I 10 buoni propositi di Freebacoli per il 2015: sarà #tuttanatastoria

10151162_814737135255385_1563067288778336557_nE’ appena iniziato l’anno che ci traghetterà verso le elezioni.

Ognuno di noi ha i suoi buoni propositi rinchiusi in un cassetto. Freebacoli, i suoi, li ha già ampiamente condivisi con la cittadinanza in questi anni e, elaborati ed amalgamati fino a formare un tutto, andranno a costituire il nostro programma elettorale da diffondere ed illustrare nei prossimi mesi, affinchè la “x” apposta nel segreto dell’urna sia il più possibile consapevole e responsabile.

Insieme ai nostri migliori auguri per l’inizio del nuovo anno, intendiamo condividerne con voi i punti salienti, qui esposti in maniera schematica.

Per ogni singolo punto avremo bisogno del vostro aiuto, con la speranza che non li rinchiudiate in un cassetto.

Noi non lo faremo.

  • Politica Flegrea

Iniziare una politica di condivisione con i comuni dell’area flegrea sui temi del turismo, delle politiche sociali, dei trasporti, dell’ambiente e dell’occupazione. Individuare le singole potenzialità di ogni territorio e metterle a sistema, in un’ottica biodistrettuale.

  • Beni Culturali e turismo

Acquisire la gestione dei beni storico-archeologici ed affidarli a cooperative di giovani, con il compito di valorizzarli e renderli fruibili, creando occupazione.
Sviluppare la cultura dell’accoglienza attraverso incentivi e meccanismi di ricettività diffusa. Il turismo è la base da cui dobbiamo ripartire.

  • Messa a reddito del patrimonio comunale

Acquisire i beni del Centro Ittico Campano e sciogliere la S.p.a. Predisporre un regolamento per la gestione del patrimonio comunale, permettendo la creazione di luoghi di aggregazione e strutture per la collettività e traendo profitto dalle risorse del territorio: il bilancio comunale non può essere sanato esclusivamente imponendo tasse ai cittadini.

  • Ambiente e politiche ecosostenibili

Iniziare una reale bonifica a 360°, partendo dai dati già acquisiti o acquisibili ed incrementando gli stessi attraverso un’opera di monitoraggio del territorio e dell’incidenza tumorale ad esso riferibile. Migliorare il sistema di raccolta rifiuti in modo che costituisca un serio vantaggio economico per i cittadini. Attuare politiche volte alla riduzione dell’impatto ambientale.

  • Trasparenza e partecipazione alla vita pubblica

Riportare i cittadini ad essere protagonisti dell’Amministrazione tramite istituti di democrazia partecipata. Dare massima pubblicità ai lavori del Consiglio Comunale e al Bilancio, prevedendo sedute in cui i cittadini possono dire la propria sulle scelte politiche ed economiche della città.

  • Legalità e sviluppo

10561576_767130583349374_4671803161273221765_nAttuare le normative nazionali in tema di protocolli di garanzia all’atto dell’assegnazione di lavori pubblici. Attuare, nell’agire politico-amministrativo, azioni che si uniformino a principi comunamente acquisiti che attengono all’etica ed all’onestà.

  • Una nuova idea di mobilità

Migliorare la viabilità del paese attraverso la realizzazione di grandi parcheggi di interscambio nelle zone perimetrali della città e creando sistemi di trasporto alternativo. Introdurre una tariffazione equa per le aree di sosta e prevedere maggiori controlli nei periodi festivi. Riaprire le vie del mare e portare il concetto di intermodalità del trasporto anche a Bacoli.

  • Scuola e formazione

Porre fine alla svendita dei plessi didattici ed iniziare un’opera di manutenzione e ristrutturazione degli stessi. Mettere a disposizione le strutture anche negli orari extracurriculari per intraprendere attività sportive e laboratori culturali. Improntare il servizio mensa su criteri di massima ecosostenibilità e tracciabilità dei prodotti.

  • La cultura dello sport

Riqualificare gli impianti sportivi abbandonati e trovare nuovi spazi da destinare ad attività sportive. Istituire nuovi meccanismi di utilizzo degli stessi che garantiscano la massima fruibilità ed equità di utilizzo. Impostare un costante dialogo con le realtà sportive locali e con i Comuni limitrofi per la realizzazione di eventi locali e non.

  • Politiche di solidarietà

Realizzare progetti di integrazione sociale per infanzia, anziani e disabili. Effettuare una mappa dettagliata del disagio sociale, con attenzione alle nuove forme di povertà. Incentivare azioni di volontariato volte all’assistenza delle fasce sociali più deboli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.