Follia alla Festa di Monte di Procida: Invettive ed Urla contro Venditori Ambulanti non “Autorizzati”

La Redazione di Freebacoli, in seguito al successo riscosso dall’annuale “Festa patronale di Monte di Procida” pubblicizzata e raccontata da diversi “siti” e “giornali” locali, ritiene opportuno dare spazio ad alcuni lati oscuri, presentatesi durante gli stessi festeggiamenti, puntualmente descritti attraverso la “lettera-denuncia” redatta e diffusa da Lucy Colandrea, cittadina montese allibita da quanto visto nella serata di Ferragosto nei pressi di via Panoramica.
Allibita per le incongruenze manifestate da chi, annualmente, gestisce il più grosso evento messo in piedi nel più piccolo paese dei Campi Flegrei.

Come ogni anno, solita festa, solito caos… solita solfa, insomma.
Ma diversamente dagli anni passati, oltre adessere allietati dai vari cantanti di tenore più o meno alto, quali Valerio Scanu, Alex Britti, Sal da Vinci, quest’anno abbiamo potuto assistere ad un film simil-horror, e in diretta!
Tutto compreso nelle centinaia di migliaia di euro ogni anno spesi in onore della Madonna Asunta (che i soldi potrebbero essere cristianamente spesi in altro modo è un’altra storia), reperiti tra contributi regionali ed oblazioni di privati.
Non aspettatevi scene di sangue, se intendiamo il sangue in senso letterale.
Ma aspettatevi pure scene di follia razzista e mafiosa, scene di violenza gratuita nei confronti di persone che difficilmente potrebbero agire in giudizio, scene del più forte che vuole prevaricare sul più debole…
L’altro ieri salivo via Panoramica, per l’occasione isola pedonale, e mi beavo ammirando le caratteristiche bancarelle ai lati della strada, con merce esposta di tutti i tipi, dall’etnico al cinese, dal made in Italy al made in casa sua.
Salivo la Panoramica quando sento un clamore, poi urla disumane.
Mi avvicino e vedo… non UNA scena, ma LA scena!
Il nostro beneamato organizzatore (non facciamo nomi, si rischia!), accerchiato dai suoi fedeli seguaci, inveiva, urlando parole che non è possibile ripetere, contro una ragazza di colore che aveva un bambino legato al petto; ad un certo punto, non pago della violenza espressa con parole e gesti, ha iniziato a prendere a calci la merce esposta.
La scena si è ripetuta nei confronti di altri ambulanti.
La sua scusa?
Quelle persone, di colore, non avrebbero pagato la tassa (o il pizzo?) per poter stare lì.
A questo punto mi pongo una domanda (e mi do una risposta): quando al nostro (per quanto mi riguarda poco) amato organizzatore sono stati attribuiti compiti di polizia?
Io credo si sia auto-attribuito compiti di pUlizia…
Può un pincopallinoqualunque, anche se organizzatore della festa, autonominarsi pubblico ufficiale preposto al controllo dei permessi ed all’espulsione dei trasgressori?
Pur ammettendo la supposta mancanza di autorizzazione governativa e il supposto mancato versamento della relativa tassa governativa (non vedo tra l’altro i motivi per cui si debba esibirli ad un privato cittadino qualunque) con quale diritto usare violenza ad altri, pur in nome del rispetto della legge?
A me pare di ricordare che si abbia, al massimo, il diritto di denunciare gli eventuali abusi.
Questo se parliamo della tassa governativa.
E se l’organizzatore si fosse arrabbiato solo perché non si è versata la quota di partecipazione?
Non si tratterebbe di riscossione di un pizzo, nel momento in cui si utilizzano metodi coercitivi per la riscossione?
Ho assistito ieri ad una scena altrettanto aberrante.
Il nostro (per quanto mi riguarda sempre meno) amato organizzatore, con i soliti seguaci (adepti?) entrava in locali della zona e chiedeva, con modi poco gentili (anche l’educazione va in ferie a ferragosto?) i motivi per cui non avevano provveduto al versamento di contanti.
Non sapevo che anche i locali commerciali dovessero pagare per poter esercitare durante la festa e credevo che la quota di partecipazione, la qualità di sponsor, fosse facoltativa.
Nemmeno a me piace l’illegalità, ma piace ancora meno l’uso arbitrario della violenza.
Personalmente preferisco lasciarla alle bestie.

