“Per Un Dito di Polvere”: I Cittadini Commentano la Figuraccia di Sindaco e Dirigente

La Redazione di Freebacoli, a seguito dei numerosi commenti giunti all’articolo “AnnoZero tra le “Macerie” del Fusaro: Ecco il VIDEO Mostrato da Santoro”, ritiene opportuno pubblicarne uno che, nella sua sintetica complessità, riassume i contenuti della stragrande maggioranza degli stessi.

 

image Non conosco quel distinto signore che rispondeva alle domande impertinenti della giornalista di AnnoZero, mi hanno detto che è un dipendente dell’ufficio tecnico rivestendo la carica di dirigente capo dell’ufficio tecnico, e che lavora al comune di Bacoli da oltre una trentina d’anni (poveraccio).

Credo che a molti sia sfuggito lo sforzo del povero dipendente che disperatamente tentava con produzioni di balbuzie e repentine amnesie di nascondere e celare il degrado e le inefficienze all’occhio indiscreto della spietata e sadica cronista in cerca di scandali a costo zero (l’invenzione del dito di polvere è degna di un grande stratega della comunicazione e credo che è stata avvertita anche dalla cinica cronista come un affondo di fioretto).

Al coraggioso ed impavido dirigente vanno le mie congratulazioni per aver difeso la dignità, l’immagine e la storia del nostro martoriato territorio.

Peccato perché la nostra comunità ha perso una occasione per emergere, anche nel degrado, come?

Immaginiamo che un sindaco appena eletto avesse accettato l’invito e recatosi sul posto esordiva dicendo:

Foto2375 “Il degrado è palese, sono stato eletto sindaco per la prima volta a fine marzo 2010. Sono stato eletto dopo tre cicli di commissariamenti del consiglio comunale, praticamente dal 2003 non si riesce a portare a termine una consiliatura. Ho chiesto ed ho ottenuto il consenso dei cittadini per rinnovare e riformare una cultura dell’appartenenza al territorio e per favorire un graduale ritorno alla normalità. Come tutti sanno i governi locali si muovono tra grandi difficoltà per una serie di tagli operati dal governo centrale, compito mio e dei miei collaboratori ricercare mezzi e stimoli per ridare ai cittadini e visitatori una immagine diversa e migliore di questa.”

Non so se una dichiarazione di questo tipo poteva allontanare l’amara conclusione di Michele Santoro in studio con un “POVERA ITALIA” ma io posso scrivere con assoluta consapevolezza povera Bacoli e poveri noi se non individuiamo una classe politica nuova e diversa da questi personaggi che come il dipendente di prima si muovono da anni sul territorio generando danni e devastazioni.

Vincenzo Assante
Coordinamento delle Periferie

30 pensieri riguardo ““Per Un Dito di Polvere”: I Cittadini Commentano la Figuraccia di Sindaco e Dirigente

  • 20 Novembre 2010 in 11:58
    Permalink

    LA COSA PIU BELLA E’ CHE QUEL IGNORANTE DELL’INGEGNERE MICHELE BALSAMO STA FOTTENDO I BACOLESI DA 40 ANNI.

    Risposta
  • 20 Novembre 2010 in 13:27
    Permalink

    E’ noto a tantissimi tecnici, addetti ai lavori, impiegati del Comune , e cittadini locali che il sig. BALSAMO è un corr****, ignorante, e papp***, responsabile dei piu gravi disastri Bacolesi.
    Ora finalmente, grazie al video di ANNOZERO e alla denuncia di Freebacoli, la sua COMPETENZA e capacità lavorativa è ben evidente a tutti.
    Riguardo al Sindaco, mi da tanto l’idea di un INCAPACE, molto ignorante, capace solo di scappare difronte qualsiasi confronto. Per me questa giunta comunale è già finita, e questo emerito bleuf “schiano” è già concluso.

    Risposta
  • 20 Novembre 2010 in 16:47
    Permalink

    parafrasando p.d’averio,ormai ci salvano solo i caschi blu…una popolazione lobotomizata e analfabeta che non conosce e non vuole conoscere nulla della propria terra,l’unica cosa che interessa è il lungo pomeriggio televisivo italiano che inchida davanti al nulla…un disastro senza fine,un avvilimento doloroso e impotente!

