Gli studenti del Liceo di Bacoli creano una App e concorrono ad un premio nazionale

StoryMakeApp , verso la scuola del futuro. Parte la sfida: in una competizione tra le varie scuole italiane il Liceo di Bacoli , con la sua nuova app, rappresenta il territorio flegreo.

RAGAZZILICEO Il liceo di Bacoli Lucio Anneo Seneca lancia un’importante novità: gli studenti  della classe IV B dell‘istituto, sostenuti dalla docente coordinatrice Matilde Iaccarino,  hanno creato una vera e propria impresa secondo il modello Junior Achievement  Italia. Junior Achievement si propone di avvicinare i giovani al mondo del lavoro,  attraverso programmi concreti di imprenditorialità e gestione aziendale. L’impresa JA,  che gli stessi studenti hanno denominato β-Ray, ha prodotto un’app,   “StoryMakeApp”; l’applicazione nasce come software educativo indirizzato a bambini  e ragazzi. In particolare puo’ essere utilizzata grazie alle sue funzioni da bambini di  scuole dell’infanzia ed elementari. Essa consiste in un generatore di storie in cui, grazie  a delle variabili, ogni bambino ha la possibilità di cambiare a proprio piacimento la  storia, i personaggi principali e secondari, i luoghi e molto altro. E’ disponibile al  momento solo in italiano, ma presto sarà disponibile anche in versione inglese.

L’impresa β -Ray coinvolge 23 studenti di età compresa tra i 17 e 19 anni. Gli studenti gestiranno la propria impresa JA nell’ arco dell’anno scolastico. Hanno eletto un consiglio di amministrazione e individuato tra loro un amministratore delegato e altri manager di funzione. Attraverso la vendita di azioni a parenti, amici e docenti, hanno raccolto un capitale per finanziare la produzione e la commercializzazione della loro app. Alla fine della loro esperienza, gli alunni potranno partecipare al premiomigliore impresa JA 2015”, una competizione nazionale che si terrà a Milano, nella prestigiosa sede di borsa italiana.

Junior Achievement ha dimostrato come sia possibile avvicinare gli alunni al mondo del lavoro in modo innovativo ed originale , inserendosi in una prospettiva futura che prevede una formazione completa per i ragazzi, sia da un punto di vista didattico che professionale.

A cura di Luca Ciccarello, studente del Liceo Seneca di Bacoli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.