Bacoli, Arrivano le Elezioni e gli Affittuari Non Pagano: Ecco l’Elenco del Mistero

voto La Redazione di Freebacoli pubblica di seguito un documento protocollato in data 10/04/2011 relativo alle morosità di numerosi affittuari del Centro Ittico Campano. Una “spa”di esclusiva proprietà dei cittadini di Bacoli. Beni da sempre privati al godimento di un popolo derubato delle proprie ricchezze.

Terreni, dati in concessioni ad enti terzi, i cui affittuari spesso disattendono i pagamenti lacerando e creando grossi danni economici, con la mancanza di reali flussi finanziari, prima al Centro Ittico Campano e poi alle casse del Comune di Bacoli. Quindi, di riflesso, alle tasche dei bacolesi.

Ma l’anormalità, se denunciata da organi preposti e una volta riscontrata anche durante il periodo elettorale, assume caratteri di ambigua ed oscura illeceità che vanno a minare non solo il futuro di questa terra ma, innanzitutto, le radici. L’immediato passato. Quello che ha dato origine all’attuale compagine governativa.

Pertanto, onde non anticipare nulla, oltre all’atto protocollato, si allega un interessantissimo documento (oscurato in alcune parti per questioni di “privacy”) da cui si evince il quantitativo di danaro non introitato dal CIC nei primi quattro mesi del 2010. E cioè a pochi giorni dal voto comunale.

Al governo della città si chiede perciò cosa si sia fatto per il recupero di circa 150mila euro.

Ad oggi, ovviamente, ancora alcuna risposta.

Redazione Freebacoli
freebacoli@live.it

Al Sindaco di Bacoli
Ermanno Schiano


OGGETTO: Carteggio Comune di Bacoli-CIC. Morosità e sfratti

Il sottoscritto consigliere comunale

VISTO

Che esiste un carteggio, che va dal 21.04.2010 sino al 21.05.2010 (Bacoli, Fitti Non Pagati in Prossimità delle Elezioni: il C.I.C. Denuncia un Buco di 150.000 Euro), fatto di note scambiate tra il Comune di Bacoli, nella persona del Sindaco Ermanno Schiano, ed il Centro Ittico Campano, nella persona del presidente Raffaele Aragona;

Che dallo stesso si evince, tra le altre, una lettera, sottoscritta da Aragona e datata 13.05.2010, nella quale si legge: “Egr. Sindaco
Corre l’obbligo di significarle come, proprio con l’approssimarsi della tornata elettorale, e quindi nell’attesa dell’insediamento della nuova amministrazione, una gran parte di affittuari si è resa morosa in relazione alle proprie scadenze contrattuali (…). Il totale, che esclude naturalmente i vecchi crediti già posti in bilancio 2009, ammonta a circa euro 147.796,00 importo notevolmente significativo e assolutamente insolito nella corrente gestione della società. Pertanto al fine di scongiurare precarie situazioni finanziarie di liquidità, sia a breve che a medio termine, di poter altresì dare continuità alle azioni già intraprese e di poter intraprendere quanto necessario negli altri casi, ritenendo di operare in accordo con i criteri di buona gestione della cosa amministrata, sarebbe opportuno che lei consentisse di attivare le necessarie procedure volte al recupero dei crediti”.

Che la nota si conclude poi con l’elenco di coloro che, a seguito delle disposizioni del primo cittadino, non sono stati, nel corso di maggio 2010, né sfrattati e né interessati da altro tipo di azioni volte al recupero dei crediti non versati. In più da un documento allegato da una stessa lettera del 13 maggio si evince che i morosi dal dicembre 2009 all’aprile 2010 sono ben 25.

CHIEDE

Di conoscere quali iniziative sono state intraprese per il recupero dei fitti non erogati.

Di conoscere quali iniziative sono state intraprese nei confronti di coloro che erano stati interessati, in varie modalità, da operazioni o notifiche di sfratto e per cui, nel periodo interessato dal carteggio, nulla si è fatto.


