Al Borgo del Casale riprende la festa e la magia con Cappella Futura: grande successo ieri con “L’Ospite Clandestino”

Ogni volta è sempre una magia. Ogni volta è sempre speciale. Non smette mai di stupire l’associazione socio-culturale “Cappella Futura”. Dopo la pausa estiva del mese d’agosto, al Borgo della Chiesa del Casale riprendono gli appuntamento con la musica, la cultura, l’arte ed il teatro che caratterizzano la V° edizione del “Borgo in Festa”.

11988384_912798445462122_8196668888890110389_n Stavolta quello che oramai è acclarato come un teatro a cielo aperto, si  trasforma in un salottino dal quale godere le performance degli attori in  scena stando seduti a tavolino e gustando un fritto misto di mare offerto  dall’associazione che, anche grazie alla direzione artistica di Salvatore  “Pogliana” Illiano, cerca di rendere sempre più originale e “appetibile”  il fascino del borgo antico di Cappella. Ecco, questa vuole dire  “valorizzazione”, quella “valorizzazione” di cui spesso in molti si lavano la  bocca. Valorizzare un qualcosa vuol dire proprio questo. Innanzitutto  farlo conoscere (perchè in molti a Bacoli e Monte di Procida non  conoscevano questo slargo di “Cappella Vecchia”), poi attirando visitatori e spettatori, usare l’inventiva e l’ingegno per renderlo unico nel suo genere.

11995962_912798252128808_4826392198711751835_nObiettivo completamente centrato, anche perchè finora le serate sono quasi tutte da sold-out, a dimostrazione che tra i cittadini di Bacoli e Monte di Procida, tra i cittadini flegrei, c’è una sete di cultura accumulatasi nel corso degli anni a causa di istituzioni (locali e nazionali) poco attente al tema. E non c’è pausa estiva che tenga: successo di pubblico e di critica nella serata di venerdì, con il reading-musicale “Viaggio nell’Incandescente” di Francesco Gentile (con la regia di Franco Napolitano) e grande partecipazione anche nella serata di ieri. Tutto pieno, in ogni ordine di posto.

11990665_912799065462060_7286254961120552596_n Le serate al Borgo del Casale stanno diventando un  appuntamento fisso in cui non bisogna mancare. Un modo diverso di  trascorrere il fine-settimana. Il piacere di scoprire una nuova realtà. Non  rappresenta una novità, invece, la bravura e l’armonia che regalano sul  palco naturale del Casale la compagnia teatrale “La Barraca” che ieri ha  allietato gli spettatori presenti in piazza con “L’Ospite Clandestino”, la  commedia in tre atti di Salvatore Illiano e Luciano Piccolo che è una  rivisitazione di quel “Caviali e Lenticchie” che Benedetto Casillo ha  riportato a teatro tanti anni dopo Nino Taranto. E’ un vortice di emozioni,  risate e divertimento. Un crescendo di sensazioni diverse che si accavallano in un’unica trama. Il pubblico si sente coinvolto nelle scene ed è come se le vivesse. Un pubblico che osserva, ascolta e soprattutto ammira la passione con la quale recitano tutti i membri della compagnia. E nonostante in molti avevano già assistito alla stessa commedia, ogni volta è un piacere che si rinnova.
Perchè ogni volta è sempre una magia, la magia di Cappella Futura e del Borgo del Casale in Festa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.