"Cappella vecchia": la Bretella che non c’è…

Il Lunedì di Freebacoli
Le Deliberazione disattese
Continua una nuova rubrica di Freebacoli, con la quale si cercherà di dimostrare l’inefficienza politica, gestionale ed amministrativa della classe dirigente che sino a pochi mesi fa ha “diretto” le sorti della città di Bacoli e queòa che ancor oggi regge il “principato” di Monte di Procida. Una carrellata di parole e di documentazioni vuote e prive di consequenzialità pratica le quali, se da un lato mettono ben in risalto l’ inidoneità dei sedicenti politici che sino ad ora si sono succeduti sulle “poltrone del potere”, dall’altro dovrebbero spingere l’intera cittadinanza locale a diffidare da questi ultimi in vista delle prossime elezioni amministrative. E per diffidare, qualora il concetto non fosse ancora ben chiaro, ci si riferisce all’esplicito e motivato invito di NON VOTARE questi personaggi. La rubrica, quindi, focalizzerà di volta in volta l’attenzione sulle assurdità inerenti al:

VERBALE DI DELIBERAZIONE IN SEDUTA CONGIUNTA DEI CONSIGLI
COMUNALI DI BACOLI E DI MONTE DI PROCIDA
n. 14 del 18.3.2008

(Omissis…)
Chiesta ed ottenuta la parola, il Sindaco di Bacoli, Avv. Antonio Coppola, dichiara di non godere di grande autonomia per essere convalescente e di non poter pertanto partecipare all’intera seduta consiliare. Afferma però di essere ben lieto di essere a Monte di Procida e si augura che i due Comuni possano unirsi perché già sono uniti dalla storia e dalle cose. Ritiene che da troppi anni la frazione di Cappella subisca un fenomeno di emarginazione e ricorda di essere stato ideatore una bretella ciclabile (Azz!!). Afferma che lungo la bretella transiteranno migliaia di turisti (AHAHAHAHAHAHA) e che il borgo di Cappella sarà valorizzato ed avrà un rilancio commerciale (Olèèèèèèèèèè). Altre cose che uniscono Bacoli e Monte di Procida sono il sistema fognario, la viabilità, la ferrovia la configurazione orografica del territorio e la soluzione a tanti problemi non può che essere unitaria. Da qui il nome Cuma che ben si adatta ad una futura unione. Afferma che la sicurezza è un problema importante da affrontare nei valori generali (Bellllll), che un cittadino non può vivere bene in un paese non sicuro e che la sicurezza si identifica in un concetto a tutto campo che tocca tutti i settori della vita civile. Ricorda che in quest’ottica si muove anche la Regione Campania che ha varato un bando al quale parteciperà anche il Comune di Bacoli presentando un progetto finalizzato alla riqualificazione delle aree urbane degradate (AZZ!) e che per la finalità è stato costituito un gruppo di lavoro intersettoriale per lo studio di un progetto di intervento finalizzato alla sicurezza della città. Invita Monte di Procida ad utilizzare questo strumento che la Regione mette a disposizione.

(Una serie di asserzioni alle quali si ritiene opportuno aggiunere una breve sezione della disamina progettuale, a cui s’aggiunge una richiesta di fondi al Por Campania, per l’attuazione del progetto, che in un biennio sfiora i 3 milioni di euro)

Concorso Di Progettazione Bretella Di Collegamento Tra Le Due Piste Ciclabili Intorno Ai Laghi Miseno E Fusaro

“Il progetto preliminare per la bretella di collegamento tra le due piste ciclabili intorno ai laghi Miseno e Fusaro, affronta la problematica di inserimento ambientale (Olèèèèè), paesaggistico ed archeologico dell’area interessata. Si rende necessario ridurre l’impatto progettuale evitando che l’intervento possa portare a situazioni di squilibrio ambientale. Lo stato generale dell’area in oggetto, non può prescindere da interventi di recupero dei tracciati esistenti, spesso disomogenei e non sufficientemente serviti da marciapiedi, illuminazione pubblica, attraversamenti carrabili adeguati ecc. .
L’idea del progetto individua in via Mercato di Sabato il percorso urbano della bretella ciclabile, successivamente lo stesso percorso stabilisce una relazione con l’ambiente e con il paesaggio nel successivo percorso di campagna nella totale salvaguardia della natura dei luoghi. (Ahahahahah)
La richiesta progettuale dell’Amministrazione di dotare quest’area di un percorso ciclabile pedonale è stata affrontata articolando lungo il percorso delle aree di sosta atte alla fruizione e alla conoscenza delle realtà territoriali.” (Sèsè)

Adesso, cari lettori, ripercorrete per un attimo con la mente i vari angoli di quella Cappella, ed in particolare di via Mercato di Sabato, croce e delizia delle amministrazioni bacolesi e montesi. Soffermatevi, ad esempio, sulla splendida bretella pedonale, all’illuminazione pubblica costante, alla strada vellutata, alla Necropoli sempre aperta e puzzolente di letame ed alle due splendide ed usufruibili piste ciclabili del lago Miseno e Fusaro.
Ma abbiate fiducia, perchè al peggio non vi è mai fine.

Buon voto a tutti.

Redazione Freebacoli
freebacoli@live.it

2 pensieri riguardo “"Cappella vecchia": la Bretella che non c’è…

  • 8 Febbraio 2010 in 13:27
    Permalink

    In modo molto …ma molto banale….Affermo che tutto questo sevirà a prelevare ulteriori fondi …per poi essere dispersi…!

    Il mio unico ed inetivabile obiettivo quale cittadino di Bacoli…è quello di levare da quella poltrona (già nn c'è più) …il sindaco attuale con la speranza che possa salire "uno" più coerente…più attivo….contro La "casta"..che desidera arricchirsi solamente!

    Saluti…
    Z.M.A.

    Risposta
  • 8 Febbraio 2010 in 20:39
    Permalink

    abbiamo perso le palle,ci vogliono i forconi a bacoli e 100 piazzali loreto per chi ha governato sto paese e per quelle famiglie che ne detengono il potere.
    poi vediamo se facessero quello che hanno fatto fino ad oggi.
    sta democrazia ha rotto i coglioni,è giusta,ma non essendo applicata,si dovrebbe passare alle maniere forti.ci hanno distrutto un paese,il futuro,la vita.pubblicatelo

    Risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.