Giudice di Pace, ultimo tentativo per evitare il trasferimento da Pozzuoli

tribunale-pozzuoli_original-2I sindaci di 4 Comuni dell’area flegrea hanno siglato oggi al Tribunale di Napoli un’istanza, indirizzata al ministro della Giustizia, Andrea Orlando, per il mantenimento del Giudice di Pace di Pozzuoli nel comprensorio flegreo.

Erano presenti alla firma Vincenzo Figliolia, sindaco del Comune di Pozzuoli; Maria Grazia Nicolò, delegata della Commissione straordinaria a cui è affidata la gestione amministrativa del Comune di Quarto; Ermanno Schiano, sindaco del Comune di Bacoli; Francesco Paolo Iannuzzi, sindaco del Comune di Monte di Procida. I territori dei Comuni di Pozzuoli, Quarto, Bacoli e Monte di Procida formano il circondario dell’ufficio del Giudice di Pace di Pozzuoli. Il Decreto legislativo 156/2012 ha disposto la soppressione, tra gli altri, dell’ufficio del Giudice di Pace di Pozzuoli e l’accorpamento all’ufficio di Napoli.

La normativa prevede la possibilità che i Comuni interessati, consorziati tra loro, possano richiedere il mantenimento degli uffici del Giudice di Pace, facendosi carico delle spese di funzionamento ed erogazione del servizio. A tale scopo, tenendo conto delle innegabili difficoltà finanziarie in cui versano gli enti locali, i Sindaci dei 4 Comuni si sono impegnati a siglare una convenzione per la gestione associata dell’ufficio del Giudice di Pace di Pozzuoli. Il documento ufficiale è stato trasmesso al ministro Orlando la cui decisione di approvare la richiesta di proroga del mantenimento dell’ufficio del Giudice di Pace di Pozzuoli è necessaria alla sottoscrizione della convenzione tra i 4 Comuni che si faranno integralmente carico delle spese di funzionamento, erogazione del servizio e del fabbisogno di personale amministrativo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.