Lucy Colandrea

38 pensieri riguardo “Follia alla Festa di Monte di Procida: Invettive ed Urla contro Venditori Ambulanti non “Autorizzati”

  • 17 Agosto 2010 in 22:51
    Permalink

    con tutto il rispetto per le “bestie” naturalmente…comunque non meravigliarti più di tanto…benvenuta nell’inciviltà…”E’ UN PAESE DI VECCHI” è IL TITOLO DI UN FILM BEN FATTO…questo oltre ad essere un paese “VECCHIO” è ANCHE UN PAESE senza STORIA…!!!

    Risposta
  • 18 Agosto 2010 in 07:48
    Permalink

    CARI AMICI LA SEGNALAZIONE DI QUESTO SCHIFO è ARRIVATA ANCHE A ME. NATURALMENTE PENSO CHE QUESTO MODO DI FARE DA PARTE DI USURAI, PERCHè USURAI SONO, DEVE ESSERE RICERCATO IN UN MALE MAGGIORE, E CIOè RICERCATO NELLA MASSIMA CARICA DEL PAESE……..SAPPIATE CHE MOLTE DI QUESTE CARICHE VENGONO DATE DAL POTESTà……QUINDI TALE PADRONE, TALE SERVITORE…….O STROZZINO???

    Risposta
  • 18 Agosto 2010 in 08:44
    Permalink

    Ora mi aspetto, dopo questa denuncia pubblica, i provvedimenti delle autorità (corrotte e benevole verso questi gesti).
    Quindi mi aspetto sui giornali locali la notizia del reato e che i Carabinieri hanno preso i responsabili e li hanno denunciati.
    Ma penso, come al solito, che i montesi metteranno tutto a tacere e non si saprà più nulla della notizia…….VEDREMO

    Risposta
  • 18 Agosto 2010 in 09:32
    Permalink

    Se è vero che i commercianti montesi sono obbligati a versare la quota per la festa (senza presumo avere nemmeno una sorta di ricevuta fiscale), ebbene abbiano le “palle” di andare alla Procura della Repubblica e denunciare il tutto, poichè si tratterebbe di estorsione!
    Se poi queste “palle” non le ha nessuno, allora pagate e state zitti!

    Risposta
  • 18 Agosto 2010 in 09:54
    Permalink

    giusto per rendere l’idea di quanto contassero durante la festa i vigili urbani, durante l’ammuina più totale delle 21 e 30 c’era una macchina che risaliva da “borredon” (o come si chiama) verso il comune con un incatastamento di persone nn indifferente tanto da nn riuscire a tirare il cellulare da tasca per fare una foto….

    pò la serata di ferragosto meglio ancora…10 mila posti di blocco per tutta la discesa e niente di meno c’erano macchine e motorini che riuscivano ad arrivare fino in fondo…in particolar modo una BMW Z4 che nn ho capito per quale motivo l’ho vista sempre in posti sbagliati (penso che tutti abbiano notato la macchina vicino la sbarra per il molo)

    Risposta
  • 18 Agosto 2010 in 10:33
    Permalink

    adesso deve scattare la denuncia e si deve capire il motivo per il quale venivano chiesti i soldi dai commercianti e questi soldim a cosa servivono e a quale ente andavano
    voglio la denuncia
    rosario arena

    Risposta
  • 18 Agosto 2010 in 10:57
    Permalink

    …la denuncia andava fatta subito….troppo facile denunciare qualcosa o qualcuno dalle pagine di FB….quando si assiste ad abusi verso persone, cose o animali…bisogna IMMEDIATAMENTE avvertire le autorità competenti….mi dispiace ma non codivido affatto la moda delle denunce via web o via tv….un cittadino corretto è colui che si espone subito….

    Risposta
  • 18 Agosto 2010 in 11:41
    Permalink

    purtroppo non sempre è possibile denunciare.
    perchè non sempre i commercianti in questione sono disposti ad ammettere la cosa.
    mettiamo il caso un cittadino assista ad una scena del genere e solertemente vada a denunciare.
    mettiamo poi il commerciante neghi.
    come la mettiamo?
    la denuncia via web può servire a sensibilizzare sull’argomento.

