Bacoli, non ci sono “falsi in bilancio”: ora il PD chieda scusa (e poi cominci a governare)

L’ultima bufala messa in giro dal Partito Democratico, è che noi avremmo approvato dei “falsi in bilancio”.

Pare che a sentenziarlo sia stata, addirittura, la Corte dei Conti. E, non tanto velatamente, lo hanno utilizzato anche come tema, in Consiglio Comunale, per dirci: “O vi state zitti, o inviamo le carte alla Procura per farvi passare un guaio”.

Ovviamente, sappiatelo, l’unico “falso” in circolazione, è proprio ciò che dicono.

Ne abbiamo avuto conferma, poco fa, in Conferenza dei Capigruppo. Dinanzi a tutti i rappresentanti delle liste presenti in assise civica, letta la relazione della Corte dei Conti, il responsabile del settore Finanze e Tributi ha acclarato che non è stato evidenziato alcun “falso in bilancio”.

Né dalla Corte, né dagli uffici.

Era presente anche il capogruppo del PD, assieme agli altri di maggioranza, che, sommessamente, ha taciuto.

A questo punto chiediamo al Partito Democratico, al sindaco, o chi per essi, di pubblicare gli atti da cui si evince che le loro accuse siano fondate.

In caso contrario, chiedano scusa.

Ah, dimenticavo: anziché viverci come un’ossessione perpetua, dedicatevi a fare ciò per cui siete stati votati.

Governare.

#NunMullamm
#vamosBacoli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.