Giovedì d’Autore, domani il 5° appuntamento a Villa Cerillo: “Kuge. Così Celesti i Fiori nel Vuoto” con Vincent Jack Sparrow

Continua il Giovedì d’Autore, la rassegna bisettimanale dedicata alla letteratura e alla cultura dedicata quest’anno al compianto prof. Francesco Pisano con il patrocinio del Comune di Bacoli e la collaborazione della biblioteca.

L’appuntamento è giovedì 11 febbraio (domani) alle 16:30, come sempre nella splendida Villa Cerillo, sede della biblioteca comunale, dove il professor Giovanni Pugliese presenterà, insieme all’autore, “Kuge. Così Celesti i Fiori nel Vuoto” di Vincenzo Crosio, in arte Vincent Jack Sparrow: Jazz Poetry sull’erranza e sull’estetica della metafisica.

locandina giovedi 1La Jazz Poetry è un genere che inizia a diffondersi nell’America degli anni Venti, presso le comunità afroamericane che unirono le due forme artistiche del jazz, che proprio in quegli anni si evolveva, e della poesia, che si allontanava sempre più dalle convenzioni metriche e stilistiche tradizionali. Per lungo tempo è stata considerata un tipo di cultura “fuori dal coro”, adottata in particolare negli anni Cinquanta dai poeti della Beat generation.

La raccolta di poesie “Kuge. Così Celesti i Fiori nel Vuoto” unisce allo stile della jazz poetry la contemplazione zen del reale, suscitando un particolare senso universale di meraviglia del mondo esterno in un connubio originalissimo, a cui sicuramente vale la pena di assistere.

“Kuge, così celesti i fiori del vuoto”, raccolta poetica, intende render noto- poeticamente- di istanti quotidiani e non, in cui la meraviglia del mondo ci appare spesso come un traslucido. Si tratta della metafisica del reale, che ha pochi momenti per apparire alla percezione degli uomini contemporanei. Ci vuole attenzione, mente libera e quel pizzico di anarchia mentale, per fotografare questi momenti. La magia del mondo, la sua narrazione è possibile. L’arte e la poesia in particolare ha questo compito, non di descrivere il mondo, ma di renderlo fruibile nel senso della meraviglia, così come Platone ed Aristotele e poi i fenomenologi intendono quello shock cognitivo che il mondo esterno, o il sentimento dell’altro ci provoca. Questa meraviglia è universale, popolare se vogliamo. E’ lo spirito sopito della nostra attenzione. (Vincenzo Crosio)

CLICCA QUI PER IL CALENDARIO COMPLETO DEL “GIOVEDì D’AUTORE”

 locandina giovedi 2

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.