“Festival delle idee politiche”, a Pozzuoli convegni e promozione del territorio

anfi4081853681_71b5c9b77b-d3d60Dopo essere stato presentato Sabato scorso al Palazzo Toledo di Pozzuoli e anticipato da diverse serate di gala per il finanziamento del progetto, il “Festival delle idee politiche” finalmente viene ufficializzato ed arriva al pubblico con il suo programma ricco di appuntamenti. Innanzitutto, per chi ancora non sapesse di cosa stiamo parlando, chiariamo che si tratta di una tre giorni, svolta sul territorio flegreo (con particolare concentramento nel Comune di Pozzuoli) durante la quale si alterneranno visite archeologiche guidate, convegni propositivi per migliorare il territorio, esposizioni, gallerie d’arte, spettacoli ludici e tanto altro ancora.

Il tutto per valorizzare le eccellenze locali, coordinandole tra i vari settori coinvolti (istituzionale, geologico, enogastronomico, culturale, musicale, teatrale etc.) e uscire così con un’idea comune per promuovere e sistemare i Campi Flegrei. Il Festival, alla sua prima edizione, conterà 3 giorni di iniziative (in orario continuo 9:00/21:00) dal 25 al 27 Maggio ed è stato reso possibile grazie alla collaborazione tra diversi enti: le associazioni Città Meridiana, Diario del Viaggiatore e Reset, la Società di Studi Politici di Napoli, l’Istituto italiano per gli Studi Filosofici, l’amministrazione puteolana e non meno importanti le scuole superiori del territorio e le università napoletane. Dal comitato scientifico, attraverso un comunicato, fanno sapere che

Obiettivo è, come accennato, la produzione di discorso e confronto pubblico intorno al tema “idee politiche”. La formulazione modulare di conferenze, dibattiti e spettacoli, mostre, dispiegata durante l’arco di tre giorni, invita i partecipanti a trattenersi sul territorio nelle forme che ritengono più congeniali, il che coinvolge strutture alberghiere, ristoratori, guide turistiche, volontari e studenti. Tali prospettive di approccio al territorio invitano alla scoperta di aspetti meno noti che, coniugati alla unicità paesaggistica, possono contribuire al rilancio internazionale dell’intera area. Si tratta di una proposta culturale a carattere permanente che può diventare tratto caratteristico qualificante di una città in grado di pensarsi e auto-rappresentarsi fuori dai luoghi comuni, talvolta ingenerosi, nonché un’occasione di crescita civile, presupposto strategico di un sano sviluppo>>

Ma la politica strettamente amministrativa non sarà l’unica protagonista della rassegna. La manifestazione infatti, mira a coinvolgere tutti gli aspetti di questo termine, inclusa la cultura, la storia, il teatro, la musica, la cinematografia e tutto ciò che di meglio ha da offrire il territorio flegreo, agli ospiti che presenzieranno l’evento. Oltre ad un nutrito gruppo di giornalisti di livello nazionale, parteciperanno al Festival anche il sindaco di Corigliano d’Otranto nonché ideatrice del Festival della filosofia in Magna Grecia Ada Fiore ed il console dell’ambasciata portoghese in Italia.

Al comitato organizzatore, per quanto concerne la visibilità mediatica e l’informazione, partecipa anche Freebacoli i cui esponenti terranno anche degli interventi sul Bio-Distretto Flegreo e su proposte politiche concrete per migliorare il territorio, nonché accompagneranno i visitatori per i tour archeologici in itinere. Pubblicheremo altri articoli per tenervi costantemente aggiornati sul programma e sulle attività svolte.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.