Nuovo sequestro in spiaggia, denunciato titolare di un lido a Miseno

sequestri, miseno, miliscola, spiaggia, locamare, baia, visone, bacoliControlli serrati della Guardia Costiera lungo l’arenile di Miseno: ennesimo colpo degli uomini guidati dal comandante Visone. Sequestro per una struttura presente, senza autorizzazione, in un’area demaniale data in concessione a privati.

Si è conclusa con una nuova operazione di repressione dell’illegalità in spiaggia, la settimana della LocaMare Baia che nel corso degli ultimi mesi ha cinto d’assedio gli stabilimenti balneari prima di Miliscola e poi di Miseno. Numerosi, su tutta la fascia litoranea, i sequestri penali per opere abusive.

L’ultimo, in ordine di tempo, ha riguardato un locale (utilizzato come deposito) individuato presso la frazione misenate che, a seguito della visione degli atti protocollati all’ufficio tecnico comunale, non era stato autorizzato dall’ente comunale. In più è stata riscontrata, a seguito di sopralluogo in loco, la diversa disposizione delle strutture autorizzate, dislocate lungo l’arenile in modo differente rispetto a quanto evincibile dall’atto concessorio.

Per questo motivo, oltre alla denuncia di rito, è scattata anche una sanzione amministrativa per il responsabile delle difformità, pari a 1032 euro. Ma, già la prossima settimana, potrebbero aggiungersi nuove sanzioni.

Operazione spiaggia pulita a Marina Grande

La Guardia Costiera, coordinata dal capo del circondario marittimo, resta difatti in attesa di acquisire altra documentazione dall’UTC, da cui potrebbero scaturire nuovi sequestri. L’azione di repressione dell’illegalità continuerà successivamente verso la costa di Torregaveta e del Fusaro.

In settimana è stata inoltre avviata una nuova operazione utile a garantire la pulizia degli arenili cittadini anche durante il periodo invernale. Dopo segnalazione, con tanto di foto, dei cittadini residenti, la LocaMare ha diretto la propria attenzione verso lo sttato d’abbandono in cui versa l’arenile di Marina Grande, nel centro di Bacoli. La spiaggia pubblica, sporca da mesi, è stata oggetto di una nota indirizzata dal comando di Baia al Municipio di via Lungolago, per richiedere nell’immediato il ripristino di condizioni dignitose.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.