Spiagge, Una Battaglia di Civiltà per la Difesa dei Beni Comuni: Ecco le Nostre Rivendicazioni

Comitato Spiagge Beni Comuni – Area Flegrea

image La situazione sul nostro litorale è insostenibile sul piano ambientale e sociale. Rivendichiamo il diritto di riprenderci le nostre spiagge. Per questa ragione abbiamo creato il “Comitato spiagge beni comuni area flegrea”, promosso con spirito unitario e trasversale da un gruppo di cittadini, associazioni, comitati e partiti politici.

Riteniamo che la spiaggia e il mare siano Beni Comuni e in quanto tali è un diritto di tutti e tutte di accedervi e usufruirne liberamente e gratuitamente.

Negli ultimi anni la situazione sul litorale flegreo è peggiorata perché i cittadini si sono visti ridurre sempre di più le aree di libera balneazione a vantaggio di privati e militari che hanno occupato tutto l‘arenile destinato alla balneazione. I Comuni non fanno rispettare la Legge, violando talvolta i propri regolamenti e le proprie ordinanze, come a Bacoli. Alcuni Comuni non hanno neanche redatto il Piano di utilizzo degli Arenili (Pua) e sono inadempienti.

A Pozzuoli la lottizzazione degli spazi investe ormai anche gli scogli e le aree non balneabili come a via Napoli, in un contesto in cui il rischio di operazioni speculative sul tratto di costa è altissimo. Le forze dell’ordine sanzionano i bagnanti anziché controllare i lidi e contrastare le illegalità, esposte dai cittadini con foto e filmati. Spesso troppe persone nei lidi privati „si atteggiano“ a padroni e proprietari della spiaggia, in forza di semplici concessioni per l’erogazione di servizi.

Riteniamo che le spiagge libere non debbano versare in pieno abbandono e degrado.

In occasione dell’ultimo incontro, tenutosi lo scorso 15 luglio, il sindaco e l’amministrazione bacolese hanno risposto negativamente alle nostre richieste rimandando la risoluzione al 2015, quando scadranno alcune delle attuali concessioni. Noi non ci arrendiamo, consapevoli del consenso della maggioranza della popolazione.

La mobilitazione continua!

Rivendichiamo:

1- Il Libero Accesso al Mare per tutti secondo quanto precisato e ribadito nell’art. 296/06 art. 1 comma 251 lettera e, che sancisce „l’obbligo per i titolari delle concessioni di consentire il libero e gratuito accesso e transito, per il raggiungimento della battigia antistante l’area ricompresa nella concessione, anche al fine di balneazione“.

2- Rispetto dei Regolamenti comunali e delle Leggi che Assicurano almeno il 20% di Spiagge Libere come il caso di Bacoli, il cui regolamento del demanio marittimo stabilisce all’art. 4 che „in ogni ambito comunale va riservata la libera e gratuita fruizione di una quota percentuale dell’arenile non inferiore al 20% della superficie complessiva della spiaggia esistente, evitando sequenze ininterrotte di aree in concessione“. Il Regolamento stabilisce inoltre che „[…]servizi minimi sulle spiagge libere ed in particolare per i disabili“.

3- La libera circolazione nei 5 metri di battigia, nel rispetto dell’ordinanza comunale n. 192/2007 art. 5 comma 11 che recita: „le zone concesse possono essere recintate fatta salva la fascia di arenile larga 5 metri della battigia“.

4- La tutela dei Diritti dei Lavoratori del settore, costretti spesso a turni massacranti per poche decine di euro al giorno, contro il lavoro nero e la precarietà e per una diversa gestione delle spiagge finalizzata all’occupazione stabile e dignitosa.

5- L’abbattimento di ogni barriera architettonica che impedisce ai diversamente abili il libero accesso al litorale.

6- La tutela ambientale con adeguati interventi di bonifica nei siti inquinati su tutto il litorale Domitio flegreo come individuato e stabilito dalla legge 426/1998.

Questa è una battaglia di civiltà, che va combattuta anche contro i possibili ed eventuali tentacoli della camorra sui litorali.

Rivendichiamo uno sviluppo ecocompatibile ed ecosostenibile del nostro territorio!

Hanno promosso il comitato:

Freebacoli
Comitato delle periferie Cuma, Fusaro, Cappella e Torregaveta
Associazione l’Iniziativa
Circolo Legambiente Pozzuoli-Campi Flegrei
Circolo SEL Bacoli
Cittadini attivi e militanti

4 pensieri riguardo “Spiagge, Una Battaglia di Civiltà per la Difesa dei Beni Comuni: Ecco le Nostre Rivendicazioni

  • 22 Luglio 2011 in 06:26
    Permalink

    Sabato mattina – anche se piove – scendi in villa comunale a manifestare !
    Blocchiamo le strade per andare a mare !

    Sveglia Ragazzi !

    Davide Giorgi

    Risposta
  • 22 Luglio 2011 in 11:15
    Permalink

    La “centralità della persona” trova fondamento in una serie di diritti primari ed esercitabili da parte di tutti noi. E’ nostro il diritto di OPPORCI e MANIFESTARE “Sabato 23/7 cerchiamo di essere in tanti e facciamoci ascoltare”!

    Risposta
  • 22 Luglio 2011 in 12:08
    Permalink

    Ticket ticket ole ole ole ole.. .ticket ticket!!!

    Per pura opposizione politica difendevate l’indifendibile!!!

    Risposta
  • 28 Luglio 2011 in 05:54
    Permalink

    Ma andate a quel paese,manifestate e vi lamentate sempre quando i politici al potere li avete messi stesso voi a Bacoli.Menomale che sono scappato in tempo.Vacul nun cagn mai.

    Risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.