolta in maniera brusca, talvolta in modo ingiusto e inaccettabile. Purtroppo quella persona cara sei tu, amica mia.

Ti prego, dimmi che stai bene dove ti trovi, è bello il Paradiso? Credo di sì. E dimmi: sono simpatici gli Angeli? Mi immagino il tuo sorriso quando li avrai visti danzare tra le nuvole. Forse ti sarai ritrovata in una splendida vallata, con migliaia di farfalle e fiori colorati o sarai stata accolta da un bellissimo angelo dalle ali dorate. Ma questo solo tu puoi saperlo.

Soltanto tu puoi descrivere il regno che ci attende, solo tu puoi inviare il messaggero degli Angeli per dirci che sei abbastanza felice. E dico “abbastanza” perché è assurdo essere contenti senza l’affetto di chi ti è sempre stato vicino: i tuoi genitori, i tuoi amici, i tuoi familiari, ma anche i tuoi idoli, cantanti o attori preferiti che sicuramente accompagnavano e accompagneranno col cuore tutte le tue giornate. “Restare soli ancora un altro po’, quello che mancherà di te, ti giuro il resto non mi incanterà più”.

Mi ricordo ancora quando canticchiavi fino a pochi giorni fa questa canzone di Thomas, il cantante che adoravi. Quando ho saputo la tragica notizia ho pensato: “No, non può essere” e nel momento stesso in cui me ne sono resa conto, ho sentito un forte nodo allo stomaco, le lacrime scendevano copiose sul mio viso. Quanto speravo fosse un incubo. Speravo che il mattino seguente tutti i telegiornali annunciassero fosse un equivoco, un errore nel pronunciare il tuo nome e cognome. E invece non è stato così.

Non oso immaginare la paura che hai provato, solo a pensarci mi viene la pelle d’oca. Con questo dolore hai strappato un pezzo di esistenza, un pezzo della mia vita, perché ne facevi parte. Riesco semplicemente a ripetermi che non cancellerò il tuo ricordo. Mai. E ora tante domanda e cominciano a martellarmi insistentemente “Perché? Perché proprio adesso? E perché proprio a te? Adesso che senso ha questo?” Non lo so.

Però so un’altra cosa: la Morte non è nulla in confronto all’amore che si può provare per chi è volato via. Può strapparci la presenza fisica delle persone che amiamo, ma non potrà strapparci mai il ricordo che abbiamo di esse. Infatti non esiste separazione definitiva se esiste il ricordo. “Remember everything will be alright. We can meet again somewhere, somewhere far away from here” dice Harry Styles. Già, un giorno ci rincontreremo, in un posto lontano da qui.

Sarai nel mio cuore, per sempre. È una promessa. Ti voglio bene, Lara. E ricorda: non è un addio, bensì un arrivederci.

La tua amica

Martina Sabatino

Visualizzati 1 Commento
Dite la vostra
  1. angelo angellotti ha detto:

    Cara Martina , naturalmente sono commosso per le bellissime parole con le quali hai salutato tua carissima amica. Ma al di là della commozione c’è un bellissima notizia che si riesce a scorgere dal tuo racconto/saluto. Quale ? il genere umano ha ancora qualche speranza , a Barcellona cinque balordi distruggono vite e futuro , il mondo sembra impazzito, perso. La fiducia ridotta al lumicino, ma poi arrivano le tue parole e tutto ricomincia a rinascere e crescere , come un fiore tra le rocce. Un saluto affettuoso.

Lascia un commento

XHTML: Puoi utilizzare questi tag html: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>