Tra Arte, Cultura e Gastronomia: Tre Serate a Sostegno del Reddito Minimo Garantito

L’ Autunno è oramai arrivato portando con se, oltre ai colori accesi delle foglie appassite e le prime brezze invernali, anche una nuova serie di appuntamenti socio culturali da non perdere.
Di concerto con gli esponenti nazionali di Sinistra Ecologia & Libertà, anche a Bacoli infatti la sezione “Elio Spasiano” insieme ad associazioni e coordinamenti cittadini, ha lavorato alla preparazione di una proposta di legge di iniziativa popolare per istituire in Italia ( come avviene in altri paesi europei ) un reddito minimo garantito per disoccupati, precari ed inoccupati.
A sostegno del Reddito minimo Garantito
Non si tratta di semplice assistenzialismo, ma di una opportunità efficace che permette ai cittadini di non dover rassegnarsi necessariamente a svolgere un lavoro a nero e di non subire il ricatto delle mafie. E’ stata organizzata una raccolta firme per presentare la proposta di legge in parlamento che si conclude a Dicembre. Bisogna raggiungere almeno 500.000 firme ma è opportuno raccoglierne molte di più per dare ancore più forza mediatica all’iniziativa. Coloro i quali non avessero ancora sottoscritto la petizione e avessero intenzione di aderire all’ iniziativa possono ancora recarsi presso il negozio Bio Libera di via Ercole ( centro storico )

Attivismo politico e Aggregazione sociale

L’ iniziativa è stata proposta in tutta Italia con una settimana di mobilitazione a sostegno del reddito minimo garantito. La settimana va dal 15 al 21 Ottobre e prevede oltre ai comuni banchetti per la raccolta firme in strada, anche eventi di carattare ludico ed aggregativo con musica, teatro , cinema, ed altre iniziative culturali simili. Sinistra Ecologia Libertà di Bacoli aderisce alla settimana di mobilitazione con tre giornate dal 15 al 17 Ottobre presso i seguenti locali e programmi:

Lunedì 15 al GOTHA Pizzeria Steack House Bacoli in via Ottaviano Augusto 2

Proiezione corto: “Vomero Travel” di Guido Lombardi
Sketch teatrali: “Spogliarello” “Pubblicità”
Musica indirock con il gruppo “Coffe eTv”

Martedì 16 al BOULEVARD CAFÈ in viale Olimpico (nei pressi del distributore di benzina Esso) 

Proiezione corto: “Ciro” di Sergio Panariello
Sketch teatrali: “La Purga” “Ai Bagni Pubblici”
Spettacolo di Varietà “A Tutta Birra”

Mercoledi 17 al BAR MEDITERRANEO nei pressi del porticciolo di Casevecchie

Proiezione corto: Thinking Revolver” di Giorgio Caruso
Sketch teatrale: “Favola di Troisi”
L’Officina Talenti Precari presenta:“La mafia è una montagna di merda” – Spettacolo di parole, satira, musica ed immagini sulla figura di Peppino Impastato

Largo spazio ai Giovani

Protagonisti delle tre serate saranno soprattutto i giovani, il loro talento, la loro creatività e ovviamente la battaglia per la legalità che si incrocia sempre con quella per il lavoro poichè esso è l’unico strumento che ci permette di essere veramente liberi da ogni condizionamento. In quanto gruppo politico SEL crede fortemente che l’Italia debba ripartire investendo soprattutto sui giovani e sulla cultura, sulle arti, sul paesaggio e sulla terra in modo che i saperi manuali e quelli intellettuali possano fondersi e creare una grande risorsa per il nostro paese. 
La partecipazione alle serate sarà completamente gratuita e come ogni incontro che si rispetti, saranno a disposizione del pubblico presente alcune pietanze e bevande preparate e offerte dai componenti di SEL e per le quali è possibile, se si vuole, donare una libera offerta a piacere. In altro modo per chi volesse ricordiamo che essendo gli eventi svolti all’ interno di locali ristorativi, lo staff del posto potrà ugualmente servirvi portate scelte dai menù ( da pagare a parte ). 
Si pronostica quindi, una grande partecipazione cittadina con la quale sarà possibile anche affrontare, nel corso delle varie serate, degli interessanti dibattiti a tema.
Non vi resta quindi che partecipare a questi tre appuntamenti in programma insieme ai vostri amici per trascorrere un momento di sana aggregazione sociale e per una causa più che valida.


M.Rosaria Schiano
Redazione Freebacoli
freebacoli@live.it

18 pensieri riguardo “Tra Arte, Cultura e Gastronomia: Tre Serate a Sostegno del Reddito Minimo Garantito

  • 11 Ottobre 2012 in 08:42
    Permalink

    Antonio Scotto di Luzio

    Viva Mario Monti e le sue leggi di finanza pubblica!!!

    Risposta
    • 12 Ottobre 2012 in 03:17
      Permalink

      Iat a zappa ca a bacoli ce ne sta di terra da zappa

      Risposta
    • 12 Ottobre 2012 in 21:16
      Permalink

      …magari ci fosse, minchione illuso, ipocrita ed ottuso ; le poche zolle di terra coltivabile, a bacoli, sono incolte e colonizzate da rovi e sterpaglie nell’attesa del geppino di turno che ci organizzi sopra un bel casariello abusivo…ma tu, personalmente, hai mai zappato ? mi sembra che usi questo termine in senso spregiativo, dimenticando che ormai, a bacoli di zappatori veri (e cioè capaci) ormai ne sopravvivono pochissimi, e chi ha bisogno di ingaggiare uno zappatore, deve andare la mattina al trivio del mazzone per reclutare qualche volenteroso africano…bacoloidi, siete ad un passo dalla perdita totale ed irrimediabile delle vostre radici…

      Risposta
  • 11 Ottobre 2012 in 09:21
    Permalink

    prima di andare a questi appuntamenti è possibile conoscere il testo della proposta di legge presentata da Sel?