    Risposta
  • 18 Agosto 2010 in 12:09
    Permalink

    Un momento per favore….vi meravigliate che a Monte le persone paghino il pizzo?Hahahahahah i primi a subirlo sono gli chalet e chi ci ha lavorato lo sa bene ….proprio a monte dove tutti sono pecore e si fanno mettere sotto dalla prima persona che vedono(vedi i parcheggiatori abusivi “Tommasone” e “Nicola il boxer”) o anche dalle ingiustizie degli altri e ai favoritismi non denunciati….vabbè ma che scrivo a fare…ormai sono nauseato dalla gente di questo paese e spero di andarmene al più presto perchè cercare di migliorare i montesi equivarrebbe ad un utopia(da Oy e topos che significano rispettivamente “non” e “luogo” perchè non potrà mai esistere un paese migliore senza persone migliori!)

    Risposta
  • 18 Agosto 2010 in 12:19
    Permalink

    fate nome e cognome di queste (persone).

    Risposta
  • 18 Agosto 2010 in 14:03
    Permalink

    ma non è il Comune che gestisce il commercio su aree pubbliche? o è stato trovato il sistema per camuffare l’esazione di tangenti?

    Risposta
  • 18 Agosto 2010 in 14:10
    Permalink

    Quando per far “filar liscia” la cosa ci si vende (o meglio) svende l’anima al diavolo. Sui siti e giornalini locali un tripudio di acclamazioni positive a questi eventi, ad iniziare dal nostro amato primo cittadino. Ma è mai possibile che solo qui si vedono cose negative? Ma forse siete prevenuti? oppure i prevenuti sono dall’altra parte? Io mi interrogo spesso ma non riesco a trovar risposte.

    Risposta
  • 18 Agosto 2010 in 15:04
    Permalink

    monte di procida è tutto un vociferio continuo su quanto accade tra soldi dati sotto banc(arella) e pressioni varie ai commercianti.
    possibile che si riesca per una volta a passare dall’inciucio ad un’azione seria e concreta di fronte a coercizioni e abusi di potere??

    Risposta
  • 18 Agosto 2010 in 16:22
    Permalink

    E’ un vero peccato che gli sforzi di tanti vengano vanificati per colpa di pochi.

    Risposta
  • 18 Agosto 2010 in 16:26
    Permalink

    Il nome del personaggio che ha assunto atteggiamenti da camorrista (è il termine giusto) è Salvio Pietroluongo. Per la verità, anche quando ha ricoperto la carica di assessore a Monte di Procida (dal 1997 al 2001), ha usato modi e metodi simili. Anche allora in tanti si lamentarono. Ma quando l’attuale amministrazione ha deciso, tramite una delibera di giunta comunale,di affidargli l’organizzazione della festa patronale di Monte di Procida per gli anni 2009 e 2010, perchè non c’è stata una sollevazione popolare? Invece (che paradosso!!) l’anno scorso, a conclusione della festa, ho dovuto sentire anche apprezzamenti nei confronti di questo tizio.
    Se per avere qualche cantante famoso dobbiamo subire questi atti di vera e propria protervia, con forti connotazioni camorristiche, allora meglio qualche artista in meno pur di non rivedere soprusi e atteggiamenti da guappo.
    Teniamolo ben presente in futuro!!!

    Risposta
  • 18 Agosto 2010 in 16:51
    Permalink

    Gli apprezzamenti per il “tizio” sono videoregistrati, e sono fatti dal Sindaco in persona. Il Sindaco nell’apprezzare il “tizio” apprezzava soprattutto luistesso che “due anni fà aveva visto giusto affidandogli l’organizazione della festa patronale”. Se è vero che ha preso a calci cose e persone (non autorizzate) vuol dire che gli è stato affidato anche l’ordine pubblico.

    Risposta
  • 18 Agosto 2010 in 17:10
    Permalink

    Lungi da me ogni intento di speculazione politica, ma come commentanto da Antonio Sabatano il vero colpevole di questa vicenda è il sindaco on.franco iannuzzi.Nella sua veste istituzionale e come mandante, pardon! affidatario, al sig. pietroluongo salvio( e che quest’ultimo peraltro, per il suo orientamento sessuale dovrebbe più degli altri comprendere la discriminazione e non praticarla) dell’organizzazione di questo casino, dovrebbe, anzi DEVE, visto la denuncia formulata dalla signora Lucy Colandrea, fare in modo che i carabinieri aprono delle indagini e si accertino che l’episodio verificatosi possa qualificarsi come atto di estorsione.
    E’ vero, si sa che già dallo scorso anno pietroluongo non si rimette al generoso o meno, contributo spontaneo dei commercianti, sopratutto per i gestori di bar in piazza xvii gennaio, dai quali pretende come cifra minima € 1.000,00 e dai bancarellari almeno € 500,00, ma dovrebbero essero costoro con denunce ad hoc e prove inconfutabili a far venire a galla tutta questa schifezza.

