Maltempo, rinviata la “Festa del Mare”: si riparte il 27 agosto – Video

Un Luglio dalle condizioni meteo non proprio estive. Sarebbe questa la causa della sospensione della “Festa del Mare” iniziata lo scorso Martedì 8 ed in programma sino a domani sera, nella villa comunale di Bacoli. I componenti dell’associazione “Amici del Mare” hanno infatti interrotto la manifestazione locale per le condizioni avverse. Troppo vento e temperature basse infatti hanno ridotto di molto la partecipazione cittadina nei primi tre giorni rispetto agli altri anni, mettendo a rischio anche la stabilità dei gazebo allestiti per l’evento.

E così dopo aver diramato un avviso tra i cittadini del centro storico, gli organizzatori Antonio e Giorgio tengono a precisare le loro posizioni in merito. Nell’intervista rilasciata a Freebacoli hanno non solo spiegato i motivi alla base del rinvio, ma anche la causa della sfiducia e della demotivazione sentita quest’anno. Lanciando un appello a tutti i bacolesi, i due componenti dell’associazione locale, richiedono sia un aiuto pratico nella gestione organizzativa della Festa, che un supporto tecnico per gli iter burocratici ed amministrativi da rispettare.

Come affermano in video infatti, i due volontari invitano chiunque voglia visionare il bilancio della Festa, a partecipare ai lavori del gruppo ed a comprendere che contrariamente a quanto si pensa, le finalità dell’evento non sono lucrative ma puramente di promozione e valorizzazione di Bacoli.

“Programmi ed attività possono anche non piacere – hanno dichiarato i due – ma differentemente a chi critica soltanto, noi almeno ci proviamo a fare qualcosa. Sbagliamo? Che ci vengano in aiuto tutte quelle persone che pensano di poter far meglio di noi. Gli amici del mare hanno le porte aperte per tutti. Ben vengano proposte per migliorare l’evento. Aiutateci invece di criticare”. E intanto si dà appuntamento a tutti i cittadini di Bacoli e dintorni, per la settimana dal 27 al 31 Agosto, dove la Festa sarà ripetuta integralmente per 5 giorni con lo stesso programma ma (si spera) una pubblicizzazione e partecipazione popolare migliore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.