Cento Camerelle, Tomba di Agrippina, Anfiteatro Cumano e Terme di Baia: protocollo d’intesa tra Soprintendenza e Comune di Bacoli. Appuntamento giovedì 5 Maggio alla Casina Vanvitelliana

Per la valorizzazione del patrimonio archeologico di Bacoli, la Soprintendenza archeologia della Campania, con il Segretariato regionale MiBACT, e il Comune di Bacoli hanno elaborato un protocollo d’intesa per avviare una concreta collaborazione per la fruizione e la valorizzazione degli eccezionali monumenti archeologici presenti sul territorio comunale pertinenti all’antico sinus Baianus. Si tratta di un punto di partenza che intende soprattutto condividere un approccio e un metodo per consentire la visita di siti oramai chiusi al pubblico da troppi anni e per migliorare le condizioni di fruizione del complesso delle Terme di Baia.

tombagrL’accordo di valorizzazione prevede l’apertura infrasettimanale dell’Anfiteatro cumano, delle Cento Camerelle e della cd. Tomba di Agrippina per un giorno alla settimana dalle 9,30 alle 13,30. Cento Camerelle e Tomba di Agrippina, monumenti sui quali devono essere eseguiti lavori di restauro, saranno visitabili secondo itinerari limitati e con idonei accorgimenti per la sicurezza dei visitatori. Inoltre il Comune collaborerà con la Soprintendenza nell’accoglienza e nella manutenzione delle Terme di Baia mettendo a disposizione sei unità scelte tra il proprio personale e i lavoratori socialmente utili.

Grazie a questa iniziativa sarà inoltre possibile finalmente aprire il nuovo ingresso alle Terme da Piazza A. de Gasperi. Attraverso tale accesso il pubblico avrà una visione complessiva e suggestiva del monumento. Da sottolineare anche la contestuale apertura di un primo tratto di percorso accessibile per i disabili motori (Settore di Mercurio). Il protocollo prevede anche la costituzione di un tavolo tecnico tra Ministero e Comune per monitorare l’iniziativa, avviare nuovi progetti, condividere iniziative e progetti con Associazioni culturali, Scuole, imprese private, anche avviare raccolte di fondi per eseguire restauri.

centocamerelleL’ambizione del protocollo è quello di sperimentare forme condivise ed innovative di gestione che coinvolgano il territorio a partire dall’Ente Comune. La Soprintendenza è fermamente convinta che sia necessaria un’azione coordinata e di collaborazione per rilanciare il patrimonio di Baia antica, ivi compreso il gioiello rappresentato dal Parco Sommerso (che deve integrarsi con i monumenti a terra) il cui livello di conoscenza e di frequentazione, tanto tanto da parte degli abitanti del circondario quanto da parte dei turisti, sono assolutamente inadeguati e sottostimati rispetto alle reali potenzialità e al valore culturale e monumentale che sono invece di eccezionale rilevanza, con esempi unici di architettura romana di età repubblicana e imperiale.

La conferenza stampa in cui si formalizzerà e presenterà alla città il protocollo d’intesa si terrà Giovedì 5 Maggio 2016, alle ore 13:00, al piano superiore della Casina Vanvitelliana a cui sono invitati a partecipare tutti gli organi di stampa e la cittadinanza tutta.

Saranno presenti:
Josi Gerardo Della Ragione, Sindaco di Bacoli
Gennaro Di Fraia, Assessore al Turismo ed alla Cultura
Adele Campanelli, Soprintendente Archeologia della Campania
Francesco Sirano, Soprintendente funzionario di zona per Baia, Bacoli e Cuma

Tutta la cittadinanza è invitata a partecipare.

Un pensiero riguardo “Cento Camerelle, Tomba di Agrippina, Anfiteatro Cumano e Terme di Baia: protocollo d’intesa tra Soprintendenza e Comune di Bacoli. Appuntamento giovedì 5 Maggio alla Casina Vanvitelliana

  • 3 Maggio 2016 in 19:06
    Permalink

    Devo dare atto al giovane Sindaco ed a suoi collaboratori di aver dato una svolta alla città di Bacoli, oserei dire che si respira addirittura un’aria diversa, prima era statica, stagnante ed ora è in movimento, auguri e buon lavoro.

    Risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.