Antimafia sugli Ormeggi, Schiano Va in Tilt: Negata la Verità Sui Rapporti Tra il Comune e la Società Esclusa dalla Prefettura

Una marea di menzogne per coprire le colpe di un’amministrazione comunale troppo spesso in imbarazzo dinanzi all’incalzare della Procura e, nel particolare, dell’Antimafia: ancora una clamorosa figuraccia per il governo Schiano.
A ridicolizzare l’operato amministrativo è questa volta la gestione degli ormeggi ex Flegrea Lavoro presenti in località Casevecchie.
Un vecchio detto popolare, tramandato di generazione in generazione, ricorda come “le bugie hanno le gambe corte” o, parafrasando la celeberrima favola di Collodi, “fanno crescere il naso”.
E i “detti antichi”, questo è certo, non mentono mai. Non lo fanno perchè sono forgiati da secoli e secoli di esperienze provate, di verifiche attente, di meccanismi collaudati a pennello.
Amministrazione di Burattini a Comando
Basterà pertanto passeggiare in prossimità della Casa Comunale per rendersi conto della validità delle conseguenze sopracitate. Noterete amministratori, e qualche dirigente, sempre meno alti e tendenti verso il basso con un naso così lungo e puntiglioso da fare invidia al noto burattino di legno.
“Tipologia d’individuo” in ogni caso presente sopratutto in Consiglio Comunale quando, tra i banchi di Pdl e Pd, più di qualcuno alza la mano solo se tirata ad arte dal proprio protettore, dal proprio mecenate di turno. Ma Pinocchio perlomeno raccontava frottole, mentre questi ultimi non conoscono il dopo della parola.
Peggio degli schiavi latini, battezzati con l’epiteto di “istrumenta vocalia” (strumenti che parlano). I burattini nostrani, invece, obbediscono in silenzio.
Ma torniamo alla questione del giorno.
La Prefettura e l’Antimafia
Verso la metà del febbraio ultimo, così come ampiamente documentato dal nostro blog (Clicca Qui), nelle segrete stanze del Municipio di via Lungolago giunse una chiara nota della Pefettura di Napoli che, a chiare lettere, informava l’ente dei carichi giudiziari pendenti posti a carico della ditta Charter Boats (o a responsabili della stessa), società che dalla scorsa estate sino all’inizio del mese di marzo ha gestito specchi d’acqua comunali.
Motivo per cui l’ente pubblico avrebbe dovuto immediatamente tagliare ogni tipo di legame con la ditta aggiudicatari del servizio che, a detta del governo locale, è “a rilevanza non economica”.
Il suo compito, per sommi capi e riprendendo il bando proposto dall’amministrazione, era quello di sorvegliare le imbarcazioni lì poggiate e trasportare i proprietari a bordo. I contratti di locazione temporanea erano invece demandati ad un apposito ufficio comunale.
Le Bugie dell’Armata Schiano
Terminata l’estate 2011, nell’ottobre dello stesso anno terminò anche il tempo che legava il Comune con la società privata.
Di qui in poi, a detta dell’amministrazione comunale, era venuto meno anche alcun tipo di rapporto con la società bacolese. Nessun legame, così come tuonato dallo stesso sindaco Ermanno Schiano, si era reiterato con la ditta su cui la Prefettura aveva posto la propria attenzione. 
E, per ribadire il concetto, Schiano&Co sguinzagliarono anche i propri addetti stampa per mettere a tacere ogni tipo di “illazione di inutili articoli di un blog locale finalizzati solo a fornire una cattiva e distorta informazione”.
