Giovani e studenti nella sede di Freebacoli: quando la cultura diventa aggregazione – Foto

La sede di Freebacoli come spazio pubblico per l’aggregazione sociale: studenti del Liceo delle Scienze Sociali si riuniscono intorno alla cultura. Zero punti di riferimento per i giovani locali, zero luoghi aperti per incontri ed iniziative di partecipazione studentesca, zero interessamento da parte della politica bacolese…il nulla più totale.

Questo è il desolante quadro con il quale i cittadini del domani sono costretti a rapportarsi quotidianamente, consapevoli del fatto che nel nostro Comune, fatta eccezione per la Biblioteca Comunale di Villa Cerillo, non esiste alcun posto disponibile nelle ore pomeridiane e serali, per lo svolgimento di attività associazionistiche, musicali, teatrali e via discorrendo .

Mancano spazi sociali

Non una singola aula, stanza, camera, sottoscala, cantina o persino una piccola botola nella quale gli adolescenti di Bacoli e dintorni, possano incontrarsi per passare del tempo insieme e facendo cose che in gruppo riescono sicuramente meglio che da singoli. Di cosa parliamo? Dibattiti, prove musicali e teatrali, laboratori manuali di artigianato, pirografia, string art, decupage e tanto altro ancora.

Quanti e quali talenti nascosti albergano negli occhi delle future generazioni? Centinaia! E cosa fanno i nostri cari amministratori dall’alto delle loro comode poltrone municipali per “concorrere al progresso materiale e spirituale” dei propri concittadini? Niente. Non ci stancheremo mai di ripeterlo .

Ma l’inettitudine della politica locale da sola non basta ad arrestare l’entusiasmo della “meglio gioventù”, o almeno non sempre. Ed è questo il caso che ha interessato gli studenti di una classe del Liceo di Corso Garibaldi, a Monte di Procida, ai quali era stato impartito, dai propri insegnanti, il compito di realizzare un video nel quale si inscenavano episodi risalenti alla prima guerra mondiale ( come il celebre discorso del presidente Thomas W. Wilson durante i Trattati della pace di Parigi nel 1919 ).

Ma siccome il gruppo di ragazzi era molto numeroso ( parliamo di oltre 15 adolescenti ) serviva un posto al chiuso ed illuminato dove effettuare le video riprese necessarie al progetto scolastico, ragion per cui gli stessi, sapendo che la sede di Freebacoli è stata inaugurata anche come spazio sociale disponibile a chiunque ne faccia richiesta, hanno deciso di contattarci e chiederci di utilizzarla.

Descrivere in poche parole quello che questi ragazzi sono stati in grado di fare nel giro di 2-3 ore sarebbe riduttivo; precisiamo soltanto che essendo molto più grandi di loro, ci eravamo già prefissati di aprirgli la sede per poi tornare alla frenesia delle nostre faccende universitarie e lavorative.

Divertimento ed aggregazione

Tuttavia le risate, i sorrisi, il divertimento e la felicità scaturiti da queste video riprese ci hanno entusiasmato a tal punto da convincerci a restare ed a proporre loro di farvi ritorno qualora ne avessero bisogno. Ed allo stesso modo rinnoviamo l’invito per tutte le associazioni ed i ragazzi del territorio che necessitano di una sede per svolgervi le proprie attività culturali ed aggregative, di farcelo presente così da potervi aiutare in tal senso.

La nostra sede vi aspetta a porte aperte e Bacoli ha bisogno di occasioni come questa che ne alimentino la vita sociale! 

Un pensiero riguardo “Giovani e studenti nella sede di Freebacoli: quando la cultura diventa aggregazione – Foto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.