    Risposta
  • 18 Agosto 2010 in 21:44
    Permalink

    Ragazzi quello che è accaduto a monte in queste sere è sicuramente da condannare se vero.

    Però penso che su alcune cose state esagerando!!!

    Prendiamo due bancarelle… una ha pagato per stare li, l’altra no a voi pare giusto? A me no.
    Ora dico ci sono modi e modi… ma ci sono persone e persone, non credo che un bancarellaro che sa di essere in difetto per non aver pagato nulla, al momento che gli viene chiesto di andarsene, raccogli e chiede scusa… dubito fortemente!!!

    Poi io dico che la signora della lettera farebbe bene a fare nomi cognimi e a denunciare tutto quello che ha visto, in quanto il nome dell’organizzatore fatto in uno dei commenti non è il nome che è stato detto a me… cm al solito le voci volano e variano… quindi non spariamo sentenze senza sapere.

    Poi in ultimo le accuse di estorsione ai commercianti montesi, assurde!!!

    Risposta
  • 19 Agosto 2010 in 07:30
    Permalink

    Andrebbe rivisto il senso e la dimensione organizzativa della ” festa ra maronn”. Da una succinta analisi, se ne deduce che in termini di ritorno di reddito per l’economia montese, non se ne ricava nulla. Anzi solo costi aggiuntivi sia in termini sociali che economici (disagio per i residenti, straordinari per Vigili Urbani, operatori ecologici, atti di vandalismo, violenze come quelle denunciate, soprusi, etc.). Non un posto di lavoro stagionale creato in più. La sagra del mare, è risaputo, è ormai un affare per pochi e disagi per tutti, i vari bred and breakfast (tipo villa iorio) sono condotti da chi è già occupato e ha un reddito e quindi non se ne frega di creare occupazione. L’unico valore aggiunto è determinato dai nostri compaesani filo americani che spendono più di tutti in questi giorni.
    Chiediamoci allora, ma abbiamo veramente bisogno di continuare su questa strada caotica e improduttiva? Sarebbe auspicabile effettuare la rivisitazione analitica e globale in chiave culturale ed economica di tutti gli eventi che si realizzano sul nostro territorio, eliminando rami secchi e improduttivi e sopratutto personaggi che si preoccupano solamente dei propri affari.

    Risposta
  • 19 Agosto 2010 in 08:17
    Permalink

    Questo Salvio Pietroluongo è sempre stato accompagnato da una pessima fama. Il commento del 18 agosto alle 9.26 è giustissimo.
    Ma come fa Iannuzzi a circondarsi di personaggi del genere (per non parlare del resto della truppa) ?
    A quando la nomina di qualche Casalese a Monte di Procida ?

    Risposta
  • 19 Agosto 2010 in 10:37
    Permalink

    Parole parole parole… parole soltanto parole….

    Le paole della signora della lettera… le parole dei commenti, taluni senza senso altri che giudicano sentendosi i coraggiosi… montesi non denunciano cacciare le palle… vorrei sapere loro quando le hanno cacciete la palle dato che non hanno neppure il coraggio di firmarsi ma lasciano commenti anonimi,….

    MI FATE PIU’ PENA DEI MONTESI CHE NON HAN DIFESO LA SIGNORA DI COLORE… LORO ALMENO HANNO IL BUON SENSO DI STARSENE ZITTI A DIFFERENZA DI QUESTI QUATTRO VIGLIACCHI CHE COMMENTANO ANONIMAMENTE.

    pAKoIlLiaNo

    Risposta
  • 19 Agosto 2010 in 11:55
    Permalink

    Non basta addobbare la facciata per garantire la solidità del palazzo. Ma perchè crearsi tanti problemi- basta accontentare i finanziatori non residenti per cui l’inesistente comunità montese non è altro che una pozzanghera dove sguazzare liberamente.

    Risposta
  • 19 Agosto 2010 in 12:14
    Permalink

    da cittadina montese che ogni ferragosto fugge a gambe levate dalla pseudo festa ra maronn, che non condiveìide perchè nn crede nell’adorazione delle immagini dico che tra un annetto ci sono le ELEZIONI…quindi, se si vuole, si può tentare di sostituire l’attuale classe dirigente locale…sempre che la stessa non sia rappresentativa dei cittadini che l’hanno eletta…perchè, come diceva un gande uomo e giornalista, intellettualmente onesto e conservatore (poi si può condiveidere o meno o in parte il di lui pensiero) “se la classe politica ruba è perchè rappresenta un paese di ladri”.