Dal comunicato stampa istituzionale prodotto dal Municipio il 24 marzo scorso (Clicca Qui), si legge: “si precisa che è pervenuta su richiesta del Comune di Bacoli, in conformità alla legge vigente, una interdittiva antimafia che interessa un contraente che per 4 mesi ha gestito il servizio custodia e trasporto inerente agli specchi acquei del Comune di Bacoli”.
Quattro mesi: luglio, agosto, settembre e ottobre.
Il Paese del Ridicolo e dell’Assurdo
E allora cosa vuole la Prefettura a febbraio dell’anno successivo? Per quale motivo la Giustizia si sveglia soltanto dopo quattro mesi dalla fine del sodalizio incriminato?
Ma la nota ufficiale, già di per sé contraddittoria, continua la propria corsa verso la difesa a spada tratta di chi non ha peccato: “Nessun rapporto contrattuale è attualmente in corso con detto contraente e l’Amministrazione ha, senza indugio, adottato tutti gli atti consequenziali per dichiarare il suddetto contraente di non gradimento per l’Ente”.
Già all’epoca (e lo ribadiamo per i distratti, siamo nel marzo 2012) il popolo si chiedeva: “Ma se non esiste alcun rapporto con la la Charter Boats dall’ottobre 2011, perchè poi Ermanno (per gli amici di borgata, “Mo Vengo”) dice di aver adottato tutti gli atti consequenziali nel marzo 2012?”.
E’ come ascoltare un beone il sabato sera che, delirando, potrebbe asserire: “Non vedo e non sento la mia ex fidanzata da quattro mesi, ma adesso che ho saputo che è una persona poco affidabile, la lascio proprio definitivamente”.
Un’assurdità consentibile, tra grosse risate, ad uno sbadato. Non di certo ad un ente ufficiale.
Strano. Un giallo che puzza di bruciato. Per la serie “la toppa è peggio del buco”. Ed infatti la verità è tutt’altra. 
La Giunta Prosegue il Rapporto con la Charter Boats: Otto Mesi di Rapporti
Nel novembre 2011 la Giunta Comunale di Bacoli (Clicca Qui) decide di propogare il rapporto con la Charter in attesa dell’indizione di un nuovo bando pubblico da tenersi entro la fine della prossima estate. In pratica, fin quando non ci sarà un nuovo concorso pubblico e per ragione di continuità gestione, gli specchi d’acqua sarebbero stati controllati dalla ditta sopracitata.
Tenendo fede allo scritto dell’esecutivo, una gestione reiterata che poteva proseguire sin verso la fine dell’estate 2012.
Poi però è stata la Prefettura a rovinare i giochi e ad alzare il pentolone, facendo correre ai ripari l’amministrazione dei bugiardi che, incalzata dall’interdittiva antimafia, ha appunto sciolto ogni legame con la società nel marzo 2012.
Otto mesi d’unione (luglio 2011-febbraio 2012), che l’amministrazione però non vuol riconoscere riducendoli soltanto a quattro. Smentendo se stesso ed i documenti da essa stessa prodotti. 
Clamoroso, Ecco i Documenti Che Sbuargiadano l’Amministrazione
Ma il colpo di scena, che sbugiarda totalmente chi amministra la città, è rappresentato dal documento consegnato dal Comune proprio alla Charter Boats nel novembre 2011 e di cui possiamo mostrarvi copia.
Stesso discorso vale per il verbale di fine rapporto tra la ditta ed il Comune che, tanto per far comprendere il legame ancora in essere tra le parti e più e più volte negato dallo stesso sindaco Ermanno Schiano, porta in epigrafe il titolo “Verbale di Riconsegna”.
Il Verbale di Riconsegna
E di solito, restando soltanto all’analisi della lingua italiana ed applicando una procedura algebrica, una persona X chiede la “riconsegna” di un bene ad una persona Y se è soltanto se la persona Y è in possesso di un bene rilasciatogli a tempo dalla persona X.

