Parcheggio via De Curtis, lavori fermi: un contenzioso lo trasforma in discarica

parcheggio bacoliParcheggio comunale sprofondato in via De Curtis: lavori bloccati da anni ma i rifiuti continuano ad aumentare. Ancora degrado nella martoriata cittadina bacolese, a reclamare l’igiene urbana questa volta sono i residenti del centro storico locale che denunciano uno stato di abbandono dell’ area da parte di istituzioni ed organi di vigilanza.

Passando per la strada in questione infatti, è possibile osservare l’ennesimo caso di latitanza politica unita all’ inciviltà dei cittadini: rifiuti indifferenziati, sacchetti di plastica, vetro, materiale di risulta, alcuni copertoni d’auto e persino una tazza da water si uniscono alle sterpaglie createsi in loco, aggravando rovinosamente il decoro di una delle pochissime aree di sosta gratuita comunale presenti a Bacoli.

Residenti indignati

“vogliamo sapere perché i lavori si sono fermati e soprattutto se il Comune ha intenzione di farli ripartire e recuperare questo scempio. Tra sporcizia, gatti randagi ed erbacce sta diventando peggio di una discarica! Non esistono controlli ed ogni giorno qualcuno viene a buttarci qualcosa, è un vero e proprio schifo! Ammetto il ritardo dei lavori di cantiere, ma che li teniamo a fare tutti questi dipendenti comunali se si arriva a tutto questo?”

Ricorderete infatti che il sito in oggetto era originariamente molto più vasto di come si presenta oggi ma che a causa di un forte temporale scatenatosi oltre 3 anni fa, costrinse i pubblici ufficiali di allora a chiudere parte del parcheggio, diminuendone lo spazio e delimitandolo con transenne metalliche e reti segnaletiche.

Intervento di cantiere finalizzato ad impedire l’accesso all’ area che nel frattempo aveva subito il crollo di un muro di cinta, diversi smottamenti della superficie in asfalto e numerose crepe, che per ovvi motivi di sicurezza costrinsero le autorità a recintare la parte instabile privando la cittadinanza di numerosi posti auto. Ma da allora nulla è cambiato, o meglio, l’unica differenza rispetto al fatto di cui sopra, è l’aumento costante della sporcizia a due passi dal corso principale nostrano, dove quotidianamente potrebbero – in teoria – passare turisti e visitatori.

Lavori fermi da anni

Situazione di stallo totale per i lavori di cantiere che si lasciano attendere da anni ormai, senza i quali il parcheggio di via De Curtis non può di certo essere ripristinato com’era inizialmente il che potrebbe – tra l’altro – costituire un utile strumento per rimediare, seppur minimamente, al sovraffollamento automobilistico del centro storico tipico dell’ estate.

Argomento che è stato posto all’ attenzione dell’ esecutivo di centro destra Lunedì scorso, durante il Forum Attivo per la presentazione del nuovo Piano Urbano Traffico e per il quale l’Assessore Scotto di Vetta ha affermato che vi è un contenzioso giuridico in corso tra i proprietari dell’ immobile ( appartenente quindi ad un privato ) ed il comune ( al quale il parcheggio è stato locato ) per il quale da tempo si sta cercando di mediare affinchè si risolva al più presto. Intanto però, pur restando un cantiere ancora aperto e sotto la responsabilità del 10° Settore, il parcheggio di via De Curtis continua ad essere abbandonato a se stesso tra sporcizia e degrado.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.