Bilancio, denuncia dei revisori alla Corte dei Conti: “Situazione gravissima”

La barca è affondata, i revisori scrivono alla Corte dei Conti: “La situazione di bilancio del Comune di Bacoli è gravissima”.

Dopo ben due bocciature del rendiconto di gentione 2013, il collegio dei revisori dei conti continua la sua opera di controllo dello stato economico e finanziario delle casse dell’ente municipale. Confermando quanto più e più volte negli anni, come Freebacoli ed in consiglio attraverso gli inteventi dei consiglieri Josi Gerardo Della Ragione ed Adele Schiavo.

L’ultima stoccata arriva sull’anticipazione di Tesoreria. Fondi vincolati, per milioni e milioni di euro, sono stati utilizzati per coprire l’asenza di liquidità e quindi per pagare spese correnti. E non solo per l’anno 2013, ma almeno dal 2011 ad oggi. Una cattiva abitudine, svolta “contra legem”, che rende ancor meno attendibili i bilanci via via approvati in assise civica dalla maggioranza di governo alla guida di Bacoli da circa 4 anni e mezzo.

Non è un caso che la stessa Corte dei Conti ha deciso di aprire un fascicolo d’inchiesta sul Consuntivo 2012, in cui si palesano gravi irregolarità anche sul fronte dell’anticipazione di Tesoreria. Anche in questo caso la giunta comunale ed il sindaco, ad oltre un mese di distanza dalla richiesta di chiarimenti fiunta da parte della magistratura contabile, continuano a mentenere all’oscuro la popolazione circa la drammatica realtà.

Per questo, come sempre accaduto in passato e dando seguito ai principi di trasparenza che animano la nostra azione per il bene della città, pubblichiamo la nota del Collegio dei Revisori dei Conti. Solo così, informando la cittadinanza, si potrà realizzare una reale democrazia che parta dal basso.

Parimenti chiediamo con forza, attraverso il Gruppo Indipendente, che venga convocato urgentemente un consiglio comunale di confronto circa l’approvazione del prossimo bilancio di previsione per l’anno 2014. E se i chiarimenti non dovessero arrivare, è giusto che chi è stato deputato a governare il paese, si assuma le proprie responsabilità, giuridiche e soprattutto politiche.

E’ fine luglio, quasi agosto, ma noi restiamo ancora qui: al servizio della città.

10521715_701743403195040_325670169_n 10567311_701743456528368_337514514_n 10566630_701743483195032_1636363238_n

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.