Liquidazione e scioglimento del Centro Ittico: l’Ass. Parisi ed il Sindaco spiegano – Video

Il Consiglio Comunale in seduta straordinaria che si tiene a Villa Cerillo Sabato 1° Agosto prevede un solo punto all’ordine del giorno: la messa in liquidazione e lo scioglimento del “Centro Ittico Campano S.p.a.”.
Tutti i beni della società partecipata non saranno alienabili da parte del liquidatore nominato ma saranno avocati al patrimonio del Comune di Bacoli. “Per motivi di economicità, trasparenza ed osservanza degli obblighi di legge – fanno sapere l’Assessore al Bilancio Alessandro Parisi ed il Sindaco Josi Gerardo Della Ragione – percorriamo una strada che avevamo già ben illustrato durante la campagna elettorale tanto da iscriverla chiaramente nel programma di governo della città”.

“Il bilancio 2014 del CICsottolinea l’Ass. Parisiha perdite per 1 milione ed 800mila euro circa ed è da quattro anni che è sempre in passivo. Questo, unitamente ai rilievi fatti dalla Corte dei Conti, con la delibera n. 196 del 15 Luglio scorso ed agli obblighi normativi che siamo tenuti a rispettare, ci ha messo nelle condizioni di dover accelerare l’avviamento della procedura di dismissione della partecipata proponendone la liquidazione. Un processo inevitabile, anche perché per salvare il CIC si renderebbe necessaria una ricapitalizzazione da parte del Comune di Bacoli che, è bene ricordarlo, è l’azionista di maggioranza della società ed, al tempo stesso, il soggetto che vanta il maggior numero di crediti da parte della stessa. Una ricapitalizzazione pari ad oltre 800mila che non è possibile”.

“Si tratta di un atto dovuto nei confronti della cittàha asserito il Sindaco Della Ragioneperché l’avevamo detto a più riprese durante la campagna elettorale. In troppi in passato occupano ed hanno occupato abusivamente le aree del Centro Ittico Campano ed in tanti, troppi, in passato sono stati abituati a non pagare i canoni di locazione. Un trend che ha portato alle continue perdite degli ultimi anni ed alla situazione di abnorme passività che oggi la nuova amministrazione si ritrova a fronteggiare e che è sua intenzione porre fine. Dopo la messa in liquidazione, attraverso bandi pubblici sarà possibile assegnare i lotti del Centro Ittico per far sì che anche le aree intorno al Lago Miseno ed al Lago Fusaro siano rilanciate e valorizzate. I beni del Centro Ittico Campano – conclude il Sindaco – tornano, finalmente, nelle mani dei cittadini di Bacoli”.

Fonte: Comune di Bacoli

Questa l’intervista sul tema rilasciata dall’Ass. Parisi a Quarto Canale Flegreo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.