Strisce blu: un cittadino fa ricorso, il ministero ordina la sospensione ma il vice-Sindaco Di Meo rassicura: “Il dispositivo non è stato bocciato” (VIDEO)

Un cittadino ha presentato un ricorso presso il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti avverso la nuova regolamentazione della sosta a pagamento (più comunemente chiamate “strisce blu”) che l’amministrazione comunale ha adottato nello scorso mese di ottobre. Una regolamentazione che prevede la presenza di un maggior numero di strisce bianche sul territorio, di un unico abbonamento uguale per tutti (senza più distinzione di colori) e con dei vantaggi per chi abita nelle zone di confine tra Bacoli e Monte di Procida (leggi qui per saperne di più).

Come da prassi, con una nota del 17 Febbraio scorso il Ministero fa sapere al Comune che è stato presentato tale ricorso, che la stessa amministrazione comunale può e deve fornire le opportune controdeduzioni ed ha comunicato la sospensione del servizio a domanda individuale in attesa di esprimersi in merito a tale ricorso, a meno che da parte dell’amministrazione comunale non sopraggiungano motivi di urgenza tali da scongiurare la sospensione e mantenere attivo l’attuale dispositivo per la sosta a pagamento. Un urgenza che vi è confermata dal vice-Sindaco della Città di Bacoli Marco Di Meo che, ai microfoni di PacoSmart e di Quarto Canale Flegreo, fa chiarezza in merito:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.