Nasce lo sportello antiviolenza “Spazio Donna” promosso dall’Ambito: coinvolge Pozzuoli, Bacoli e Monte di Procida. Una sede a Cappella

Stamani al Comitato operativo della Protezione Civile a Monterusciello si è tenuta la conferenza stampa di presentazione dello Sportello Antiviolenza “Spazio Donna” promosso dall’Ambito 12, per un’intervento a sostegno delle donne in difficoltà promosso in sinergia tra i Comuni di Pozzuoli (capofila), Bacoli e Monte di Procida. Alla conferenza hanno partecipato il Sindaco di Pozzuoli Vincenzo Figliolia, gli Assessori alle Politiche Sociali dei Comuni di Pozzuoli, Bacoli e Monte di Procida, rispettivamente Lydia De Simone, Francesca Illiano e Gerarda Stella, il Dr. Camillo Daniele, Direttore del Distretto 35 dell’ASL Napoli2 Nord, l’Assessore alle Pari Opportunità ed alla Formazione della Regione Campania, Chiara Marciani e la Dr.ssa Enrichetta La Ragione dell’Ambito 12 per la presentazione del progetto.

fotosportello1Per il Comune Capofila la sede del Centro sarà in via Martini, per gli utenti del Comune di Monte di Procida e Bacoli la sede sarà in via Cappella a Monte di Procida (località “Pigne”) e sarà aperto ogni mercoledì (dalle ore 9:00 alle ore 14:00) ed ogni venerdì (dalle ore 13:00 alle 18:00). I centri antiviolenza da realizzare prevedono, infatti, un intervento articolato in più settori, in grado di agire su una molteplicità di destinatari e con l’ambizione di generare nuove consapevolezze tra i diversi attori territoriali, negli operatori e anche nella percezione dell’opinione pubblica.

fotosportello“Queste – afferma l’Assessore alle Politiche Sociali Francesca Illianosono iniziative concrete che danno senso all’istituzione dell’Ambito Territoriale che, peraltro, è partita quattro anni fa e che oggi si realizza. Il centro di Cappella sarà aperto già dai prossimi giorni, due volte a settimana, il mercoledì dalle 9:00 alle 14:00 ed il venerdì dalle 13:00 alle 18:00. Si tratta di sviluppare interazioni e cooperazioni finalizzate all’ottimizzazione degli interventi di presa in carico delle donne vittime della violenza di genere, favorire l’integrazione e la messa in rete degli interventi nel sistema dei servizi sociali e sanitari, per combattere la violenza contro le donne e fornire una risposta efficace al problema nell’ottica della protezione delle vittime, è di primaria importanza il raccordo con le attività specifiche del Distretto Sanitario. Tra l’altro quest’azione dà seguito a quella che noi come Comune di Bacoli avevamo già intrapreso circa un anno fa con lo sportello antiviolenza sulle donne “La Ginestra””.

sportello

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.