Consigliere Comunale
Josi Gerardo Della Ragione

morosi cic

14 pensieri riguardo “Bacoli, Arrivano le Elezioni e gli Affittuari Non Pagano: Ecco l’Elenco del Mistero

  • 30 Aprile 2011 in 07:14
    Permalink

    poi aumentano le tasse e loro prnedono il caffè… gratis a miliscola e dintorni……

    Risposta
  • 30 Aprile 2011 in 08:26
    Permalink

    Questa è gente che guadagna mu mare di soldi con le loro attività e non paga 4 lire, espropriamo !!!!!!! nessuna pietà. Chi gli ha dato in gestione queste terre !!!! è pre quale motivo ??? per che a vita ?? Facciamo delle graduatorie, degli indici di merito.

    Risposta
  • 30 Aprile 2011 in 08:46
    Permalink

    Roberto Della Ragione
    SIA FATTA PIENA LUCE SULLO SCANDALO DEGLI AFFITTI AL CENTRO ITTICO CAMPANO S.p.A. di BACOLI (NAPOLI) !!!!!! LA CITTA’ DI BACOLI CHIEDE TRASPARENZA & LEGALITA’ !!!!!

    Risposta
  • 30 Aprile 2011 in 10:18
    Permalink

    scusate ma questi sono morosi al 2010 e ad oggi ?
    Per quale motivo non possiamo leggere i nominativi completi senza censura?
    il centro ittico non è dei bacolesi? quindi perchè non possiamo sapere chi non paga?

    Risposta
  • 30 Aprile 2011 in 13:10
    Permalink

    …la città di bacoli chiede trasparenza e legalità ?!?!?! ah ah ah ah ah !…ma quando mai ?!? il pitecantropo bacolensis chiede, tuttalpiù, qualche favore da 4 soldi (per qualcosa che magari gli spetterebbe di diritto)…qualche dispettuccio al vicino di casa…qualche promessa di lavoro part-time (strettamente in nero, ovvio!)…insomma, qualcuno che lo illuda di appartenere alla categoria umana, anche se prendendolo per il culo…questione di eredità culturale, e forse anche genetica…ed infatti si è scelto l’amministrazione pienemente funzionale a tale desiderio !

    Risposta
  • 30 Aprile 2011 in 14:35
    Permalink

    Balle, tutte balle, l’attuale Sindaco si sta battendo tanto per riportare un Po di conti a posto giusto. Considerate pero’ che e’ il sindaco di tutti e quindi non dovrebbe mettersi contro nessuno; e invece bacoli vive e gode quando si fa del male a qualcuno o a qualche categoria, tanto che ce ne frega, dei balneari, dei locali di Miseno e miliscola, dei commercianti, dei cittadini. Tutti contro tutti, così e’ piu’ bello, alla “coppoliana” maniera: denuncie a destra e a manca e poi, il garante della legalità si e’ dimostrato il più grande illegale di bacoli. Bacoli rialzati, rimboccati le maniche, prendi coscienza e non criticare solo tanto per il gusto di farlo.
    Bac bacoli

    Risposta
  • 30 Aprile 2011 in 15:57
    Permalink

    leggete qua sulla pagina facebook di questo anonimo “bac bacoli”

    Bac Bacoli
    Questa pagina nasce con l’intento di stare vicino all’Amministrazione di Bacoli, al fine di sostenerla nel suo operato costruttivamente e non cinicamente critica come free bacoli e il suo creatore.

    redazione questi sono lecchini che nn hanno nemmeno le palle di mettere una fotografia e di identificarsi con il loro nome, STATE ATTENTI!!

    In tanto tempo che leggo questo blog ho trovato tanti spunti interessanti per diverse discussioni, tanti punti di vista ma anche tanti (troppi) vigliacchi che criticano e che fanno in modo di non essere riconoscibili.