    Risposta
  • 19 Agosto 2010 in 22:22
    Permalink

    I festeggiamenti in onore dell Madonna hanno poco a che vedere con la Madonna, questo è chiaro… basta chiedere a quelli della processione se hanno Celebrato l’Eucarestia e vi renderete conto di quanti non lo fanno regolarmente da anni… a mdp funziona così Jamm a Mess a Natal e Pasc e po’ appriess (o a vrè) a prucssion!!!
    Quindi distinguiamo le due cose.

    Nonostante questo vi aggiungo che la festa è più che necessaria, in quanto è il solo momento di spettacolo di un certo livello che molte persone hanno modo di vedere, mi spiego… tanti anziani e non, mai penserebbero di andare ad un concerto di Britti Bennato Sal DaVinci… grazie alla festa hanno avuto modo.

    Questo senza nulla togliere agli ottimi e frequenti eventi, manifestazioni organizzate dalle Associazioni montesi, Vivil’estate, Archè Eneadi Scugnizzi Filantopi… dove ognuno fa un ottimo lavoro.

    Ci terrei a precisare un altra cosa, i Mast i fest girano il paese casa per casa e se pure non tutti danno contributi esorbitanti la 10 20 euro la cacciano… e casa per casa… fa un bel gruzzoletto, quindi non diciamo la solita storia che la festa la fanno I MONTESI D’AMERICA, la fanno imontesi è solo che quelli d’america gli piacciono le americanate, stile film… cacciamo di più e sadda sapè!

    Risposta
  • 20 Agosto 2010 in 06:38
    Permalink

    Feste ,farina e forca! il sindaco ha capito bene la psicologia dei montesi. Feste a volontà per illuderli della conquista della felicità, farina in senso analogico per dargli in modo clientelare quanto basta alla sopravvivenza, ed infine Forca, in quanto sono 42 anni che calca la scena amministrativa montese e rappresentano certamente una dura condanna per MdP forse più della forca vera e propria. Personaggi come Pietrolungo Salvio per lui sono angeli, manna caduta dal cielo.Il guaio è che ce lo dobbiamo sorbire ancora e chissà per quanto.
    Dio aiutaci tu!

    Risposta
  • 20 Agosto 2010 in 13:09
    Permalink

    CERTO CHE I BACOLESI SONO BRAVI A CRITICARE LA NOSTRA FESTA CONSIDERANDOLA SFARZOSA E ADESSO COME LEGGO DALL’ARTICOLO ANCHE DEFINENDOLA TEATRO DI VIOLENZA E RAZZISMO… EPPURE OGNI ANNO VI TROVIAMO Lì, SOTTO AL NOSTRO PALCO IN PRIMA FILA O A VEDERE I NOSTRI FUOCHI. L’INVIDIA è UNA BRUTTA BESTIA!

    Risposta
  • 20 Agosto 2010 in 14:35
    Permalink

    Salve Alessio,
    ti invito ad andare al di là delle piccole beghe di confine che poco dovrebbero appartenere chi quotidianamente vive sostanzialmente le stesse problematiche. Sarebbe il caso di cominciare a parlare di città flegrea, in termini di turismo, di trasporti, di balneabilità delle acque, di beni archeologici e smetterla di guardare in cagnesco il vicino o di accusarlo di invidie o livori.
    Questo tipo di commento all’articolo devia di fatto l’attenzione dalla specifica questione per spostarla verso un inconsistente quanto inutile campanilismo.
    In quest’ottica, anche se personalmente trovo ininfluente sottolinearlo, credo sia anche utile specificare che sia l’autrice della lettera-denuncia che la sottoscritta siano montesi.

    Alessandra Sagliocchi

    Risposta
  • 20 Agosto 2010 in 21:18
    Permalink

    Cari amici invito tutti, montesi e non a visionare le delibere per i pagamenti di questi artisti, di chi gira intorno a questi affari loschi e di chi permette questo. Con quei soldi si potrebbero ripristinare strade storiche, rafforzare le forze dell’ordine, creare spazi come luoghi di incontro lungo le frazioni di comune……e come già ha detto un anonimo ribadisco la famosa frase: il politico ladro è l’espressione di un paese di ladri……quindi si è scelto di navigare su questa rotta?….e adesso teniamocelo caro caro…….però tra un anno la rotta può cambiare……..quindi ci si può togliere la pietra dalla scarpa..come si suol dire…

    Risposta
  • 20 Agosto 2010 in 22:35
    Permalink

    QUAL’è IL NOME dell’organizzatore della festa?

