Una WebApp per scoprire e visitare i siti d’interesse e scambiarsi informazioni: questa è TotemGO e nasce nei Campi Flegrei

Orientarsi, con le app e gli smartphone, oggi non è mai stato così semplice. Ed allora perchè non coniugare questa grande facilità con la quale muoversi in giro per la città con la possibilità, al tempo stesso, di informarsi sui siti di interesse storico, culturale e paesistico, di farsi guidare dalle recensioni degli utenti del web. Dal reale al virtuale e viceversa. Così nasce TotemGO, una webapp in cui è possibile condividere le proprie conoscenze sui luoghi visitati, in multi-lingua e con il meccanismo dei totem utilizzando gps e mappe.

totemgoAd oggi una decina di categorie sono presenti in TotemGO: archeologia, storia, paesaggi, spiagge, castelli, ecc e molte altre verranno con il tempo aggiunte. TotemGO offre diversi servizi, oltre alla creazione di posti, con TotemGO è possibile realizzare delle guide, ovvero dei contenitori di posti. Sia guide che posti possono essere anche scaricati mediante pdf. Gli utenti in TotemGO potranno creare degli eventi legati alla città ospitante e creare anche dei giochi con il gps, ovvero degli indovinelli cui l’utente potrà rispondere solo posizionandosi nel luogo corretto. Per ogni cosa creata in TotemGO c’è sempre il riferimento al creatore del contenuto. Tutto è sempre incentrato per la valorizzazione del territorio, ma non solo Pozzuoli e i Campi Flegrei ma il mondo.

totemwalterAd ideare TotemGO è un ragazzo umile e semplice, Walter Molino, puteolano con la passione per i dispositivi digitali e, soprattutto, per la propria terra. “Il progetto nasce per l’amore della mia città Pozzuoli – confessa il diretto interessato – e per una passione che mi accompagna da quando ero piccolo che è la programmazione. La mia città come tutti i Campi Flegrei sono una perla rara di straordinaria bellezza ed è per questo che appena posso, non perdo occasione per concedermi passeggiate tra questi luoghi unici. Fu proprio durante una delle tante visite presso l’Anfiteatro Flavio di Pozzuoli che realizzai di riportare l’esperienza reale dei totem sul web. All’interno dell’anfiteatro come anche in tanti altri luoghi come ad esempio i parchi, ci sono dei punti informativi, appunto totem, che descrivono le peculiarità di una parte specifica del posto. Pensai allora che in questo modo l’informazione sarebbe stata recepita in una maniera più interattiva dal visitatore, non più monolitica ma frammentata su più punti geolocalizzati con l’aiuto del gps. Il mio desiderio era anche quello di far avvicinare ancora di più le persone alla storia della propria città, semplicemente informandosi e raccontandola”.

totemgo1Insomma, TotemGO è il connubio tra il reale ed il virtuale e viceversa.

“C’è molto da raccontare in una città, non solo panorami, siti archeologici, ma anche le stesse strade, che percorriamo ogni giorno, conservano una storia spesso dimenticata, strade conosciute dai cittadini con un nome completamente differente dalla toponomastica ufficiale. Prendiamo ad esempio la zona porto di Pozzuoli in cui ogni strada, ogni vicolo, ha la sua storia: si pensi a ‘O cannalone, una delle strade che congiunge il porto con piazza della Repubblica, sott’a neve oppure ‘e piscinelle e così via. Sarebbe bello, pensai, che le persone potessero descrivere anche la storia delle strade condividendole in multi-lingua con il mondo”.

Com’è possibile utilizzare TotemGO?
totemvisita“La piattaforma funziona come se fosse un app ma non si scarica, basta solo registrarsi al sito www.totemgo.com. TotemGO funziona con qualsiasi dispositivo collegato ad internet, smartphone, tablet, pc e perché no anche smart-tv. Non ci sono cookie di profilazioni, non ci sono pubblicità, tutto completamente gratuito. Una volta terminata la registrazione, una mail con una password provvisoria arriverà all’indirizzo mail indicato nel form di registrazione. Ogni utente, una volta iscritto, avrà a disposizione una propria pagina personale in cui potrà fornire la propria descrizione, la professione e anche un link al proprio sito web, quest’ultima opzione è pensata, oltre che per le persone comuni, anche per guide turistiche e associazioni impegnate nella valorizzazione di un territorio. Una volta terminata la creazione della propria pagina personale, l’utente potrà creare posti e totem sia con il gps sia utilizzando direttamente le mappe. Una volta creato un posto con uno o più totem, sarà sempre possibile modificarli e cancellarli, si potrà modificare ogni cosa che si crea anche la posizione di un totem direttamente sulla mappa. In ogni sezione c’è un help che spiega cosa fare, ci sono anche dei video tutorial per ogni funzionalità che gli utenti possono liberamente visionare al seguente indirizzo, https://www.youtube.com/channel/UCVq0iXkcpD2LAfp2kLb8bAg“.

TotemGO è una app dinamica e polifunzionale.
“Il turista o l’utente in genere che utilizza TotemGO, potrà oltre che creare posti anche ricercarli sia con l’aiuto del gps sia con una ricerca testuale. C’è la possibilità di creare guide tematiche, ad esempio le spiagge dei campi flegrei. Le guide potranno contenere i posti creati anche da altri utenti. La guida, ma come qualsiasi altra cosa creata in TotemGO è immediatamente visibile al mondo e sarà possibile metterla su social network, basta un semplice copia e incolla della pagina. Ad ogni luogo, il turista, l’utente in genere, potrà anche scrivere un commento e fornire un voto, ma anche fare una segnalazione in caso di contenuti non appropriati. Ogni descrizione di un luogo potrà essere letta dalla voce del proprio dispositivo nella lingua di origine. Sia da un luogo che da una ricerca sarà possibile passare alla pagina della città dove vengono riepilogati tutti i posti, le guide, i giochi, gli eventi creati e anche le news direttamente prese dalle testate giornalistiche. TotemGO è una webapp per la valorizzazione del territorio, completamente indipendente e gratuita. Spero che vi piacerà”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.