    Risposta
    • 11 Ottobre 2012 in 10:16
      Permalink

      la proposta di legge è scaricabile dal sito nazionale di sinistra ecologia libertà

      Risposta
  • 11 Ottobre 2012 in 09:36
    Permalink

    Gennaro Esposito
    anche la politica è una montagna di merda

    Risposta
  • 11 Ottobre 2012 in 09:57
    Permalink

    altra iniziativa inutile proposta da SEL. Scusate ma vi siete chiesti come mai questi non hanno rappresentanza in parlamento ? Il popolo non li vuole e sapete il perchè ? sono i residui di quel vecchio comunismo di favori a pochi intimi e familiari…la verità e che se stiamo in questa situazione ormai irrecuperabile e proprio colpa loro….

    Risposta
    • 11 Ottobre 2012 in 10:16
      Permalink

      Non ha rappresentanza in parlamento perchè alle elezioni del 2008 non esisteva ancora, il reddito minimo garantito esiste in tutti gli stati d’europa, tranne, guarda caso, in Italia e Grecia, mi dispiace dirlo ma siete senza speranza,la colpa se stiamo in questa situazione è di tanti cittadini come te che per 18 anni hanno votato Berlusconi.

      Risposta
    • 11 Ottobre 2012 in 14:06
      Permalink

      In verità alle elezioni politiche del 2008 c’era la lista
      Sinistra Arcobaleno guidata da Fausto Bertinotti che racimolò 1.124.418 voti ottenendo la percentuale del 3,1% insufficiente ad entrare alla Camera dei Deputati.

      Risposta
    • 11 Ottobre 2012 in 15:07
      Permalink

      premesso che la sinistra arcobaleno era una lista con a capo personaggi superati come bertinotti e diliberto, mentre sel è un progetto politico ben diverso nato nel 2010, la sinistra arcobaleno perse molti voti perchè gli elettori di sinistra scelsero di votare il pd, che correva da solo, vedendolo come il grande partito che poteva contrastare berlusconi, infatti è stata l’unica volta che il pd ha preso il 34%. Comunque alla prossima elezione rimarrete molto male, SEL ha già ottenuto grandi risultati con Vendola in Puglia, Zedda a Cagliari, Pisapia a Milano e Doria a Genova, solo per citare le realtà più importanti

      Risposta
  • 11 Ottobre 2012 in 10:24
    Permalink

    Ottima la proposta di Sel, a tutti gli italiani che DICHIARANO un reddito di meno di 8.000 (ottomila euro) all’anno e che hanno moglie e tre figli a carico lo STATO, ovvero NOI, gli daremo 1.900 (mille novecento) euro al mese.
    Andiamo a firmare tutti in massa, sopratutto quelli che le tasse le paghiamo.
    Ma si può avere il punto di vista di Sel Bacoli, sopratutto dopo che hanno approfondito il contenuto della loro proposta di legge?

    Risposta
    • 11 Ottobre 2012 in 10:44
      Permalink

      il reddito minimo spetta ai disoccupati e precari che restano senza occupazione, il la quota si aggira intorno ai 700€ al mese. L’interessato deve iscriversi presso le liste di collocamento e sarà chiamato per lavorare, ovviamente se rifiuta perde il diritto al reddito minimo. Negli altri stati europei si fa voi sempre più arretrati, pagate con i nostri soldi i cacciabomberdieri e le missioni militari che costano miliardi di €, mentre i cittadini sono al collasso, ma a voi non ve ne frega nulla, SIETE I CLASSICI BACOLESI

      Risposta
    • 11 Ottobre 2012 in 15:00
      Permalink

      appunto basta andare sul link, non pretenderai che la richiami qui per intero

      Risposta
    • 11 Ottobre 2012 in 15:20
      Permalink

      Visto che poi sei cosi preciso, tra gli inutili sprechi pagati con i nostri soldi avevo dimenticato i milioni di € per la parata del 2 giugno e i milioni di € sperperati per i privilegi della casta. Basta tagliare queste spese per assicurare il reddito minimo garantito a tutti i cittadini, come in tutti gli stati europei, che permetterebbe un rilancio dell’economia, lotta al lavoro nero e all’evasione fiscale

      Risposta
  • 12 Ottobre 2012 in 07:14
    Permalink

    Negli altri paese i disoccupati sono reali,non come in Italia che hanno ristoranti,lidi,ed altre attività ma li intestano a prestanomi e loro risultano disoccupati e cosi si fregano i soldi di chi ne ha veramente bisogno.
    Personalmente sono contro ad elargire danaro pubblico in questo modo.Voto a sinistra da sempre,ma SEL di Vendola non mi è mai piaciuta,fa solo demagogia e pochi fatti.L’unico fatto che fece Vendola fu quello di votare contro il governo prodi facendolo cadere e darlo in mano a berlusconi,il tutto per farsi il suo partitino personale.
    Pochi fatti ma molte chiacchiere.

    Risposta
  • 12 Ottobre 2012 in 08:34
    Permalink

    E’ vero, quel giorno del 9 ottobre 1998 Nicola Vendola non esitò a votare insieme a Berlusconi, Fini ed anche Previti per concludere l’esperienza di Prodi al Governo. I contrari a Prodi furono 313 i favorevoli 312.
    Dopo Prodi venne al governo D’Alema e si potè tranquillamente bombardare la Serbia, grazie al potere di interdizione acquisito da Cossiga e da Mastella.

    Risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.