    Risposta
  • 20 Novembre 2010 in 17:25
    Permalink

    I miei complimenti a Freebacoli ke come sempre riesce a far venire fuori le incapacità di questi nostri politici ke da anni sono solo riusciti a danneggiare e devastare il nostro territorio (ke è anke il loro…..).GRAZIE FREEBACOLI,spero ke un giorno nasca FREEMONTE,anke se comunque voi avete fatto tanto anke x Monte di Procida.GRAZIE.ILARIA RUSSO

    Risposta
  • 20 Novembre 2010 in 17:49
    Permalink

    e ma mo con l’ennesima figuradi emrda che ci facciamo???? caro assante…so 40 anni e questi stanno semrpe qua…e noi sempre a lamentarci…mo pure i “nuovi” si lamentano sempre!!! e anoi ci spettano altri 40 di nuovi balsamo???

    Risposta
  • 21 Novembre 2010 in 07:15
    Permalink

    MA SE A BACOLI SO TUTTI IGNORANTI E ANALFABETI PERCHE NON VOTATE PER QUALCHE GIOVANE CHE SI E FATTO UN CULO A SCUOLA ED HA UNA LAUREA VERA ANZICHE DI QUESTI IGNORANTI CON LE ELEMENTARI.

    Risposta
  • 21 Novembre 2010 in 09:33
    Permalink

    Finalmente ho il piacere di vedere in viso questo ebexx di Balsamo, invece di mettere la testa nel cesxxx e dire abbiamo sbagliato cercheremo di fare meglio, che fà? Nega l’evidenza. Che furbone !!!!

    Risposta
  • 21 Novembre 2010 in 10:48
    Permalink

    mamma mia che figura di mer** il sidaco che dice mo vengo a fare un sopralluogo poi guarda caso non e potuto più andare a vedere quello scandalo perchè sapeva di fare una figura di mer** mondiale e così si e servito dei suoi servi e di tutta la fognatura comunale di bacoli poi quando gli vai a chiedere spiegazioni fanno sempre scaricabarile tipo la colpa e di bassolino e questa gente sta ancora al potere a bacoli tutti servi del tiranno berlusconi dicono e simuovono proprio come berlusconi proprio la feccia della gente no capisco la gente come faccia a dormire sempre e a far salire al governo berlusconi e tutti i soci servi che stanno sparsi per l’italia e nei comuni provinciali andatevene via state distruggendo l’italia l’avete ridotta un cesso a un cortile di delinquenti fatevi mezz’ora di vergogna e poi sparite dalla faccia della terra…..vergognatevi

    Risposta
  • 21 Novembre 2010 in 10:50
    Permalink

    e hanno avuto anche il coraggio di dire che i lavori di pulizia sul lago sono stati fatti ma io li affogherei tutti in quella mer** che hanno creato e quello il loro habitat naturale addirittura ha fatto anche la caricatura della polvere di casa veramente si dovrebbero squag***** **** ***** questa gente di mer***

    Risposta
  • 21 Novembre 2010 in 11:07
    Permalink

    Profondamente disgustato e devo dire proprio incaz****!!!L’ingegnere Balsamo,ho detto ingegnere e non signore,ce lo subiamo da anni e lo paghiamo con i ns soldi,sarebbe ora che se ne andasse a f….!!Arrogante, prepotente e molto ma molto ignorante!!

    Risposta
  • 21 Novembre 2010 in 11:09
    Permalink

    Perdete ogni vergona quando parlate. Incapaci al potere! Vergognatevi sindaco e dirigente!

    Risposta
  • 21 Novembre 2010 in 11:09
    Permalink

    Scandaloso, sono stato cancellato e bloccato su facebook da Ermanno Schiano, solo perchè l’ho taggato in dei video che hanno a che fare con il signoraggio, vergogna e poi diamo la colpa ai politici nazionali, ma quelli locali come sono?? Domenick

    Risposta
  • 21 Novembre 2010 in 12:48
    Permalink

    questa è la gente ke mandiamo al potere..ki è ke deve vergognarsi?Loro ke sono incompetenti o noi ke continuiamo a mantenerli in carica?Cominciamo seriamente a riflettere..

