Spiagge libere? Ai consiglieri Pd e Pdl non interessa: Freebacoli porta il caso in Tv

mariarosaria schiano, freebacoliConvoca la Commissione Demanio ma, insieme alla minoranza, non si presenta, e per questo la seduta va deserta: vergognosa assenza da parte del presidente del consiglio Aniello Savoia. Come si può facilmente apprendere dalla convocazione pubblicata sull’albo pretorio del sito istituzionale dell’ente ( e non nella home page come in realtà dovrebbe essere ) questa mattina, per le ore 9, era stata convocata la Commissione Demanio presso la Sala Giunta del Municipio di via Lungolago. Un gruppo di lavoro di cui fanno parte i consiglieri Salvatore Grande, Luigi Carannante, Giuseppe Esposito, Franco Macillo e Vincenzo Marotta ( questi ultimi, insieme al presidente del consiglio, assenti ) e che questa mattina doveva riunirsi per le elezioni del nuovo presidente e vice della Commissione in oggetto ( dato che lo scorso mese di Aprile fu proprio il cons. Antonio Carannante del PDL a dimettersi dall’incarico in questione ).

Pd e Udc assenti

Tematiche, quelle legate al Demanio, che in questi giorni stanno occupando le pagine dei principali media virtuali e giornalistici in merito ai continui disagi vissuti dai cittadini per l’assenza di spiagge libere in terra nostrana ove poter trascorrere qualche ora al mare senza pagare cifre da capogiro o rischiare di essere sgomberati “di forza” dal personale degli stabilimenti balneari. Se non altro ci si aspettava che almeno il presidente Savoia ( avendo anche firmato la convocazione di cui sopra ) fosse conscio del fatto che, in mancanza del presidente e del vice della commissione, era necessaria la sua partecipazione per considerare valida la seduta quantomeno per procedere alle nuove elezioni.

Ma così non è stato ed insieme a lui anche gli esponenti della minoranza Macillo ( PD ) e Marotta ( UDC ) hanno dato forfait non presentandosi all’ incontro e mostrando una “grande” sensibilità per gli spiacevoli episodi di questi giorni che di certo interessano anche i propri elettori.

Le proposte

Cosa che però non ci ha scoraggiati, in quanto Freebacoli ha presenziato la seduta ( o ciò che ne è stato ) e si è confrontata ugualmente con i tre esponenti della maggioranza locale, proponendo appunto che pur non essendo incluse all’ordine del giorno specificato nella convocazione, si discutesse anche delle problematiche spiagge libere/lidi militari e della rimozione ( nemmeno iniziata ) del relitto della “Sassari I” ancora presente nel Golfo di Baia.

Abbiamo loro ricordato che il Consiglio ha approvato all’unanimità una mozione per l’acquisizione a patrimonio comunale dei lidi militari, che l’esecutivo dovrebbe intervenire per sgomberare queste pseudo “basi logistiche” per affidarle a cooperative di lavoro attraverso bandi pubblici per spiagge libere attrezzate ( come in qualsiasi altro paese civile d’Italia ), che dovrebbe stilare il piano di gestione degli arenili o quantomeno che dovrebbe far leva sul ministero della Difesa attraverso i rispettivi riferimenti parlamentari. Abbiamo fatto presente delle scandalose vicende di questi giorni che di certo non vanno a favore dei cittadini ( residenti e non ) costretti a pagare prezzi dispendiosi ai privati, ad ammassarsi sugli unici due punti di spiaggia libera a mo di riserva indiana o addirittura ad affrontare – anche fisicamente – chi li sgombera dalla battigia.

 Le risposte del Pdl

Loro d’altro canto hanno ribattuto dicendo che tali provvedimenti sono inattuabili prima della scadenza delle concessioni, che l’ A.C. non può forzare il ministero della Difesa a liberare gli arenili occupati e che indirizzi politici a parte, è impossibile intervenire a riguardo ( e allora ci chiediamo perché approvare una mozione che poi non intendete portare avanti? ) Insomma due ore di “botta e risposta” inutili. Inutili non per aver rappresentato ed esposto un disagio cittadino, ma poiché dinanzi alla palese volontà di non fare nulla, è chiaro che qualsiasi tipo di mediazione con chi da oltre 10 anni occupa la poltrona senza aver fatto nulla di concreto a riguardo, risulta vano. Intanto quella mozione consiliare resta una carta a prendere polvere ed ai cittadini non rimane che subire le altrui incompetenze.

Tanto, come emerso nel corso del confronto, tra i consiglieri presenti c’è chi può permettersi di fare il bagno in barca ( anche grazie al gettone intascato dalla seduta deserta ); dei cittadini a riva però, periodo elettorale a parte, ci si dimentica facilmente.

Un pensiero riguardo “Spiagge libere? Ai consiglieri Pd e Pdl non interessa: Freebacoli porta il caso in Tv

  • 11 Luglio 2013 in 18:13
    Permalink

    Caro consigliere, le rammento che lei è un eletto, pertanto ha una responsabilità verso i cittadini,inoltre,le ricordo che ci troviamo già a meta mese di luglio e i bacolesi hanno già una serie di disagi per accedere alle loro spiagge.

    Risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.