Marco Di Meo: “Bisogna votare solo chi è davvero credibile” – Video

10351915_730252010370565_339614547788099616_nNel corso dell’evento “Tutta n’ata storia” si sono trattati tanti temi quante sono le “colonne portanti” del programma elettorale di Freebacoli.

Uno ad uno, si è cercato di presentare le proposte principali con le quali ci apprestiamo a rinnovare la città. I pochi minuti a disposizione ovviamente sono serviti per mostrare le idee generali alla base di esse, lasciando alla nostra sede ed a quest’altro anno che ci resta prima delle comunali del 2015, la possibilità di confrontarci con i cittadini e di spiegare ogni singolo dettaglio. Ogni candidato infatti ha illustrato ciò che Freebacoli ha in mente di fare con le risorse della città, nonché l’area tematica alla quale più si è dedicato in questi anni. Ad introdurli c’è stato il candidato sindaco Josi Gerardo della Ragione

Ci è stato chiesto: da molti, perché un anno prima? Perché abbiamo bisogno di dirlo un anno prima che Freebacoli si candida, con un programma politico preciso ed un candidato sindaco già deciso? Vi sembrerà strano, ma noi non abbiamo nulla da nascondere. Riteniamo che la politica sia un’arte nobile. A un anno dalle elezioni, vi offriamo trasparenza sin dall’inizio, dicendovi già il nostro tavolo tecnico e le proposte su di esso per servire la città. Poiché la politica non è comando, ma servizio per la comunità. E noi intendiamo servirvi in maniera trasparente. Ma questa città ha avuto una lista che si presentasse un anno prima. Non vogliamo arrivare a Gennaio 2015, come faranno purtroppo in molti, per vendersi quei 4,5,600 voti al miglior offerente per vincere. Noi non vogliamo vincere. Il nostro obbiettivo più alto è amministrare per il bene della città”.

A rincarare la dose c’è stato il sesto candidato in lista, Marco di Meo, laureando in Giurisprudenza presso la Federico II che in tante altre occasioni pubbliche avete avuto modo di apprezzare per i suoi interventi incisivi e carichi di grinta. Anche Marco fa da anni parte di Freebacoli, rivestendone il ruolo di tesoriere e segretario. Componente del gruppo “bilancio ” di Freebacoli, ha sempre messo le sue competenze al servizio dei cittadini, studiando ed analizzando gli atti ufficiali del Comune, elaborando proposte da portare in Consiglio Comunale e impegnandosi a diffonderle tra i cittadini.

Il 7 Maggio scorso ci ha parlato di un tema estremamente delicato, sul qale abbiamo organizzato numerose iniziative e assemblee: la situazione del Centro Ittico Campano.

“Non mi sarei mai candidato se non fossi convinto che Bacoli è ricca di risorse e di potenzialità e per questo ce la possiamo fare e possiamo “risorgere”. Un esempio su tutti , di cui stasera vi parlerò, è il Centro Ittico Campano. Una società interamente di proprietà del Comune di Bacoli che ha un vasto partimonio immobiliare, pari al 20% dell’intera città, dal quale questa e le passate amministrazioni non solo non sono state capaci di guadagnare 1produrre un utile per la collettività, ma addirittura sono stati in grado di perderci! Vorrei vedere chi tra voi, pur non essendo laureato o tecnico, riuscirebbe per anni a perdere soldi dal fitto di un bene proprio! E’ assurdo! Parliamo dei laghi miseno e fusaro e dei terreni circostanti: un’area di grandissimo pregio che dovrebbe creare posti di lavoro, ma che fin’ora è stata sfruttata solo per fare arricchire pochi a discapito di molti.

Noi abbiamo illustrato la nostra proposta in varie assemblee, anche nelle periferie.

Ne abbiamo parlato anche in Consiglio Comunale, ma con questi politici è tutto inutile poiché con loro non si può dialogare! E questo non perché loro abbiano idee diverse dalle nostre, se fosse così almeno ci sarebbe un sano confronto. Il peggio di queste persone è che non hanno alcuna idea, non hanno alcun programma per il bene e il futuro di questa città. E non l’hanno mai avuta.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.