    Risposta
  • 21 Novembre 2010 in 13:11
    Permalink

    sindaco schiano che delusione…..

    Risposta
  • 21 Novembre 2010 in 14:01
    Permalink

    E sempre la stessa storia io percio’ sono felice di aver lasciato Bacoli,questi pagliacci cafoni senza scuole li votano i bacolesi stessi e poi tutti a lamentarsi quando non sa nemmeno rispondere ad una semplice domanda. Ma andate tutti a cag*** che bacoli restera’ sempre una mer** fino a che ci stanno questi buzzurri in giunta comunale.

    Risposta
  • 21 Novembre 2010 in 14:04
    Permalink

    Signori cari, riflettiamo, meditiamo!!!, io vorrei far ragionare chi ha permesso che un signore come quello che è intervenuto all’intervista sia un rappresentante del comune. Il sindaco sa benissimo il posto, se non erro ha fatto un bel comizio proprio a 20 metri da quel posto, non a caso in un luogo abusivo e lui e il suo presentatore lo sapevano benissimo! Lasciate Bacoli ai giovani, sia di destra che di sinistra, lode a Josi e a tutti coloro che si impegnano per migliorare la nostra vita!

    LagoFusaro 2 giorni fa

    Risposta
  • 21 Novembre 2010 in 16:16
    Permalink

    BACOLESI cosa avete votato circa sei mesi fà!!!!!

    Vi siete resi responsabili di queste emerite figure da quattro soldi a livello nazionale.

    dopo il Ticket siamo famosi per il “MO VENG”.

    Avete avuto la possibilità di essere governati da un sindaco capace e competente Dr. Giampaolo, invece avete scelto per mo veng rappresemtante provinciale di Gigin a purpett.

    Che rammarico Ciccio.

    Risposta
  • 21 Novembre 2010 in 21:01
    Permalink

    Siete dei cafonacci,avete un territorio bellissimo ma non sapete valorizzarlo.Fondamentalmente state tutti bene eonomicamente e vi chiudete a riccio per questioni di ludico interesse e ignoranza.
    Nelle vita vi meritate solo figure di merdaccia.
    Ma non dimenticate che il territorio con tutti i beni archeologici che si ritrova e’ un bene mondiale.Meditate

    Risposta
  • 22 Novembre 2010 in 05:30
    Permalink

    Caro Ing. Michele Balsamo, era meglio che stavi a casa. Oltre all’immondizia che c’era nel lago ti ci sei messo anche tu a fare le figure di merda. Mi sono vergognato di essere Bacolese in quei pochi minuti che ci hai rappresentato. Ma quando te ne vai in pensione??

    Antonio Vitangelo

    Risposta
  • 22 Novembre 2010 in 07:54
    Permalink

    NEL SETTORE PRIVATO UN DIRIGENTE CHE PROVOCA DANNI ALL’IMMAGINE AZIENDALE,ONDE EVITARE ALTRI DANNI, VIENE DIMESSO DALL’INCARICO. ANCHE PER RISTABILIRE CREDIBILITA’ E FIDUCIA NELLE PUBBLICHE RELAZIONI . IL SINDACO -NEL RISPETTO COSTITUZIONALE DEL SUO INCARICO- DEVE DIMOSTRARE DI PROTEGGERE GLI INTERESSI ECONOMICI E CULTURALI (parola grossa eh?) DI BACOLI, E “DISMETTERE” IL FUNZIONARIO AUTODICHIARATOSI INCOMPENTENTE PER MANIFESTA IGNORANZA,DISONESTA’INTELLETTUALE ED INCAPACITA’ NEL RAPPRESENTARE UN ENTE PUBBLICO, CON L’AGGRAVANTE DELLE RIPERCUSSIONI A LIVELLO NAZIONALE.INSOMMA SINDACO DIMOSTRACI QUANTO VALI COME “DIRIGENTE AZIENDALE”, VISTO CHE COME POLITICO SEI INESISTENTE.

    Risposta
  • 22 Novembre 2010 in 09:47
    Permalink

    la classe dirigente degli enti pubblici andrebbe cambiata almeno ogni due anni . altrimenti si rischia che si irradichi al punto da gestire anche la classe politica. vedi bacoli….

