Via Fusaro, fatiscente fabbricato abbandonato e pieno di rifiuti: un’ordinanza sindacale inchioda il proprietario a bonificarlo

Da diversi mesi è ormai di casa al Fusaro un senzatetto che, in compagnia del suo inseparabile cane, trascorre le sue giornate tra Viale Vanvitelli, Via Fusaro e Via Cuma anche se in passato era stato avvistato anche in Via Giulio Cesare (località Mazzoni), a Cappella ed a Baia. E’ un senzatetto che non crea alcun tipo di indolenza o fastidio alla collettività che, anzi, s’è dimostrata piuttosto solidale nei suoi confronti offrendogli da bere, mangiare e del vestiario.

20160214071348C’è un solo problema che però più che riguardare lui, riguarda un vecchio manufatto sito in Via Fusaro che è tenuto in uno stato pietoso e indecoroso. Si tratta di un edificio fatiscente, affacciato sulla strada, che un tempo era un locale commerciale ma che da decenni è in stato di abbandono ed è completamente pieno di rifiuti, sia quelli il materiale presente lì da anni sia quelli del senzatetto che va lì a ripararsi la sera. C’è una rete di recinzione a circondare l’area del manufatto, ma il senzatetto riesce a raggirarla e richiuderla ogni volta che vuole.

12714197_10207073401490837_1629092688_n12746066_10207073394450661_1766856289_nNegli anni scorsi il proprietario dell’edificio provvide ad un primo intervento di messa in sicurezza, rimuovendo dell’amianto, ma non basta: è necessario non solo ripulire l’area ma porre in essere ulteriori interventi atti a rendere impraticabile l’accesso alla struttura. Ed è proprio questo il contenuto dell’ordinanza n. 8 del 3 Febbraio scorso in cui il Sindaco ordina la “bonifica, messa in sicurezza e risanamento ambientale del fabbricato”. “Uno stato di pericolo igienico-sanitario – si legge nell’ordinanza – compromettente per l’incolumità pubblica e privata, oltre a rappresentare un esempio negativo per il decoro del contesto urbanistico circostante”.

 

12746005_10207073401010825_874869799_nDopo diversi sopralluoghi ed anche un verbale amministrativo del 21/01/2016 da 275, 10 euro emesso dal Comando di Polizia Municipale nei confronti del proprietario del fabbricato, con tale ordinanza il Sindaco ordina al proprietario “di provvedere con la massima urgenza (e comunque entro e non oltre il termine di 60 giorni dalla notifica della presente), alla bonifica e messa in sicurezza del fabbricato, al ripristino delle condizioni di sicurezza igienico-sanitaria ed ambientale, al ripristino delle condizioni di sicurezza pubblica e privata, all’eliminazione del degrado strutturale ed architettonico dell’immobile ed alla chiusura dei vani esterni con materiale compatibile con l’ambiente. Si dispone – inoltre – che in caso di inottemperanza, si procederà all’esecuzione in danno dei soggetti responsabili ed al recupero delle somme anticipate da questa Amministrazione, nonchè a presentare denuncia alla competente Autorità Giudiziaria”.

Ed il senzatetto? L’Assessorato alle Politiche Sociali fa sapere che in tempi brevi gli verrà trovata un’adeguata sistemazione di concerto con l’assistenza sociale e gli uffici dei servizi sociali del Comune di Bacoli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.