Aggiungere altro a cotanta figuraccia sarebbe un atto meschino. Infierire su chi è accasciato in terra per proprie colpe, non porterebbe alcun giovamento alla società.
Non resta altro che restare seduti al sole attendendo il nuovo comunicato stampa di smentita della squadra al servizio del padrone.
Bisognerà quindi attendere per sapere se il “Mo Vengo” tricolore riuscirà, tra tanti servi sciocchi seduti a corte, a trovare perlomeno un “servus callidus”. 
Che la ricerca, in questa terra amante della commedia d’ellenistica memoria, abbia inizio. 

Redazione Freebacoli
freebacoli@live.it

10 pensieri riguardo “Antimafia sugli Ormeggi, Schiano Va in Tilt: Negata la Verità Sui Rapporti Tra il Comune e la Società Esclusa dalla Prefettura

  • 15 Maggio 2012 in 12:18
    Permalink

    mentire e sbeffeggiare anche gli organi inquirenti, altro che senso dello STATO >DISONESTI<

    Risposta
  • 15 Maggio 2012 in 14:36
    Permalink

    Ieri guardavo sul sito del comune gli esiti delle gare d’appalto che la nostra amministrazione indice…..ohhhhh tutte le ditte che vincono sono di casal di principe e superano sempre tutti anche quelle di bacoli….maaaaaaaa

    Risposta
  • 15 Maggio 2012 in 17:31
    Permalink

    A proposito di specchi acquei perchè sul sito del Comune fino a qualche giorno era presente integralmente, grafico compreso, l’ordinanza sindacale nr. 46/2012, relativa agli ormeggi da istituire a Via Poggio ed ora di tutto un botto è scomparsa? Al suo posto un semplice avviso? Sempre sul sito del Comune è però rimasta la 47/2012 quella relativa agli ormeggi a Marina Grande. Ordinanze simili ma non uguali nella prima sono previsti due posti barca da 10 metri lineari uno per pesca professionale e l’altro per pronto soccorso subacqueo.
    Qualcuno sa dirci qualche cosa in merito?
    I casi strani di Bacoli.

    Risposta
  • 15 Maggio 2012 in 17:58
    Permalink

    A proposito di specchi acquei perchè sul sito del Comune fino a qualche giorno era presente integralmente, grafico compreso, l’ordinanza sindacale nr. 46/2012, relativa agli ormeggi da istituire a Via Poggio ed ora di tutto un botto è scomparsa? Al suo posto un semplice avviso? Sempre sul sito del Comune è però rimasta la 47/2012 quella relativa agli ormeggi a Marina Grande. Ordinanze simili ma non uguali nella prima sono previsti due posti barca da 10 metri lineari uno per pesca professionale e l’altro per pronto soccorso subacqueo.
    Qualcuno sa dirci qualche cosa in merito?
    I casi strani di Bacoli.

    Risposta
  • 15 Maggio 2012 in 22:28
    Permalink

    VI VOGLIO VEDERE IN GALERA——–PASQUALE CARDAMURO

    Risposta
  • 16 Maggio 2012 in 10:15
    Permalink

    Ma è mai possibile che da voi a bacoli non va niente bene?
    niente che funziona?
    ma siete sicuri?

    Risposta
  • 16 Maggio 2012 in 11:22
    Permalink

    Certo che qualcosa funziona, il traffico nei fine settimana, gli ingorghi la sera davanti a vari bar e ristoranti, le strade piene di buche, le spiagge sporche, l’erba ai lati delle strade alte come in un bosco, ho dimenticato qualcosa?

    Risposta
  • 16 Maggio 2012 in 20:28
    Permalink

    Gianluca Carannante
    a pensare che questo PROVOLONE come sindaco l’ho votato io pure ….!!!! ..ma tanto sta arrivando il “carrettone”…tipo quello del carnevale, quello che più si addice all’amministrazione, consiglieri funzionaricomunali, vigili ecc ecc …. per portarsi via a tutti …..

    Risposta
  • 21 Maggio 2012 in 16:54
    Permalink

    noi tutti bla bla bla è questi fanno i loro PORCI COMODI non vi sembra ora di dire BASTA

    Risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.