    Risposta
  • 21 Agosto 2010 in 05:17
    Permalink

    Un giono di festa val bene 364 di buio! o no?

    Risposta
  • 22 Agosto 2010 in 15:22
    Permalink

    Antonio ha detto: Con quei soldi si potrebbero ripristinare strade storiche, rafforzare le forze dell’ordine, creare spazi come luoghi di incontro lungo le frazioni di comune……

    Allora sei contro questa festa annuale? se un giorno tu dovessi rappresentarci faresti l’ impossibilie per evitare tutto questo? ed infine mi chiedo: Perchè le cose che hai elencato le dovrei pagare direttamente io? mi spiego meglio, Se fossero soldi comunali ti capirei, ma nel momento in cui io faccio una donazione per la festa mi aspetto che vengano spesi per la festa e non per altre cose.

    PS Eventitalia ha avuto in concessione (dopo averli pagati) gli spazi comunali e rilasciavano regolare fattura ai commercianti. Il Comandante dei vigili ha chiesto con una lettera agli organizzatori di lberare tenmpestivamente gli spazi occupati abusivamente in quanto sotto la responsabilità del comitato festa.

    Risposta
  • 22 Agosto 2010 in 15:53
    Permalink

    Questa è una palla grande quanto il Colosseo.
    Nella palla si sono dimenticati un piccolo pallino: la polizia urbana ha anche fornito gli organizzatori di manganelli, sfollagente, tirapugni e frustini … per far liberare gli spazi abusivamente occupati?
    L’ordine rivolto a eventitalia perché liberasse gli spazi illecitamente occupati, se ci fosse (come è possibile che ci sia stato), non era affatto (nè poteva essere) un ordine di fare eseguire ad altri i compiti della polizia municipale.
    Coprirsi le spalle con altri non è onesto.
    Ma in questo caso l’onestà è meglio lasciarla dov’è rimasta: fuori alla strada!

    Risposta
  • 22 Agosto 2010 in 17:18
    Permalink

    l’eventuale autorizzazione non sarebbe legittima, almeno non nella parte in cui autorizzasse all’uso della forza. quella, per definizione e costituzionalmente, è monopolio degli organi statali. è concessa autorizzazione ai privati solo in determinati condizioni, stabilite dalla legge.
    non mi risulta che queste ricorrano in questo caso.
    comunque tale dichiarazione, se dovesse essere ufficialmente resa, sarebbe implicita ammissione del fatto.
    Lucy Colandrea

    Risposta
  • 22 Agosto 2010 in 17:20
    Permalink

    ps senza considerare che l’uso della violenza è reato anche per le forze dell’ordine
    Lucy

    Risposta
  • 22 Agosto 2010 in 17:31
    Permalink

    Ahahahah ma che cavolo state dicendo???
    La Polizia Municipale delega dei privati per espletare la funzione di pubblico ufficiale senza che questi ne abbiano i requisiti???

    Ahahahah Ma dove sta scritta questa cosa????

    Ma chi ci crede!!!

    Risposta
  • 23 Agosto 2010 in 07:36
    Permalink

    ci credono tutte le persone che l’hanno visto con i loro occhi e tutte quelle che si fidano di un gruppo di persone che pensa e si informa prima di parlare…le voci di paese sono infinite…nn è un caso che su questo giornale on-line nn vengano segnalate tutte ma solo quelle VERIFICATE

    Risposta
  • 28 Agosto 2010 in 16:40
    Permalink

    Si cercano di fare tante cose ogni anno migliori, si ospitano artisti di alto calibro e poi…..si brucia tutto, si rovina l’atmosfera in pochi secondi! Non voglio entrare in merito, non so chi abbia torto e chi ragione credo però che non era LUOGO(i controlli potevano essere effettuati nel pomeriggio) E NON ERA MODO!!!! Credo comunque che questa festa stia diventando sempre di più una parata, ma perché non facciamo un passo indietro ricercando le cose più semplici ma riscoprendo i valori più sani???

    Risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.