    Risposta
  • 22 Novembre 2010 in 10:00
    Permalink

    Ed ecco inevitabilmente tutti a sfogarsi nella gara degli insulti virtuali su Internet: che schifo, ma guarda chi ci governa, vergognatevi…comunque tutti contenti che Bacoli è andata in prima serata, sulla copertina di Annozero sotto l’eloquente titolo :Macerie. Sicuramente i promotori dello scoop non sono ristoratori o albergatori, tantomeno cittadini amanti della loro terra, a loro interessava forse quel momento di notorietà…
    E’ facile costruire uno scoop: metti quattro pietre vecchie spacciate per Terme romane e paragonale alla Casa del Gladiatore di Pompei, metti un funzionario comunale farfugliante e imBalsamato, una pseudo archeologa e il gioco è fatto. Dov’era il sindaco, dov’erano le istituzioni? Non c’erano. O forse sì. Quello lì che passeggiava sullo sfondo non era per caso il Presidente della Commissione Consiliare Mari e Laghi del Comune di Bacoli?
    Perchè non ha detto la sua? Ci avrebbe potuto difendere dalla figuraccia di merda ed avrebbe potuto (forse) giustificare lo scempio mostrato assumendosi le sue responsabilità istituzionali. Ma un sospetto mi viene: chi ha chiamato Annozero? A giudicare dal clamore della trasmissione e dai commenti entusiasti ed indignati del gruppo Freebacoli sono stati proprio loro.
    Bravi! da giovedì scorso dieci milioni di italiani sanno che Bacoli è una citta di macerie.
    No! non sono d’accordo con questa politica. I problemi ci sono, non li voglio nascondere, ma Bacoli non è solo le grotte dell’acqua. Ci sono molte cose che funzionano, tante cose interessanti e c’è un sacco di gente che si da da fare per costruire una immagine positiva del territorio. Le cosiddette “Grotte dell’acqua” non sono terme romane, tantomeno sono state usate come terme fino a quaranta anni fa come ha detto la ragazza incappucciata. Ciuccia! All’epoca i contadini venivano a lavarvi le botti e prima ancora la zona era utilizzata per la coltivazione della canapa. Da quello che si sa le Grotte sono una costruzione recente costruita su un basamento di epoca romana pertinente alle strutture poste dall’altro lato della strada peraltro mai indagate dalla soprintendenza. A proposito, se proprio vogliamo parlare: ma perchè non è stata interpellata la soprintendente che è l’unica responsabile del sito? Con tutto il rispetto per la trasmissione dico che Bacoli non sta all’Annozero, a loro serviva mostrare il degrado, ai bacolesi no! Continuiamo a batterci per un paese più decente ma abbassiamo il livello di scontro.
    E non facciamo come quello lì che per fare un dispetto alla moglie si tagliò le p….

    Tanto vi dovevo
    Franco Lillini

    Risposta
  • 22 Novembre 2010 in 10:35
    Permalink

    Ciao signor Franco
    Non entro nel merito di tutto il tuo commento (che in parte non capisco…) che sarebbe discutibile ed opinabile in più punti.
    In ogni caso è bene che tu sappia, per onor del vero, che sono state intervistate anche altre persone, tra cui anche il Presidnete della Commissione Mare e Laghi e la stessa giornalista incappucciata, solo che ogni puntata televisiva ha i suoi tempi e quindi non hanno inserito nel servizio anche altri interventi.
    Tanto è vero che hanno intervistato anche me (scusa se resto anonimo) e neanche la mia intervista è stat fatta vedere in Tv.
    ciao e buona giornata

