“Antro Versi”: all’Acropoli di Cuma rievocata la storia antica con letture e conversazioni – Foto

Nella mattinata di ieri si è tenuta la prima di edizioni di “Antro Versi”, un incontro dall’intenso valore artistico-culturale tenutosi sulla rocca dell’Acropoli di Cuma, davanti all’ingresso del famoso Antro della Sibilla, in cui i visitatori hanno potuto ricordare la storia antica rievocata da conversazioni e letture dedicate ai Campi Flegrei ed interpretate, sia musicalmente che vocalmente, da diversi artisti che si sono susseguiti.

La manifestazione, promossa  dall’Associazione “Jazz  and Conversation”, organizzatrice anche del  Pozzuoli Jazz Festival, nasce  come momento per celebrare  la suggestione di un luogo tra i più venerati dell’antichità,  quale  l’antro della sibilla, e si fa portavoce di una forte volontà  civica,  che raccoglie singoli cittadini, artisti e intellettuali profondamente rammaricati per la chiusura di un sito così unico e straordinario e desiderosi di una pronta apertura. L’appuntamento vuole essere, dunque,  soprattutto un appello per scuotere il mondo culturale e politico a intraprendere tutte le azioni necessarie alla riapertura del sito nel più breve tempo possibile.

Sono intervenuti con letture e recitazioni di versi Mario Sirpettino, Mariella Fabbris, Angela Cicala, Arturo Delogu , Luigi Necco, Francesco Escalona, Angela Giustino, Adele Pandolfi, Paolo Licastro, Paolo Palopoli, e ancora il pittore Antonio Isabettini con i suoi splendidi dipinti ispirati e dedicati al territorio, che continua così il suo Pit Tour creando in diretta le sue opere d’arte.

Dopo le varie esibizioni c’è stata la visita guidata al sito dell’acropoli cumana con il gruppo archeologico Kyme i cui componenti, di recente, sono stati proprio nella cittadina greca con la quale Bacoli è gemellata per rinsaldare quel legame mai sopito tra la nostra terra e le antiche origini della Magna Grecia.

 

Questa la fotogallery dell’evento (a cura dell’ufficio stampa Marella Brunetto):

Un pensiero riguardo ““Antro Versi”: all’Acropoli di Cuma rievocata la storia antica con letture e conversazioni – Foto

  • 8 Agosto 2015 in 18:27
    Permalink

    Buongiorno Dott cucco, sono piacevolmente sorpreso della esistenza, che lei mi rivela, di un “gruppo archeologico kyme”, probabilmente visitatori del noto sito anatolico.
    Recentemente, con il valoroso archeologo nonchè dipendente comunale elio Samuele guardascione ed altri amici abbiamo visitato i gemellati greci euboici di kymi, se è questo che voleva dire.
    Colgo l’occasione per rammentarle che il mio commento ad un suo sconclusionato post di qualche settimana fa è ancora in attesa di moderazione; anche questo commento avrà il medesimo destino?
    Ringrazio e saluto
    Fabio Carlevaris

    Risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.