A Cava Lubrano è andato a fuoco l’amianto: area posta sotto sequestro. Ora la bonifica

In data 22/08/2015 il Comando di Polizia Municipale del Comune di Bacoli ha provveduto a notificare il sequestro della Cava Pozzolana Flegrea – Cava Lubrano sita in Via Castello a Bacoli. Dai rilevamenti effettuati dall’Arpa Campania la settimana scorsa, in data 13/08/2015, a seguito dell’incendio avvenuto il 9/08/2015, si evince che i frammenti di manufatto cementizio erano di amianto.

Ora l’Arpac, in un documento inviato ieri, il 21/08/2015, chiede al Sindaco di Bacoli di provvedere ad un’indagine ambientale ai sensi dell’art. 242 del D. Lgs. 152/06 al fine di verificare le concentrazioni della soglia di contaminazione (CSC) delle matrici ambientali coinvolte.
Dopo aver ordinato di porre sotto sequestro l’area, il Sindaco Della Ragione ha preso i seguenti provvedimenti: “Abbiamo pronto un intero incartamento da consegnare alla Procura della Repubblica arricchendo il copioso fascicolo già inviato nei giorni scorsi sul caso. Parimenti lunedì partirà una nuova ordinanza sindacale con cui obbligheremo i titolari della Cava non solo alla messa in sicurezza degli spazi coinvolti, ma anche allo smaltimento ed all’indagine ambientale. In sintesi, chiederemo ai titolari di effettuare l’opportuna bonifica della cava sulla quale non smetteremo mai di vigilare”.

Fonte: Comune di Bacoli

Un pensiero riguardo “A Cava Lubrano è andato a fuoco l’amianto: area posta sotto sequestro. Ora la bonifica

  • 24 Agosto 2015 in 11:25
    Permalink

    Gentile Sindaco, non sarebbe forse opportuno chiedere a tutta la cittadinanza di liberarsi dell’amianto che ci circonda?
    Penso che i cittadini non sappiano nemmeno che mokti dei canalu di sgro do sono ancora in amianto, alcune fecali esterne, molti tettucci di pseudo costruzioni …
    E anzi, visto che noi non sappiamo riconoscerlo, mandi lei in giro una commissione che sappia riconoscerlo.

    Risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.