    Risposta
  • 22 Novembre 2010 in 16:59
    Permalink

    spett. frengo lillini

    fa d’uopo ricordare come in precedenza ben altri personaggi inventarono fantasiosi scoop nel pur encomiabile tentativo di far assurgere il nostro paese (pardon, città) ai fasti della cronaca nazionale…ve lo ricordate, il cappellaio matto, quando partorì dalle sue sinapsi fracide l’ordinanza che vietava, millantando lo scoppio di micidiali epidemie, e minacciando roboanti punizioni a carico degli incauti trasgressori, la suzione comunitaria di fistule da apposito contenitore di bibite…alcooliche o meno ?
    purtroppo, l’odio stupido ed immotivato dei suoi avversari politici, non consentì loro di apprezzare il genio letterario, l’ispirazione surrealista, nonchè il grande effetto spettacolare potenzialmente contenuto nell’ispirata risoluzione : la solita sinistra (?!?…mah!) bacolese, arruffona, ignorante, saccente, ciuccia e presuntuosa, inconcludente (che non a caso rappresentò l’ultimo approdo politico del clown, prima della definitiva fetecchia), perse una buona occasione per dimostrare di possedere anche una vita cerebrale, una tantum, al di là dei soliti sprazzi di stupidita in un mare di idiozia che comunemente la denota : ma ve lo immaginate, battersi per la puntuale applicazione del diktat sindacale…vigili urbani selezionati ed opportunamente addestrati che si infiltrano, in borghese, tra il folto pubblico dei locali notturni…ad un segnale, scatta il blitz…via i bermuda e le maglietelle, fuori i distintivi, zucafistule colti sul fatto…perquisizioni, arresti, fuggi-fuggi, ragazze in preda a crisi isteriche (“…p’ammor’e’ddio, bricadiè, si o’ssapess mammà ca me zuco a’cannuccia n’ziema a quatto o cinche amichi…”), sequestri dei corpi del reato, custoditi (con bava e tutto) presso la casa comunale…conferenza stampa nella stanza del sindaco, durante la quale si elogia il comando vigili per la brillante operazione (video: primo piano sulle cannucce, allarga sul buffone che stringe paternamente mani, che indoviniamo tremanti e sudaticcie, di vigili dalle guance paonazze per l’imbarazzo ed il mal contenuto orgoglio)…in una parola : ARTE ! teatro, di quello vero, non ‘ste caricature di macchiette vernacolari cui purtroppo sempre più frequentemente ci è dato di assistere…performance, coinvolgimento…
    e invece, popolo derelitto : l’oblio (inteso come dimenticanza, non come chalet)

    (parte I causa troppi caratteri testo – segue)

    Risposta
  • 22 Novembre 2010 in 17:02
    Permalink

    al sig. lillini – II parte

    tanto premesso, aggiungo che un vero scoop albergatori (addò stann?) e bettolieri lo farebbero se si decidessero a pagare la tarsu che gli spetta, e che, al netto delle esigenze spettacolari (the show musts go on), annozero dava un piccolo spaccato del quotidiano degrado che ci affligge, e che nascondere non si può né si deve, e del quale le istituzioni debbono farsi carico

    le quali istituzioni non sono la commissione (che ha carattere consultivo, e che come mai in precedenza sembra molto attiva, causando già fughe ed assenze generalizzate da parte dei suoi membri appartenenti alla maggioranza, ed è presieduta da un giovane per il momento non ancora logorato dalla bacolitudine), bensì la ciurma di sindaci via via succedutisi, con la loro pletora di assessori da corte dei miracoli, nonchè l’unica stella perennemente al centro del sistema, e cioè quell’ing. che agli occhi dello sprovveduto può sembrare “…farfugliante ed imbalsamato”, e che viceversa è in grado di arravogliarsi tutti quanti

    e poi, ci andrei cauto con la sicumera con cui si pontifica in materia archeologica…anche in questo caso, la memoria deve andare, forte e chiara, alle indelebili e lapidarie parole spese da ben altre personalità…grotte dell’acqua usate come sciacquaturi per le botti ?!?…incolti e barbari bacoloidi, vergognatevi alle descrizioni che uno stretto adepto del sommo pagliaccio munificamente donò al popolo in occasione di un recente comizio preelettorale .”…le grotte dell’acqua, già stupenda e rinomata terma romana, verranno riportate agli antichi fasti, ospiteranno milioni di visitatori stupiti, ed altrettanti afflitti dalle più disparate patologie (o’ppocoe’guallera, a’scarfatura ‘ngopp’a’capocchia, etc.), imploranti in lacrime il permesso sindacale a lenire le loro piaghe…centinaia di sudditi bacolesi troveranno piena occupazione, anche perchè l’augusto coppola, in un eccesso di entusiasmo democratico, garantirà 3 turni di 8 ore, allo scopo di consentire il beneficio termale a tutte le fasce di utenti (SIC!)…”
    così parlò verdino…ed il saltimbanco, ritto al suo fianco, non si dimostrò minimamente imbarazzato, nè incazzato, nè meravigliato, ma accolse fra le sue braccia il visionario
    oratore…