    Luigi Scotto

    Risposta
  • 30 Aprile 2011 in 16:30
    Permalink

    …bac bacoli rialzati, rimboccati le maniche, lasciati o’cazone acalato, e rimettiti a 90°…

    Risposta
  • 30 Aprile 2011 in 19:45
    Permalink

    Caro josi come vedi tutto(proprio tutto ) dei contratti ,sfratti non
    eseguiti etc ,si è puntualmente avverato e molto si avverera’ il Prof
    Aragona x poter arrivare agli sfratti avava messo tutto il suo impegno
    per 4 lunghi anni e non aveva mai avuto alcuna difficolta dal sindaco
    solo dall’opposizione (che contava poco). tutto quel lavoro sprecato ,
    Comnsidera che basta dimenticare una notifica e ,nel passato si era
    verificato per allungare enormemente i tempi, Ciao ed auguri a tutti noi
    , Samuele guardascione

    Risposta
  • 2 Maggio 2011 in 00:42
    Permalink

    Beh, mi fa ridere la circostanza che, il dott. Samuele Guardascione, prima ha votato per Salvatore Grande e, quindi, per questa amministrazione, e, poi, si mette da questo bolg a criticarla, a parlarne male……
    Mah…..!
    Ma se questi della maggioranza consiliare e dell’amministrazione fanno schifo, “caro” dottore, ma perché, allora, li ha votati? Perché ha votato, alla carica di consigliere, chi fa parte integrante, a pieno titolo, di questa coalizione, ovvero il “socialista in crisi d’identita”, ossia Salvatore Grande, alias “Cicciungiello”?
    Ce lo può spiegare? Forse per le sue doti politiche? Per la sua esperienza politica? Per il suo carisma politico? O per qualche altra oscura, arcana, recondita ed inconfessabile ragione?
    Ce lo dica, “caro” Guardascione, La prego, siamo curiosi di vederlo scritto personalmente da Lei…..
    … anche se, ahimè, in molti, comunque, già lo sanno, tuttavia, per ragioni di trasparenza ed uguaglianza, è giusto che lo sappiano anche quei pochi che, ad oggi, non ancora hanno avuto il diritto/piacere di saperlo.
    Forza! Coraggio!

    Risposta
  • 2 Maggio 2011 in 13:20
    Permalink

    a prescindere…le scelte di samuel sono a) di tipo professionale, cioè neuropolitiche b)di tipo emozionale, ed al cuor non si comanda…non c’è nessuna arcana, recondita ed inconfessabile ragione, è tutto alla luce del sole, e cicciungiello benedice sorridente…all you need is love !

    Risposta
  • 3 Maggio 2011 in 06:35
    Permalink

    Rispondiamo a Luigi scotto. Caro Luigi l’ unico che sta criticando qui sei proprio tu, tu sei come quel personaggio della tv di qualche tempo fa: il criticatutto; ma una tua identita’ te la sei data, o come sempre ti allinei alle decisioni (giuste o sbagliate) degli altri. Mettici un Po del tuo di carattere. Noi non critichiamo questo bolg o il suo fondatore; e’ giusto quello che fa, magari non e tanto giusto come lo fa. Ma siamo tutti fiduciosi che quanto prima tutte le risorse, “sprecate in critica sterile” – e qui so che per il momento non siamo tutti d’accordo – saranno indirizzate alla risoluzione congiunta delle annose problematiche che attanagliano Bacoli, e non da maggio 2010, ma da un Po . . . Più di tempo.
    P.s. Sulla piattaforma facebook nemmeno tu, caro Luigi, hai messo la foto, e il tuo nome potrebbe tranquillamente essere inventato, come Bac Bacoli. E chi ti dice che sia veramente Bac Bacoli a risponderiti da queste pagine; fidiamoci un po di piu gli uni degli altri senza stare sempre in guardia, vivremo meglio. Ciao. -Bac Bacoli – contattatemi su facebook.

