Alloggi popolari a Bacoli, amministrazione costretta al bando pubblico

mercato di sabato, cappella, bando, alloggi

Dopo le recenti proteste andate in scena presso i “101 alloggi” in via Mercato di Sabato per l’attribuzione senza bando di case popolari, l’amministrazione comunale (su cui aleggiano anche denunce sottosritte da famiglie di bisognosi) è stata constretta a correre ai ripari: parte il concorso pubblico per l’affidamento si strutture abitative.

In data 17 dicembre 2012 è stata pubblicata all’Albo Pretorio del comune di Bacoli la determinazione per il bando dell’ aggiornamento di graduatoria per l’assegnazione di alloggi nuovi e/o di risulta, di Edilizia Residenziale Pubblica. Gli interessati possono prenderne visione e ritirare la relativa modulistica presso l’Ufficio VII Settore Sviluppo Sociale” via Lungolago n.8 o scaricare qui detta documentazione.

Le domande di partecipazione, compilate sugli appositi modelli, unitamente alla documentazione richiesta, devono essere presentate all’Ufficio Protocollo del Comune entro e non oltre 45 giorni dalla pubblicazione del bando a pena di esclusione. La data di scadenza è quindi fissata per il 31 gennaio 2013.

I requisiti per partecipare

Possono partecipare al Bando di Concorso i cittadini che siano in possesso dei seguenti requisiti:

  • cittadinanza italiana o di uno ammesso se è iscritto nelle apposite liste degli uffici provinciali del lavoro o se svolge in Italia un’attività lavorativa debitamente autorizzata;
  • residenza anagrafica nel Comune di Bacoli
  • non titolarità di diritti di proprietà, usufrutto, uso e abitazione su alloggio adeguato alle esigenze del nucleo familiare nell’ambito della Provincia di Napoli. E’ adeguato l’alloggio la cui superficie utile abitabile, calcolata superficie del pavimento misurata al netto dei muri perimetrali e di quelli interni, delle soglie di passaggio da un vano all’altro, degli sguinci di porte e finestre dei vani privi di luce, sia non inferiore a inferiore a 55 mq per 3 persone, non inferiore a 65 mq per 4 persone, non inferiore a 75 mq per 5 persone, non inferiore a 85 mq per 6 persone, non inferiore a 95 mq per più di 6 persone;
  • non titolarità di diritti di cui alla precedente lettera c) su uno o più alloggi, ubicati in qualsiasi località, la cui rendita catastale complessiva è uguale o superiore a quella media di un alloggio di edilizia residenziale pubblica ubicato nell’ambito di questo adeguato alle esigenze del nucleo familiare del richiedente;
  • non aver ricevuto l’assegnazione in locazione semplice o con patto di futura vendita di alloggio realizzato con contributi pubblici, ne aver ricevuto finanziamenti agevolati conce dallo Stato o da Enti pubblici; è ammesso a concorrere l’assegnatario il cui alloggio venga restituito all’ente gestore o sia divenuto inutilizzabile o perito senza che il concorrente abbia diritto al risarcimento del danno;
  • non avere ceduto in tutto o in parte, fuori dei casi previsti dalla legge, l’alloggio eventualmente assegnato in precedenza in locazione semplice;
  • non essere occupante senza titolo di un alloggio di edilizia residenziale pubblica (art.26 comma 4, legge 8 agosto 1977, n° 513);
  • reddito annuo complessivo convenzionale del nucleo familiare riferito all’anno 2011 non superiore a € 12.153,18

Un pensiero riguardo “Alloggi popolari a Bacoli, amministrazione costretta al bando pubblico

  • 28 Dicembre 2012 in 17:37
    Permalink

    dite scrivete fotografate……ma a prendere la ramazza e a scopare chi va?….
    i soliti noti….illusi!!!!

    Risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.