    e per finire, non ci resta che aggiungere “abbassiamo il livello di scontro” allo sciocchezzaio dei luoghi comuni correnti di più recente produzione, come “percorso di agibilità democratica”, “bisogna andare ad un tavolo di decisioni condivise” etc……

    per opportuna conoscenza

    Risposta
  • 22 Novembre 2010 in 17:16
    Permalink

    Caro ingegnere, perdiamo colpi, un tempo te la saresti cavata meglio.
    Che ne dici di gettare la spugna e goderti tutto quello che hai accumulato fino adesso??? Non sei più un giovincello… molla l’osso!!!!

    Risposta
  • 23 Novembre 2010 in 01:30
    Permalink

    o apallici (senza palle) bacolesi,

    ma la finite di sputacchiare veleno nei confronti dell’ormai pluridecennale (qualcuno afferma ormai eterno) vero podestà di bacoli, l’ing. per antonomasia ?
    se dopo anni di accuse sta sempre là, vuol dire che fa comodo, o che, piu probabilmente, tiene saldamente in pugno i testicolo avvizziti e spelacchiati di tutti i politici bacolesi dell’ultimo trentennio, in qualità di depositario di tutti isegreti, confessabili o meno e delle magagne che ruotano sul grande affare gestibile dal comune : l’edilizia, pubblica e/o privata

    quindi, quando vi prende per il ****, almeno non agitatevi, fate più bella figura

    perciò, ermann “mò vengo” è solo l’ultimo pollastrello che l’ing. si appresta ad arrostire…

    Risposta
  • 23 Novembre 2010 in 08:22
    Permalink

    o candido lillini,

    le “tante cose interessanti”, le “molte cose che funzionano (???)”, il “sacco di gente che si da da fare per costruire una immagine positiva del territorio” sopravvivono nonostante lo stillicidio di attacchi quotidiani che debbono subire da parte di amministrazioni incapaci, trucide, ignoranti, corrotte, barbare, arroganti, deleterie, malvagie e pericolose

    e fino a qui, magari saremmo in ottima compagnia con tante altre città d’italia ; il nostro peculiare problema è che il fenomeno, da noi, negli ultimi anni ha evidenziato una escalation ed una accelerazione che rischia di portarci rapidamente al punto di non ritorno, a quella soluzione finale che ci omologherà definitivamente a tanti altri bei posticini dell’hinterland partenopeo

    per cui, ben vengano le proteste e le voci dal deserto ; la vergogna non consiste nel fatto che 10 milioni in più di italiani siano portati a conoscenza delle nostre condizioni di vita, ma piuttosto nel non saper scrollarci di dosso questi pidocchi e parassiti

    Risposta
  • 23 Novembre 2010 in 08:32
    Permalink

    ah, ah, ah !

    io andare via ? sciocchini, mi fate ridere…chiedete ai politici che avete votato negli ultimi trenta anni, e fatemi sapere se ce n’è uno, ma uno solo che veramente ha voluto o fatto qualcosa per mettermi il guinzaglio…poichè i signori, o mi amano, o mi temono, o mi ritengono necessario e funzionale ai loro piani…e così, i sindaci passano, ma l’ingegnere resta, ed è con me che amministratori passati, presenti e futuri debbono fare i conti (…alla lettera!)

    ahahahahahahahahah !

    vi saluta l’ingegnere

    Risposta
  • 24 Novembre 2010 in 22:35
    Permalink

    Bacoli è rappresentata dalla gente che merita, un sindaco da poco, che fugge ogni confronto e pensa a come sistemare qualche affaruccio magari sognando il Parlamento.. e un ingegnere la cui levatura è sotto gli occhi di tutti.. non c’è cafone arricchito speculatore affarista che non possa venire a pascersi a Bacoli, del resto se i bacolesi non amano e difendono la propria terra perché se ne dovrebbero preoccupare gli altri!

    Risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.