CRISI RIFIUTI – L’Amministrazione di Bacoli Annuncia una “Città Pulita”: Un Video la Sbugiarda

Foto3581 Basta una macchina fotografica, un’oretta da investire ed un superficiale giro in paese per smentire le notizie del regime cittadino: Bacoli, in particolar modo con le sue periferie, ripiomba in un’evidente crisi rifiuti.

Cade il castello di sabbia alzato pochi giorni fa dal sindaco Ermanno Schiano e dall’assessore alla Nettezza Urbana Michele Massa i quali, attraverso un comunicato stampa auto-celebrativo, hanno cercato di coprire la coltre di spazzatura giacente da diversi giorni in città.

In particolar modo presso le aree di Fusaro, Bellavista, Cuma e “Mazzoni” nonché, in alcuni punti, anche nel centro di Bacoli.

Uno stato di fatto lapalissiano che però, forti del comunicato reale, non ha evitato ai lacchè di corte d’incorrere in una nuova brutta figura. Molti difatti i “mezzi d’informazione” che, pronti a servire le volontà del comandante di turno, hanno pubblicato la nota proveniente dal Municipio, senza prima constatare quale fosse lo stato in cui versano realmente le strade della città.

La realtà, quella dipinta dal capo, è la giusta pillola da somministrare al lettore. Quello stesso utente che, proprio poco dopo aver visionato la notizia di parte, è costretto a trovarsi dinanzi casa cumuli e cumuli di monezza.

Foto3563Ma Sua Maestà va accontentato sempre e comunque.

Decolla il servizio di raccolta differenziata porta a porta attivato in città con una percentuale che sfiora il 27 per cento. “Un risultato mai conseguito a Bacoli – afferma il vicesindaco e assessore alla Visibilità Michele Massa – dobbiamo sottolineare che Bacoli non sta vivendo l’ennesima emergenza rifiuti grazie all’attivazione della differenziata – continua il vicesindaco Massa supportato dal sindaco Ermanno Schiano – nelle località dove non è ancora partita, la rimozione è piuttosto regolare”.

La verità, quella vissuta dai cittadini, è ben altra. Le favole del padrone poco possono dinanzi ai dati di fatto.

In questa città, cari tristi rappresentanti delle istituzioni locali, c’è ancora qualcuno che non s’inchina e che non ha intenzione di farlo.

Redazione Freebacoli
freebacoli@live.it

4 pensieri riguardo “CRISI RIFIUTI – L’Amministrazione di Bacoli Annuncia una “Città Pulita”: Un Video la Sbugiarda

  • 18 Aprile 2011 in 22:58
    Permalink

    Ma avete notato che a Baia, in particolare a via Lucullo, nel tratto di strada compreso tra il tempio di Venere e la piazza, nonostante non sia per niente decollata la raccolta differenziata cosiddetta "porta a porta", hanno tolto i bidoni della spazzatura? Li hanno tolti proprio lì, dove appena detto: solo lì! Perché solo lì e proprio lì, vi domanderete?…..
    Beh, avendo qualche sospetto su chi, conoscendo il soggetto, in chiave puramente personale, lo avrebbe potuto richiedere, qualche giorno fa telefonai ad uno dei coordinatori del servizio di raccolta rifiuti della Flegrea Lavoro, il quale, dopo aver confermato che la raccolta differenziata "porta a porta" non era affatto partita a Baia (ma non poteva essere decollata pure perché, oggettivamente, i bidoni della spazzatura, a Baia, in alcuni posti, ancora erano presenti per strada, coma a via Lucullo, all'atezza dell'ingresso della stradina che porta a Villa Ferretti, come sul porto, come a via Lucullo, nella zona adiacente all'omonimo ristorante), mi rispondeva, categorico e, al tempo stesso, ironicamente ed alquanto sarcasticamente, che, nei luoghi dove i bidoni erano stati tolti, ciò era avvenuto per volontà della – testuale – "Carfagna di Baia", alludendo, così, chiaramente, per il suo ruolo politico ed al di là dell'insostenibile confronto estetico, alla consigliera comunale di maggioranza, Maria Rodriguez.
    A questo punto mi domando, perché i capi-servizi della Flegrea Lavoro (i cui nomi lì farò a tempo debito all'Autorità competenti) continuano, così spudoratamente genuflessi ed asserviti, a sottostare, senza ribellarsi, ma di fatto assecondandole, a logiche di chiara matrice politico-clientelare che, in quanto tali, sono per ciò stesse illegali? Forse, perché se si presentano ossequiosi ottengono da questa amministrazione, più velocemente (come, già recentemente, più volte, accaduto), le promozioni, i passaggi di carriera e "quant'altro"??
    Perché, poi, qualora la notizia corrisponda a verità, questi signori si sono permessi, ad ogni modo, di rimuovere i bidoni sulla base di un semplice dikat od infantile capriccio di una semplice consigliera comunale?
    Mica c'erano nei paragi scuole ovvero ospedali che avrebbero giustificato la rimozione?
    Mica è stata avviata, a Baia, la tanto attesa e sospirata raccolta differenziata che avrebbe giustificato la rimozione? Non mi sembra affatto! E allora questi signori come fanno a rimuovere le ceste. Sulla base di quali motivazioni giuridiche hanno basato il provvedimento di rimozione? Volevano, semplicemente, eliminare il miasma provocato dai cumuli di rifiuti che giacciono, spesso, fuori al bar della consigliera? Forse, i cumuli di rifiuti riducono i profitti della consigliera? O volevano, più semplicemente, rimuovere, permanentemente, gli ormai abituali cumuli di rifiuti che spesso giacciono accatastati fuori al bar della consigliera, rimuovendo, così, del pari, l'ormai abituale imbarazzo di doverli ogni volta giustificare agli abituali avventori ed elettori del bar? Ora non c'è nemmeno più Bassolino a cui addebbitare le colpe…. Adesso c'è, infatti, la filiera istituzionale….. dell'assoluta incapacità, incompetenza e dello spreco, però….
    Preannuncio che, in questi giorni, preparerò un esposto alla Magistratura con il quale racconterò il fatto storico per verificare, in questo modo, se nella condotta narrata vi siano estremi di reato da parte di qualcuno dei soggetti coinvolti nella menzionata vicenda.
    Voglio vedere, inoltre, se i responsabili di Flegrea Lavoro avranno il coraggio di multarmi e su quali basi giuridiche lo potranno fare quando, dinanzi a loro, provocatoriamente, lascerò a terra, nei pressi dell'ex fontana dell'acqua di Baia (di fronte all'oramai ex Banca Popolare di Ancona) un sacchetto di immondizia.
    Vi farò sapere.

    Risposta
  • 18 Aprile 2011 in 23:11
    Permalink

    Lucia de Cicco
    mio caro josi ,mi gemello amaeamenye alla tua città,noi saremmo secondo i dati ,al 31marzo al 35%…come da "step" rikiesto, e nonostante noi,si ospiti stir e discariche navighiamo tra kilometri di spazzatura e non sono capaci di fare neanke un 2QUESTION TIME"

    Risposta
  • 19 Aprile 2011 in 12:39
    Permalink

    Anniska Anna Pia Martino
    Infatti munnezza dappertutto. Non ti dico stamattina nei pressi della Piscina Mirabile. Uno schifo!

    Risposta
  • 19 Aprile 2011 in 22:49
    Permalink

    Stefania Zaroli
    alle elezioni andate a votare….

    Risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.