Video – “Chi ha inquinato deve pagare”, Napoli è una bolgia: ascolta il boato

manifestazione napoliSono tante le parole che dovrebbero essere scritte su carta per dare il senso, almeno la percezione, di ciò che è accaduto a Napoli. Per trasmettere, nel virtuale, cosa significa essere goccia di un unico fiume. Una missione impossibile, disumana.

Ciò che è possibile trasmettere è la semplicità dei molti che ha reso storica ed unica una giornata indimenticabile.

Con un video, che rende parzialmente l’idea delle oltre 150.000 persone che hanno sfilato in città, ed un post, quello di Vincenzo Della Ragione, tra i duecento giunti nel napoletano da Bacoli e Monte di Procida.

Il post

“Il 16 Novembre 2013 il #FIUMEINPIENA ha sfondato una delle dighe piú importanti: “il BENE comune”.

Sí, perché ieri c’erano proprio tutti…una manifestazione multietnica e senza etá, che ha coinvolto il ritmo del bonghetto nigeriano fino ad arrivare al bambino nel carrozzino. La pioggia quasi non la si sentiva, anche perché le emozioni da vivere erano tante.

Passanti che intonavano i cori del corteo, per sostenere tutti coloro che ne facevano parte. Sentirsi importanti davanti a centinaia di macchine fotografiche, che documentavano il dolore, la rabbia e il non rassegnarsi di chi ha perso i propri cari e di chi combatte per mettere fine a questa tragedia.

Raggiunta Piazza del Plebiscito, uno dei momenti piú toccanti é stato l’intervento di Padre Patriciello…una mina vagante pronta ad esplodere contro tutte le istituzioni “che sapevano e che non hanno fatto il proprio dovere”. L’elenco e le foto di tutte le vittime della Terra dei Fuochi sono state un qualcosa di nostro, un qualcosa che volente o nolente abbiamo vissuto (almeno per quanto mi riguarda…).

Quella di ieri é stata la dimostrazione che “volere é potere”…Napoli era nelle nostre mani, sí perché proprio in esse abbiamo riposto tutte le note dolenti, che non hanno risparmiato nessuno striscione.

Non giudico coloro che non vi hanno partecipato, peró un giorno potró dire:” Io c’ero!”.

Un pensiero riguardo “Video – “Chi ha inquinato deve pagare”, Napoli è una bolgia: ascolta il boato

  • 18 novembre 2013 in 19:24
    Permalink

    alla fine cosa si e concluso’ molti mi dicono hai fatto bene ad andare via da napoli ma io credo che questo problema come la disoccupazione e nazionale anche se a napoli fa notizia la munnezza e la camorra

    Risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.