Skin ADV
Pubblicato: gio 18 Mag 2017

RICEVIAMO e PUBBLICHIAMO. Parisi: “Noi, mandati a casa e querelati: tutto archiviato!”

Riceviamo e pubblichiamo da Alessandro Parisi, membro storico dell’Associazione Freebacoli nonchè assessore al bilancio del Comune di Bacoli nella giunta comunale guidata da Josi Gerardo Della Ragione: “Dopo essere stato mandato a casa insieme a tutta l’Amministrazione a guida Josi Della Ragione, ho dovuto anche subire ben due querele da parte dell’Avv. Perreca, per il solo semplice fatto di aver voluto informare i cittadini di Bacoli delle ragioni per cui il governo  da loro scelto era stato affondato da cinque componenti della maggioranza, disattendendo la volontà di ben 9.000 persone.

Cinque componenti che non hanno neanche avuto la capacità di proporre una mozione di sfiducia, da discutere in sede di Consiglio Comunale, davanti ai cittadini di Bacoli perché in tal caso, come prevede la legge, avrebbero dovuto motivare le ragioni della sfiducia.

Cinque persone che, in completa incoerenza politica con quanto avevano professato, almeno a parole, poi tristemente dimostratesi vacue, sono andate un sabato mattina, insieme a quelle forze politiche che avevano formalmente affermato  per anni  di combattere, in quanto responsabili del degrado politico e materiale del nostro splendido territorio.

Territorio che invece merita una rinascita reale, che noi stavamo attuando con tutte le nostre forze, in coerenza al mandato ricevuto dai cittadini.

I fuoriusciti, e chi li ha sostenuti, evidentemente si ritenevano e continuano a ritenersi degli intoccabili, ma devono invece ben comprendere che non è così, che la democrazia funziona in maniera completamente differente.

Per questa ragione, dopo che, malgrado l’opposizione proposta dal Perreca, le due querele sono state archiviate, per “insussistenza, nei fatti denunciati, di estremi di reato” , ritengo necessario pubblicare tutti i relativi documenti.

Infatti negli atti di detto procedimento, atti che, essendo passati al vaglio di magistrati, hanno  ottenuto ulteriore imprimatur di verità, vengono evidenziate alcune delle ragioni che hanno determinato la fine della nostra Amministrazione, dopo appena un anno di vita, consegnando la città a ben un anno di commissariamento e facendo rialzare la testa a personaggi che Bacoli si augurava di aver mandato in pensione per sempre”.

LEGGI QUI Decreto di archiviazione querela
LEGGI QUI Memoria difensiva (allegati)  PARTE 1
LEGGI QUI Memoria difensiva (articoli) PARTE 2
LEGGI QUI Memoria difensiva PARTE 3
LEGGI QUI Memoria difensiva PARTE 4
LEGGI QUI Memoria difensiva PARTE 5
LEGGI QUI Memoria difensiva PARTE 6

Lascia un commento

XHTML: Puoi utilizzare questi tag html: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>