    Risposta
  • 6 Maggio 2011 in 16:04
    Permalink

    Commenti relazione Matarazzo 1

    Per pervenire al canone unitario annuo Matarazzo moltiplica la media dei valori di mercato dei canoni mensili degli immobili delle diverse tipologie (dati proposti dall’OMI per l’annualità 2010 II° semestre) per K=12 o per K=6.5.
    Tali coefficienti valutano l’eventuale stagionalità dell’attività (coefficiente K=6.5 presume il dispiegamento della potenzialità alla produzione di reddito del bene per 6 mesi e mezzo) o meno (coefficiente K=12 si presume il dispiegamento della potenzialità alla produzione di reddito del bene per l’intero anno).
    Orbene, il coefficiente per uso stagionale (K=6.5 mesi) è applicato inspiegabilmente da Matarazzo per il calcolo del canone annuo per:
    • Abitazioni civili (42,00 €/mq)
    • Abitazioni economiche (30,00 €/mq)
    • Bar-Pizzerie-Pub-Ristoranti (52,00 €/mq)

    Non risultano nel compendio Miliscola/Miseno immobili edilizi destinati agli usi elencati e soggetti ad utilizzazioni stagionali.
    Pertanto i valori reali, a meno dell’errore grossolano commesso nei computi di Matarazzo, in coerenza con la metodologia di riferimento a cui l’estimatore si richiama dovrebbero essere:
    • Abitazioni civili (77,54 €/mq)
    • Abitazioni economiche (55,38 €/mq)
    • Bar-Pizzerie-Pub-Ristoranti (96,00 €/mq)

    Inoltre, nel canone complessivo per le “Abitazioni civili” e per le “Abitazioni economiche” l’ing. Matarazzo considera arbitrariamente ed inspiegabilmente di “ritenersi compreso una superficie di area scoperta pari a quella coperta”.
    La valutazione delle aree di pertinenza degli immobili adibiti agli usi citati, infatti, viene fatta in termini proporzionali alla valutazione degli immobili stessi, attraverso l’applicazione di coefficienti di riduzione del tutto arbitrari e suscettibili di diversa valutazione.
    Un metro quadrato di una sala ristorante all’aperto, di un solarium con piscina o di un rimessaggio imbarcazioni è valutato, come suggerisce l’ing. Matarazzo “per equiparazione” ad attività stagionali, a € 7,00 al mq. Come un metro quadrato di parcheggio.

    Risposta
  • 6 Maggio 2011 in 16:12
    Permalink

    Commenti relazione Matarazzo 2

    La valutazione dei canoni da applicare al compendio Fusaro per l’uso degli immobili edilizi è effettuata in modo ancor più empirico, applicando una riduzione del 50% ai canoni definiti (ed abbiamo visto come) per i vari usi degli immobili edilizi in località Miliscola/Miseno.

    L’OMI dell’Agenzia del Territorio definisce canoni mensili di riferimenti anche per l’ambito territoriale in cui insiste il compendio del Fusaro della CIC spa (Fascia/zona: D1/Periferica/ZONA PERIFERICA TRA IL LAGO D`AVERNO E IL MARE (EX ST. PROV. DEL PIZZONE – ST. DEL GAVITIELLO).

    L’Agenzia del Territorio già contempla nelle sue deduzioni le particolari situazioni di vantaggio/svantaggio capaci di incidere sulla potenzialità di produrre reddito delle varie zone censuarie.

    Tali canoni di riferimento sono inferiori rispetto a quelli degli ambiti maggiormente centrali del Comune di Bacoli, ma l’applicazione di tali parametri nel computo effettuato secondo il criterio adottato dell’ing. Matarazzo non dimezza i canoni per l’uso degli immobili della CIC spa in ambito Fusaro.

    Non è spiegabile l’uso di diversi criteri di stima del valore d’uso dei suoli per i diversi ambiti territoriali. La valutazione empirica prodotta dal Matarazzo per gli immobili edilizi in ambito Fusaro non si giustifica proprio in ragione dell’esistenza dei dati in base ai quali la stessa modalità operativa utilizzata per la stima dei canoni in ambito Miliscola/Miseno puo essere applicata, comunque, a garanzia della coerenza e dell’oggettività operativa.

    Per tali motivi, anche la valutazione dei canoni annui per gli immobili edilizi in ambito Fusaro (50% di quelli relativi all’ambito Miliscola/Miseno) proposta da Matarazzo appare grossolana e non fondata tecnicamente, ma frutto di una serie di valutazioni di merito non attinenti al suo ruolo ed al suo mandato.

    Risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.